1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mmg

    mmg Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti, mi serve un parere.Ad aprile io e mio marito abbiamo comprato casa dove è presente una porzione di terreno (1000mq ca) che il proprietario iniziale ha destinato a corte comune, in comproprietà tra i 3 proprietari (io,mio marito e la vicina). Premetto che la persona da cui noi abbiamo comprato era proprietaria unica dei 2 appartamenti. Purtroppo ci siamo accorti troppo tardi che il notaio da cui aveva rogitato la mia venditrice non aveva inserito nell'atto la detta particella specificando anche i proporzionali diritti, di conseguenza non l'ha potuto fare nemmeno il mio di notaio e adesso i nostri 2/3 risultano di fatto appartenere al primo proprietario. La mia venditrice mi ha spiegato che il suo notaio non inserì quella particella dicendo che le parti comuni era meglio non specificarle...ma questo discorso non vale per i beni comuni non censibili??? Poichè è un terreno sottoposto a tassazione in quanto produttivo e non pertinenza alla casa, posso considerare questo un errore del notaio? E in tutto ciò le spese di rettifica a chi spettano? Ci sono i presupposti per ottenere la rettifica gratuitamente? (salvo le spese di registrazione naturalmente)

    Ps:in tutto ciò ho anche ricevuto una diffida verbale dalla mia vicina, la quale, ben sapendo che la mia venditrice non aveva questa particella inserita e di fatto non risultava proprietaria dei 2/3, sta facendo la furba per accaparrarsi il tutto.

    Ps2: ho fatto la visura catastale e l'unico proprietario risulta essere ancora il primo...
     
  2. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Secondo me la tua venditrice ti ha raccontato una bella storiella. Da come descrivi hai poco da rettificare.

    Smoker
     
  3. mmg

    mmg Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    :confuso::confuso::confuso: mmm..però anche il primo proprietario (da ora lo chiamiamo Giorgio), con cui ho parlato personalmente, mi ha confermato che quella terra l'aveva lasciata come corte comune ed è rimasto spiazzato nell'apprendere che era ancora intestata a lui per intero. Inoltre ieri ho fatto visita allo studio tecnico che si occupò delle varie divisioni ed anche lì la stessa conferma; vorrei specificare che la venditrice non se ne sta lavando le mani,anzi, è disponibile a risolvere il problema anche a costo di sganciare euri...a questo punto non so...
     
  4. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Verifica cosa c'è scritto in merito nel rogito di vendita da giorgio alla tua venditrice, poi andate dal tecnico che si occupò delle divisioni e assistiti da lui andate dal notaio dove hai rogitato per farvi dire come risolvere il tutto. Per chi deve pagare la rettifica la vedo dura penso che dovreste uscire gli euri.
     
  5. mmg

    mmg Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Di nuovo io, visto che a fronte di notizie nuove, sorgono dubbi nuovi. La particella "contestata" è 1303 ed è un terreno di 2300mq che Giorgio non ha mai venduto nè alla mia venditrice nè alla vicina Barbara per lasciarci i cavalli in attesa del trasloco definitivo (onde evitare di vedere le bestiole buttate per strada), avvenuto il quale l'ha lasciata "in gestione" come corte comune senza fare più ritorno su questa proprietà. Intanto sul terreno esiste una servitù di passaggio in quanto è l'unico modo per raggiungere la strada, ma l'unico proprietario era ed è Giorgio: e ciò è confermato anche dalla conservatoria. Ora, siccome ho fatto a Giorgio la proposta di vendermi la terra e lui ha accettato, sono andata dal mio notaio di fiducia a chiedere spiegazioni su questa "ambiguità" e sono venuta a sapere che il diritto condominiale si può avere solo su parti comuni non censibili e non di certo su proprietà altrui....allora come è stato possibile questo fatto? C'è una bella differenza tra lo scrivere "servitù di passaggio sulla particella 1303" e - dall'atto di Barbara - " sull'area individuata dalla particella 1303 i diritti condominiali spettanti agli acquirenti sono pari ad 1/3": non posso credere che il notaio abbia "confuso" la terminologia...voi che ne pensate? E' stato appurato che la terra la posso comprare tranquillamente senza avere problemi, però vorrei capire come inquadrare questa cosa.

    Grazie di nuovo

    PS: una volta Barbara disse "combatto per questa terra perché ho sganciato 1500€ in più per farmi mettere 'sta cosa nell'atto" ...non saprei come interpretare queste parole...e tra l'altro leggo sul portale studiocataldi.it "un terreno di proprietà di 2,3 o più persone è soggetto alla disciplina della comunione e mai potrà essere oggetto di disciplina condominiale": figuriamoci che quì il proprietario è sempre stato uno solo...sarà una parola grossa,ma è possibile parlare di una sorta di truffa?

    [Specifico che sul terreno in questione non esistono fabbricati:solo terra,alberi e tanta erbaccia]
     
  6. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Vedi di trovare questo compromesso, poiche giorgio non l'ha venduta ufficialmente a nessuno ma che ha passato soltando il diritto del passaggio vedete di mettervi d'accordo e procedete in questo modo, fate redigere da un tecnico in comune un frazionamento del terreno che lodividi inpati uguali e poi fatevi vendere ciascuno la propria particella scaturente dal frazionamento.

    Il notaio penso che non abbia confuso la terminologia ma piuttosto giorgio non era a conoscenza che tale terreno aveva una particella a se e non era bene accessorio o comune agli appartamenti.
    Ciao Salves;)
     
  7. mmg

    mmg Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Intanto il terreno ce lo stiamo comprando io e mio marito :fico: per fare spartizioni è tardi, perché la vicina, tramite intervento di un geometra, è convinta di averne 1/3 e poiché io non ho niente allora è automaticamente tutto suo (escludendoci completamente :shock: ancora mi chiedo come ci siamo arrivati a questo punto :shock: ) - il tutto avvenuto in maniera abbastanza rude. A niente sono valse le nostre spiegazioni, cos' abbiamo lasciato perdere per non scatenare una guerra. Cmq Giorgio sapeva benissimo le cose come stavano (anche se ci ha messo un pò a ricordare) ed anche la mia venditrice si è "ricordata" per bene della storia solo dopo che io l'ho scoperta. L'importante è che la terra è vendibile senza che io abbia problemi (tra l'altro io avrei dovuto comprare i 2/3, tanto vale acquistare per intero e non parlarne più :sorrisone: )
     
  8. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Bene quello che ti avevo suggerito io era al solo scopo di evitare liti legali ma se già stai procedendo ad una tua soluzione che ben venga.
    Ciao salves:stretta_di_mano:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina