1. Benvenuti su immobilio.it !

    Stai navigando nella nostra community come Ospite. Unisciti a migliaia di persone che si sono già iscritte!

    Avere un account su immobilio.it è gratuito a vita e ti permetterà di aggiornarti, informarti, condividere problemi, esperienze e soluzioni, in modo piacevole e semplice.

    immobilio è il primo forum italiano per privati, imprese e professionisti del settore immobiliare.

    Crea il tuo Account oggi, è Gratis per Sempre!

l'immagine è stata rimossa.
L'indirizzo internet è stato criptato.
L'indirizzo e-mail è stato criptato.
Il media è stato rimosso.
  1. papero

    papero Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Studiando le obbligazioni che sorgono da un preliminare di compravendita mi è venuto un dubbio:

    In caso di inadempimento (dopo preliminare con caparra confirmatoria) la parte adempiente a quanto ho capito può:


    - trattenere la caparra (o pretendere indietro il doppio)
    - recedere dal contratto e chiedere i danni al giudice
    - chiedere al giudice la sentenza esecutiva

    La mia domanda è questa:
    nel caso si scelga la seconda opzione e si chieda al giudice il risarcimento dei danni, è possibile che il giudice faccia una valutazione dei danni inferiore alla caparra?
    Oppure la caparra va in ogni caso trattenuta (o si pretende il doppio) e il calcolo dei danni viene considerato in aggiunta alla caparra?
  2. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    La richiesta dei danni è in aggiunta alla caparra.
  3. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il Codice Civile in materia detta:


    «Art. 1385 (Caparra confirmatoria). - Se al momento della conclusione del contratto una parte da' all'altra, a titolo di caparra, una somma di danaro, o una quantita' di altre cose fungibili, la caparra, in caso di adempimento, deve essere restituita o imputata alla prestazione dovuta.
    Se la parte che ha dato la caparra e' inadempiente, l'altra puo' recedere dal contratto, ritenendo la caparra; se inadempiente e' invece la parte che l'ha ricevuta, l'altra puo' recedere dal contratto ed esigere il doppio della caparra.
    Se pero' la parte che non e' inadempiente preferisce domandare l'esecuzione o la risoluzione del contratto, il risarcimento del danno e' regolato dalle norme generali.».
    A Sim piace questo elemento.
  4. marco tartari

    marco tartari Membro Attivo

    Altro Professionista
    In caso di compromesso registrato, se il proprietario trattiene la caparra e il venditore in seguitomsimfa sotto per concludere il contratto, cosa succede ?
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Spiegati meglio. Proprietario e venditore sono la stessa persona...
  6. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    La domanda penso sia sbagliata, comunque registrato o no non cambia nulla giuridicamente.
    Se il proprietario (venditore) trattiene la caparra significa che tutti i termini sono scaduti, a quel punto l'acquirente non può più pretendere nulla.
  7. papero

    papero Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Grazie per le risposte.
    ho trovato adesso questo testo:

    ---
    La più recente giurisprudenza ha ritenuto di esprimersi nel senso dell’alternatività e quindi non della complementarità (come invece affermato da altro indirizzo: vedi in proposito Cass. Civ. sez. I, 17/7/2001 n. 319) dei rimedi messi a disposizione della parte lesa nel senso che ove venga chiesta la risoluzione del contratto si perde il diritto a ritenere la caparra in quanto il risarcimento del danno andrà calcolato secondo le norme generali previa dimostrazione dell’esistenza e dell’ammontare del medesimo. In tal senso si sono espresse: Cass. Civ. sez. III, 24/1/2002 n. 849; Cass. Civ. sez. III, 20/9/2004 n. 18850; Cass. Civ. sez. II, 2/12/2005 n. 26232; Cass. Civ. sez. II, 7/6/2006 n. 13339.
    ---


    più studio e più ho le idee confuse :buu:
  8. marco tartari

    marco tartari Membro Attivo

    Altro Professionista
    qui

    Quindi non solo il compromesso deve essere scaduto, ma deve essere comunicata mezzo raccomandata la disdetta, in caso contrario tacitamente mantiene l' efficacia o si perde solo il diritto a trattenere la caparra ?

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina