1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. crash

    crash Ospite

    Buongiorno a tutti!
    Mi trovo in una brutta situazione e mi sarebbe davvero d'aiuto sentire qualche parere al riguardo.
    L'acquirente ha firmato la proposta di acquisto irrevocabile stampata dall'agenzia, io venditore firmo l'accettazione, prendo l'assegno di caparra confirmatoria (che costituisce contratto preliminare) ma aggiungo una correzione a penna riguardo gli standard degli impianti dell'immobile, più che una correzione è un'aggiunta.
    Ora le cose si complicano: l'acquirente ha firmato questa proposta di acquisto perchè a sua volta avrebbe dovuto vendere il proprio immobile ma questo all'estero, dove dopo aver firmato la proposta di acquisto l'acquirente ha comunque diritto di recesso, e così è avvenuto. Trovandosi ora con un contratto da adempiere, senza aver realizzato la vendita, cerca di invalidarlo attaccandosi all'aggiunta fatta a penna e non controfirmata da lui.
    I termini per l'adempimento sono già scaduti da mesi. Ora l'agenzia pretende la mediazione da entrambe le parti.
    Io senza nessuna colpa mi ritrovo a dover pagare l'agenzia (la caparra che ho accettato non copre le spese), l'immobile non venduto e a quanto pare non posso nemmeno venderlo ad altri finchè "l'acquirente" non mi firma una liberatoria.
    Come mi devo comportare? E' possibile annullare questo contratto?
     
  2. Seya

    Seya Membro Attivo

    Altro Professionista
    qualora fosse vero, che l'acquirente si sia appellato alla forma scritta aggiuntiva, vuol dire che l'agente non ha mediato per bene, perchè bastava appunto comunicare alla parte acquirente di quest'aggiunta e non si sarebbe arrivato a sti termini.
     
    A Sim, Giuseppe Di Massa e PyerSilvio piace questo elemento.
  3. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Che intendi?

    Comunque, secondo me le cose sono due, o la proposta è valida perché la clausola non era rilevante, e allora hai diritto a proseguire e l'agenzia ha diritto alla provvigione, oppure è rilevante e la proposta valeva come controproposta.
    Ergo il proponente ha diritto di riavere i soldi della caparra indietro ma l'agenzia secondo me non ha titolo a chiedere la provvigione, non essendo stata controfirmata la nuova proposta dall'acquirente.

    Poi boh... @Avv Luigi Polidoro che ne pensi?
     
    A FraAg.Milano, Tobia, Sim e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  4. crash

    crash Ospite

    L'acquirente era a conoscenza dell'aggiunta a penna, ma ora vuole invalidare il tutto perchè lui non ha realizzato la sua vendita e non può più comprare, usando questo come scusa. A me andrebbe bene che si annullasse tutto, trovandomi anch'io a dover pagare l'agenzia senza aver venduto.
    Lui può appellarsi a questo?
    Grazie per la risposta.
     
  5. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    e tu cosa hai fatto alla scadenza dell'adempimento?
    Oggi si appella all'aggiunta della proposta? Perché oggi e non prima?
     
  6. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    no, lo doveva fare subito
     
    A caffenero e Seya piace questo messaggio.
  7. Seya

    Seya Membro Attivo

    Altro Professionista
    la proposta è stata formulata male a questo punto, sarebbe dovuta essere con vincolo all'ottenimento della vendita della propria abitazione, nn c'è stata nessuna traccia di sta cosa, indi è inadempiente l'acquirente
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  8. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Lo puoi dimostrare davanti al giudice?
    Altrimenti temo non sia molto utile.
     
    A Sim e Avv Luigi Polidoro piace questo messaggio.
  9. crash

    crash Ospite

    alle condizioni della proposta, dove diceva che l'immobile doveva essere in regola con le leggi vigenti in materia d'impiantistica....io ho aggiunto: riferendosi agli standard nel momento in cui furono installati.
    Cosa alquanto ovvia, ma mi è stato consigliato di aggiungerlo.
    Non credo che sia una cosa invalidante, ma l'acquirente dice che comunque lui non l'ha firmata
     
  10. Seya

    Seya Membro Attivo

    Altro Professionista
    effettivamente non è rilevante, l'agente in questione cosa dice?
     
  11. crash

    crash Ospite

    L'agente guarda fa i propri interessi e vuole i soldi...
     
  12. crash

    crash Ospite

    ho inviato una diffida ad adempiere
     
  13. crash

    crash Ospite

    potrei fare una causa per adempimento, ma avendo lui i beni all'estero, diventerebbe lunga e dispendiosa
     
  14. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ok quando e cosa ha risposto. Devi illustrare i termini temporali per darti il giusto consiglio
     
  15. crash

    crash Ospite

    Ora io mi chiedo, al di là di quello che è stato aggiunto a penna che sia importante o meno, è corretto farlo? si può invalidare? ripeto a me andrebbe bene in quanto uscirei da tutti questi problemi
     
  16. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Trova un accordo con l'acquirente.

    Se riesci a farlo in separata sede dall'agente immobiliare è meglio.

    La metà di quanto hai incassato resterà a te ed egli ti rilascerà la liberatoria definitiva.

    Per quanto riguarda le mediazioni, la questione è delicata.
    I rapporti sussistono tra te e la parte acquirente.
    Lui è, che dovrebbe costituire la provvista necessaria, consegnartela e tu andar pagando il mediatore.

    Gli avvocati in questo caso ci sguazzano.
    Necessita uscire al piu' presto da questa situazione.

    La legge, prevede che alla firma della proposta, bisogna emettere fattura.
    Se hai firmato la proposta una legittima fattura nei tuoi confronti è già pronta, ciò aldilà delle firme scarabocchiate prima o dopo la firma della proposta.

    Resta tuttavia pure l'obbligazione tra la parte acquirente e il mediatore.

    Con la metà della caparra vedi di riuscire a chiudere i rapporti con l'intermediario ed esci in via definitiva da questo groviglio.


    Per ottenere il tuo obiettivo, puoi renderti disponibile con il mediatore a collaborare, presenziare, fornire informazioni su quanto è accaduto durante la trattativa.
    Già il tuo parziale pagamento renderà aò mediatore la vita meno difficile nel recupero del suo credito.

    Restando disponibile a pagare il corrispettivo residuo dovuto all'agenzia, contestualmente e se l'acquirente, verrà obbligato ad ottemperare alle mediazioni.

    Se il mediatore deciderà di avanzare nell'azione di recupero e riuscirà a perseguire il suo fine, resterai disponibile.
    Diversamente, passato un periodo di tempo tra di voi concordato, la questione cadrà in prescrizione e sarai libero da ogni vincolo.
     
    Ultima modifica: 31 Maggio 2016
  17. crash

    crash Ospite

    L'acquirente non si è più fatto vedere e sentire...ho dovuto contattarlo io, e lui continua a dire che il contratto è nullo e che vuole andare davanti a un giudice, ma io temo di dover poi pagare agenzia e spese legali
     
  18. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Seya ha detto la cosa giusta, l'agente doveva fa "controfirmare" al proprietario questa accettazione non conforme. Ma davanti ad un giudice questa sacrosanta verità non vale nulla, di fatto non c'è stata accettazione integrale ma una "contro offerta", starà al giudice decidere se questa difformità incida solo sul prezzo di vendita o addirittura invalidi l'intero accordo. Problema: in Italia se parliamo di giudice parliamo di 5/6anni, durante i quali avreste entrambi una spada di Damocle sulla testa.
    Trovate un accordo, suggerisco di dargli più tempo per vendere il suo, ma firmate un nuovo contratto preliminare completo. Se si rifiutasse...avvocato di corsa.
     
    A Seya e Avv Luigi Polidoro piace questo messaggio.
  19. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Giuseppe c'è l'incasso della caparra.

    Spazza via ogni questione.

    Il negozio è concluso.
     
  20. crash

    crash Ospite

    La caparra è stata incassata ma nello stesso tempo ho fatto l'aggiunta a penna.
    Ma io temo che lui possa soltanto invalidare ciò che ho aggiunto non l'intero contratto o sbaglio?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina