1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ambrogia79

    ambrogia79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    dovendo fare un compromesso per l'acquisto di un'abitazione l'agente immobiliare mi chiede se desidero pagarlo a conto prezzo o come caparra confirmatoria.. Se ho capito bene come caparra confirmatoria si paga solo lo 0,5 % dell'importo in tasse, mentre come acconto si paga il 3%.
    Perfavore qualcuno mi sa dire perchè dovrei pagare a conto prezzo se la caparra confirmatoria conviene economicamente e lega sia venditore che acquirente alla compravendita?
    Grazie.
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    bhe' la caparra confirmatoria lega molto di piu' acquirente e venditore........................rispetto all'acconto prezzo.
    non c'e' paragone.
    comunque c'e' anche la caparra penitenziale (che io preferisco).
     
  3. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    La differenza tra caparra confirmatoria e acconto prezzo è :
    Caparra confirmatoria (art. 1385 c.c.) - in caso di recesso la parte lesa può richiedere , l'adempimento del contratto, l'annullamento del contratto o applicare il diritto di ritenzione ( per il venditore ) o la restituzione del doppio ( per il compratore ) oltre eventuali danni , è meglio usarla specie se si fanno ulteriori versamenti prima del rogito.
    Acconto prezzo - in caso di recesso non c'è applicazione di penale e si restituiscono i soldi, salvo la richiesta di danni da parte di chi si ritiene tale.
    Caparra penitenziale (art. 1386 c.c.) viene già stabilita la penale nel caso di recesso ( la caparra) e come per la confirmatoria si applicherà il diritto di ritenzione o la restituzione del doppio, senza null'altro a pretendere.
    Sostanzialmente la confirmatoria ti consente di optare , l'acconto è un " abbiamo scherzato amici più di prima " e la penitenziale ti punisce " de facto ". Spero di essermi spiegato.
    Fabrizio
     
    A 47franco, Sim e ccc1956 piace questo elemento.
  4. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' vero che si cerca di risparmiare sempre, ma acquistando un'immobile devi mettere in conto alcune spese.
    La registrazione con pagamento dell'imposta allo 0,50% o al 3% è comunque una somma che vai a recuperare in sede di atto notarile.
    Perdi comunque 168 euro di imposta fissa ed il costo delle marche da bollo.
    A prescindere dalle spese, acquistando un immobile, è sempre meglio cautelarsi.
    Se versi una somma X e la imputi in acconto al prezzo, in caso di non successo della compravendita la stessa ti deve essere restituita e non puoi pretendere eventuali danni subiti.
    Se invece imputi la somma a titolo di caparra confirmatoria, in caso di ripensamento da parte tua, perdi la somma consegnata. Se invece recede la parte che ha ricevuto, questi deve restituirti il doppio della somma che hai versato.
    Tutti e due, se avete subito dei danni a causa del recesso dell'altra parte e la somma al doppio non vi soddisfa, potete chiedere i danni o che il contratto abbia seguito con la compravendita.
    Se la caparra è in forma penitenziale, il concetto è uguale alla confirmatoria ma non potete pretendere danni o che venga obbligata la compravendita.
    E' indubbio che la caparra confirmatoria è più garantista per le parti.
     
    A 47franco, Sim e ccc1956 piace questo elemento.
  5. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Scusa antonello , con l'acconto prezzo si può fare richiesta di danni , anche se in separata sede.
     
  6. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si, è possibile ma senza grande tutela.
     
  7. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    La caparra penitenziale è soggetta alla tassazione del 3% :affermazione:

    Sempre e ovunque caparra confirmatoria :ok:, quando è possibile:affermazione:
     
    A 47franco e pensoperme piace questo messaggio.
  8. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    La fonte?
     
  9. Chimera

    Chimera Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti...sono in trattativa per un immobile per cui non è stato fatto un compromesso in presenza di un notaio o di agente immobiliare, ma ho fatto un assegno di 1000 euro intestato ai venditori per bloccare la casa poichè inizialmente eravamo tra privati ...loro non mi hanno fatto firmare alcun foglio anzi hanno incassato l'assegno dandoci il permesso di entrare nell'immobile e cominciare a fare i lavori di ristrutturazione e di riallaccio acqua e luce...tutto questo un mese prima del rogito che ad oggi non è stato portato a termine poichè è presente un corpo abusivo...noi abbiamo fatto i lavori su questo corpo perchè nn sapevamo dell'irregolarità scoperta al rogito...ci vogliono denunciare per violazione e possesso di domicilio e vogliono pagati i danni per aver ristrutturato il corpo abusivo???Ci hanno dato il permesso ed è stato ribadito al momento del rogito davanti il notaio..cosa rischiamo?L'assegno dato ai venditori vale qualcosa senza aver firmato alcun foglio?Cordiali saluti
     
  10. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Antonello, mi caschi sulla caparra penitenziale, anche l'ultimo agente immobiliare sà che la tassazione in fase di registrazione di una scrittura privata non autenticata è del 3%.

    "la caparra penitenziale rappresenta, invece, non una cautela contro l’inadempimento, ma il corrispettivo per l’attribuzione della facoltà di recesso. Per quanto concerne l’applicazione dell’imposta di registro, va detto che, non essendo espressamente contemplata dalla nota all’articolo 10 della Tariffa, non può trovare applicazione il rinvio all’articolo 6 della Tariffa stessa. Tenuto conto del carattere accessorio ed eventuale della clausola penitenziale, in quanto non connessa con un rapporto di derivazione necessaria alle disposizioni proprie del preliminare, e del suo contenuto patrimoniale che esula anche dal campo di applicazione dell’IVA, si ritiene debba trovare applicazione l’articolo 9 della Tariffa, che disciplina, in via residuale, tutte le disposizioni non altrove previste che manifestino un contenuto patrimoniale, con conseguente applicazione dell’aliquota proporzionale del 3 per cento (si richiama la risoluzione n. 310388 del 18/06/1990)."
     
  11. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    loro non lora

    ciao, non vedo il motivo della denuncia per violazione ecc. se vi hanno autorizzato loro.
    L'assegno da loro riscosso proverebbe il contratto (verbale) anche se non è valido.
    E' un bel pasticcio, dovrebbero essere loro a pagare i danni a te, Auguri
     
  12. zenoni

    zenoni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    gli accordi impostati su di una stretta di mano oggi sono mooooolto pericolosi!
    Scrivere, scrivere, scrivere sempre e tutto. verba volant.......

    Aggiunto dopo 3 minuti :

    ..e se dopo che la casa è stata ristrutturata ed è diventata bellissima gli attuali proprietari decidono di non vendertela più?..... si ritrovano l'immobile nuovo e magari, se sono buoni ti restituiscono i 1000 euro!
     
    A panzer e ccc1956 piace questo messaggio.
  13. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    si, proprio un capestro. soprattutto per il venditore a cui bloccano la casa per 5k euro.
    se succedono inconvenienti..........................
     
  14. Chimera

    Chimera Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ma resta il fatto che l'immobile è abusivo e ce lo vogliono vendere assumendocene noi le responsabilità...i lavori effettuati sul corpo abusivo sono stati inutili perchè verrà demolito se non c'è un condono...mi chiedo chi mi risarcisce questi danni? Ho affrontato spese di circa 10.000 euro...sapevo che era tutto in regola..anche l'agenzia, che è spuntata dopo, mi ha garantito la regolarità dell'immobile...la mia caparra di 1000 euro(se così si può chiamare) in accordo col venditore il quale ha accettato senza problemi, non mi garantisce nulla?quali sono i miei diritti in merito?
     
  15. zenoni

    zenoni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Sai, hai fermato un immobile senza scrivere nulla, hai fatto lavori di manutenzione ordinaria sull'immobile di un altro senza avere un documento che ti immettesse nel possesso o un accordo....dimostrabile! gli AI servono a tutelare entrambi o quantomeno a verificare le regolarità e conformità di un immobile (lo stato di fatto lo confronti sempre con la scheda catastale ) Comunque, avendo solo pochi elementi da considerare, penso che forse necessiti la consulenza di un legale che minacci querele e richieste di risarcimenti a tutti. (sempre che abbia gli elementi per poterlo fare)
     
    A Roby e Sim piace questo messaggio.
  16. Chimera

    Chimera Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Abbiamo già preso un legale...la situazione è un pò strana...oltre ad essere stati presi in giro sulla regolarità dell'immobile...il torto è pure nostro???vendere immobili abusivi penso sia illegale...la legge tutela chi le va contro?da premettere che per fare i lavori di ristrutturazione ci siamo rivolti ad una ditta edile che può dimostrare le spese con fatture...il venditore ha detto al notaio oltre a noi che era tutto in regola e l'atto non è stato fatto per la mancanza dei documenti di sanatoria...risarcire noi i danni a loro è un delirio...:disappunto:
     
  17. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Certo che lo è, ma è molto più difficile dimostrare di avere ragione quando non c'è nulla di scritto...

    Secondo me, sarà chiarissimo che avrete ragione, ma contro la malafede si combatte male senza pezze d'appoggio...

    Come mai non avete fatto nemmeno due righe, almeno per la ricevuta dell'assegno ?

    Silvana
     
  18. jacopoge

    jacopoge Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Come puoi immaginare qualsiasi accordo verbale è di difficile accertamento in sede giudiziale. E' sempre la tua parola contro quella della controparte.
    Per come appaiono le cose tu hai dato 1000€ (caparra? acconto prezzo? canone di locazione? prestito? regalo?), fatto lavori sulla casa di qualcun altro (chi ti aveva autorizzato? ed in che termini?).
    Per di più se tu anche avessi rogitato saresti anche responsabile dell'abuso realizzato...

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    Uno passa ore in un negozio per comprare un telefonino e poi si compra su una stretta di mano un immobile.
    Non è solo questione di fiducia, ma se al venditore capitasse qualcosa? vai a spiegare agli eredi che ti aveva promesso di vendere?
     
  19. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    Sono d'accordo con Antonio Troise, ma la domanda di Antonello è meno banale del previsto. Altre fonti, infatti, citano cose diverse. Ad esempio, qui si dice che "La caparra penitenziale invece è soggetta ad imposta di registro in misura fissa."
    In altri casi la si è assimilata alla caparra confirmatoria, quindi 0,5%.

    La maggior parte delle fonti consultate propendono per il 3%, però. Ammetto che un po' di incertezza l'ho anch'io... sentirò un notaio.

    In ogni caso, non sposo in pieno la teoria del
    . Credo che in molti casi, specifici, la penitenziale abbia una sua validità di esistere. Del resto le imposte di registro, vengono recuperate in sede di rogito, quindi non sono a fondo perduto.
     
  20. Chimera

    Chimera Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ma i documenti del loro immobile li hanno dato in mano a noi per portarli al notaio...tutti tranne quello di sanatoria che hanno assicurato di portarlo al rogito...come faccio ad avere i documenti in mano?di sicuro non li ho rubati!!!Quando abbiamo fatto l'assegno gli è stato chiesto se occorreva firmare qualcosa ma questa richiesta è stata presa come una mancanza di fiducia...le loro parole sono state:"Potete iniziare i lavori, fare tutto ciò che volete, la casa sta per voi, tanto il prox mese facciamo il rogito", poichè si aspettava l'erogazione del mutuo...noi abbiamo agito in buona fede e loro hanno fatto la "furbata"di non presentare il foglio al rogito...mettendoci in grosse difficoltà...la testimonianza del notaio può essermi utile no?D'altronde è stato lui a fermare il rogito...i venditori adesso minacciano di comprare l'immobile irregolare al prezzo che dicono loro e se ci rifiutamo dovremmo pagare le loro spese legali???parole del loro legale...di solito non è un giudice che decide chi ha torto e chi no?:shock:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina