1. Benvenuti su immobilio.it!

    Stai navigando nella nostra community come Ospite. Unisciti a migliaia di persone che si sono già iscritte!

    Avere un account su immobilio.it è gratuito a vita e ti permetterà di aggiornarti, informarti e trovare soluzioni, in modo piacevole e semplice.

    immobilio è il primo forum italiano per privati, imprese e professionisti del settore immobiliare.

    Crea il tuo Account oggi, è Gratis per Sempre!

l'immagine è stata rimossa.
L'indirizzo internet è stato criptato.
L'indirizzo e-mail è stato criptato.
Il media è stato rimosso.
  1. maura crocetti

    maura crocetti Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    buongiorno, :) la questione che mi interessa è l'acquisto di quote societarie.
    In realtà la ns ditta, un'impresa di costruzioni, è interessala all' immobile che risulta essere l'unico della società in vendita.
    Qualcuno mi può dire quali sono le considerazioni da fare a livello fiscale? Ringrazio e saluto .Maura

  2. gianni lucchi

    gianni lucchi Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    L'acquisizione di un immobile tramite l'acquisto delle quote di una società, è una cosa che sto facendo io in questi giorni, ti spiego cosa comporta:
    - per chi acquista:la responsabilità di tutte le magagne della società acquisita,
    vantaggi:
    - per chi vende rivalutazione delle quote pagando solo il 4 %
    alternativa:
    conferimento società , tramite un acquisiszione da parte venditrice di un parte della società acquirente , e contestualmente cessione delle parte di quote societarie, sembra che questo non comporti una responsabilità sull opearto della società acquisita, sembra !!!!!
    Comunque se tu sai qualcosa di più informami .
    Ciao Gianni
  3. aatercasa

    aatercasa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    l'acquisto di un immobile intestato a società ci sono tante varianti da analizzare , ad esempio che tipo di società e? chi sono i soci? quanti sono? quanto tempo fa è stata costituita? ha questo unico bene in carico?a che cifra e riportato in bilancio? l'immobile che valore ha come reddita catastale e che categoria è? poi fiscalmente parla con un commercialista sia per valutare il tuo risparmio ma anche per valutare i rischi, la società ha debiti?fai una visura camerale? che oggetto societario ha? come vedi le cose da analizzare sono tante ,tienime informata perchè di beni intestati a società c'e ne sono tanti ciao.
  4. ducatonimo

    ducatonimo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Come ti hanno già accennato, è prassi comune poichè conveniente dal punto di vista fiscale, anche per chi acquista, si tratta di verificare se la società è stata creata appositamente e solo per quell'operazione immobiliare, oppure no. Nel primo caso una volta accertata la situazione fiscale ed economica della società si può procedere tranquillamente, nel secondo caso è da valuture meglio per eventuali "pendenze" ;-)
    se non erro si era già trattato questo argomento
  5. realessandro

    realessandro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Probabilmente le quote sono quelle di una SRL o Snc o Sas ; la proposta nasce sicuramente dal venditore che preferisce pagare imposte su "cessione di quota" che non sulle plusvalenza da rivendita molto piu' onerosa. Normative recenti hanno consentito di rivalutare il valore delle quote elevandola al valore di mercato, semplicemente pagando una modesta imposta sostitutiva ; da cio' deriva che chi vende le quote parte da un valore di costo alto perchè oggetto di rivalutazione ed in caso di cessione sicuramente paga poco o niente. Naturalmente il valore delle quote deve rappresentare il valore della società ( e non dell'immobile) come da bilancio. Và da sè che acquistando tutte le quote in fatto si acquista la società e l'immobile che
    essa comprende.
    Se c'è un prezzo reciprocamente conveniente l'operazione si puo' fare, dopo aver visionato atto costitutivo, statuto, bilanci pregressi, note integrative, verbali di approvazione, visura camerale, visura ufficio protesti, dell esecuzioni immobiliari presso il Tribunale.
    Non volendo rischiare accertamenti la cessione potrebbe essere affiancata da una polizza fideiussoria ( a prima richiesta) scadente decorsi 6 anni : se sorgessero debiti non noti la banca interverebbe il luogo del venditore .

    Per ogni opportuna conoscenza
    la tassazione in capo al venditore sul plusvalore della quota (data dalla differenza fra il costo rivalutato di acquisto ed il valore di cessione ) è la seguente
    --Cessioni partecipazioni non qualificate ( quote di partecipaz sotto il 20%): imposta sostitutiva con l’aliquota del 12,5%.
    Cessioni di partecipazioni qualificate
    ( quota superiore al 20%: si tassa il 40% della plusvalenza con aliquota del 27%.)
  6. maura crocetti

    maura crocetti Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ringrazio tutti per i consigli e mi complimento per la competenza e professionalità. Maura Crocetti

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina