• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ChiaraI

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno, sono incappata in un empasse dal quale non so come uscire.
Sto cercando una casa da qualche mese, e ne ho vista una perfettamente corrispondente alle mie esigenze, sia logistiche che economiche. L'agente immobiliare me l'ha fatta visitare più volte, rispondendo a tutte le mie domande, permettendomi di prendere misure, di lasciar giocare mio figlio in giardino...un idillio.
Sono andata in agenzia due giorni fa perchè volevo fare una proposta d'acquisto, ed ho chiesto alla titolare, la stessa cosa che avevo chiesto all'agente, ovvero, la possibilità di vincolare l'acquisto, alla vendita della casa nella quale attualmente vivo. In soldoni ho chiesto tempo tra compromesso e rogito per aver possibilità di vendere la mia, che pare essere un taglio molto richiesto in una posizione comoda. Mi è stato risposto che non sarebbe possibile, in quanto la casa è soggetta a pignoramento. Non era mai stata fatta menzione prima. L'immobile consiste in una grande villa, divisa in 5/6 appartamenti, che il proprietario si è impegnato a vedere per saldare il debito con saldo e stralcio.
Oltre ad aver agito in cattiva fede non menzionando il pignoramento, pensate sia un passo azzardato fare la proposta? C'è di mezzo un notaio (curatore fallimentare del proprietario), che prenderebbe in custodia sia l'assegno della proposta che del compromesso, ed in caso di insolvenza mi verrebbe ridato tutto? E' una possibilità che può verificarsi? Già una delle case è stata venduta.
Posso chiedere di dare una caparra bassa, tipo 5000 euro, per tutela?
Cerco altrove? Ho un bambino piccolissimo, devo fare passi certi.
 

TensioneLeone

Membro Attivo
Agente Immobiliare
L'acqusito di un immobile con pignoramento è possibile ma bisogna essere segutiti passo per paso da un professionista per non incorrere in errori. Mettiti in contatto con il curatore fallimentare e fatti spiegare bene quali sono gli step.

Diversa la questione relativa a sottoscrivere una proposta d'acquisto vincolata alla vendita del proprio immobile. Io non la prenderei mai in considerazione.
Tu accetteresti una proposta d'acquisto di casa tua vincolata alla vendita dell'immobile di proprietà della persona che ti sta facendo l'offerta?
 

ChiaraI

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
L'acqusito di un immobile con pignoramento è possibile ma bisogna essere segutiti passo per paso da un professionista per non incorrere in errori. Mettiti in contatto con il curatore fallimentare e fatti spiegare bene quali sono gli step.

Diversa la questione relativa a sottoscrivere una proposta d'acquisto vincolata alla vendita del proprio immobile. Io non la prenderei mai in considerazione.
Tu accetteresti una proposta d'acquisto di casa tua vincolata alla vendita dell'immobile di proprietà della persona che ti sta facendo l'offerta?
era un suggerimento che mi era stato dato in precedenza, non ne ho bisogno, avrei potuto acquistare anche senza quella clausola, tanto che stavo già scrivendo la proposta, ma quando ho sentito che è l'immobile è pignorato, ho desistito. Non era dunque una clausola necessaria, solo accessoria, se mi avessero detto semplicemente di no, non avrei battuto ciglio.
 

TensioneLeone

Membro Attivo
Agente Immobiliare
era un suggerimento che mi era stato dato in precedenza, non ne ho bisogno, avrei potuto acquistare anche senza quella clausola, tanto che stavo già scrivendo la proposta, ma quando ho sentito che è l'immobile è pignorato, ho desistito. Non era dunque una clausola necessaria, solo accessoria, se mi avessero detto semplicemente di no, non avrei battuto ciglio.
Ottimo. Allora segui quanto ti ho scritto nella prima parte , se l'immobile ti interessa. Ma sentiti con il curatore fallimentare
 

ChiaraI

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Doppiamente imprudente (eufemismo), specie nella tua situazione.
Prima si vende, poi si compra. A costo nel frattempo di andare a vivere altrove.
Posso comprare anche senza vendere, la mia paura riguarda la possibilità che venga revocato l'atto di acquisto, e che mi tocchi quel punto cercare altrove una sistemazione di fortuna, cosa che con un bimbo piccolo non mi sento di fare. Chiedo se sia pratica comunque comprare e vendere case pignorate e chiedo se sia normale non farne menzione.
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
D'accordo, ma affermi che hai un bambino e vuoi fare passi certi.
A me invece sembra che ti piaccia l'azzardo e che siano passi molto incerti.
 

TensioneLeone

Membro Attivo
Agente Immobiliare
La colpa che do all'agenzia è quella di non aver fatto menzione del pignoramento durante le 3 visite alla casa. Il discorso è venuto fuori per la domanda che ho fatto mentre scrivevo la proposta.
Onestamente non mi metterei a dare informazioni sensibili a tutti i clienti che vengono a visitare un immobile. Lo faccio solo con chi si sta per impegnare a sottoscrivere un'offerta , spiegandogli bene la questione ed illustrandogli tutti i passaggi da fare per raggiungere l'acquisto. Questo ovviamente prima che si sottoscriva l'offerta e non dopo
 

TensioneLeone

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Però il pignoramento è una cosa importante. Se al telefono mi dici che un immobile è pignorato, passo direttamente all'immobile successivo, manco ti faccio perdere un'ora per la visita.
Il pignoramento è importante in certi casi estremi ( valore del pignoaramento maggiore del valore dell' immobile , chi ha fatto il pignoramento , ecc)
Se io AI ho chiaro quali sono i passaggi fondamentali per arrivare all'acquisto di quell'immobile perchè precedentemente mi sono interfacciato con il curatore fallimentare , e appurato che la vendita sia fattabile , avviso il cliente acquirente nel momento in cui sta pensando seriamente a sottoscrivere una proposta.
C'è anche una questione di rispetto verso la parte venditrice che deve essere tutelata. Non vado a raccontare questioni personali al primo che passa
 

possessore

Membro Assiduo
Privato Cittadino
C'è anche una questione di rispetto verso la parte venditrice che deve essere tutelata. Non vado a raccontare questioni personali al primo che passa
Sono d'accordo, però vedi, la potenziale acquirente c'è rimasta un po' male.
Credo non sarebbe la sola che ci rimarrebbe male se dopo K visite soddisfacenti scopre che c'è un pignoramento in atto.
Come dire, mi fai vedere 10 mele splendide, quando sto per comperarle mi dici che sono bombate di esche topicide.
 

possessore

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Non vado a raccontare questioni personali
Comunque ci sono dei pubblici registri che annotano i pignoramenti, non credo sia una questione personale. Il promissario acquirente, se va a scavare a pagamento per conto suo e scopre questa cosa prima che gli venga detta, non ci resta proprio benissimo.
Io per esempio ho evitato in extremis l'acquisto di un box perché aveva "sopra" due ipoteche giudiziali, me ne sono accorto facendo le visure ma al telefono ovviamente non mi è stato detto niente.
 

sgaravagli

Membro Attivo
Agente Immobiliare
La colpa che do all'agenzia è quella di non aver fatto menzione del pignoramento durante le 3 visite alla casa. Il discorso è venuto fuori per la domanda che ho fatto mentre scrivevo la proposta.
perche dai colpa all'agenzia di questa cosa? ti è stato detto al momento opportuno, prima che facessi una offerta scritta... un bravo agente deve usare cura e tatto anche con i venditori.... sarebbe stato inutile parlare di questa cosa se non avessi manifestato l'intenzione di comprare.....

gli immobili con pignoramento si possono comprare cambia un po' la procedura è ovvio che chi non la conosce nel dettaglio (alcuni professionisti compresi) offrono consigli sbagliati...... probabilmente l'agente immobiliare che ti sta seguendo sà cosa sta facendo chiedi prima a lui/lei di spiegarti la procedura nel dettaglio e poi decidi....

in passato mi è capitato che un notaio ha fatto desistere (spaventandolo) un acquirente dall'acquisto di una villa pignorata.... il risultato è stato che questo acquirente ha perso caparra e provvigioni e dopo 3 settimane l'affare lo ha chiuso un altro acquirente comprando la casa dei suoi sogni al 20% in meno in piena sicurezza ovviamente il notaio era un altro.... molto più preparato
 

Giuseppe Di Massa

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Buongiorno, sono incappata in un empasse dal quale non so come uscire.
Sto cercando una casa da qualche mese, e ne ho vista una perfettamente corrispondente alle mie esigenze, sia logistiche che economiche. L'agente immobiliare me l'ha fatta visitare più volte, rispondendo a tutte le mie domande, permettendomi di prendere misure, di lasciar giocare mio figlio in giardino...un idillio.
Sono andata in agenzia due giorni fa perchè volevo fare una proposta d'acquisto, ed ho chiesto alla titolare, la stessa cosa che avevo chiesto all'agente, ovvero, la possibilità di vincolare l'acquisto, alla vendita della casa nella quale attualmente vivo. In soldoni ho chiesto tempo tra compromesso e rogito per aver possibilità di vendere la mia, che pare essere un taglio molto richiesto in una posizione comoda. Mi è stato risposto che non sarebbe possibile, in quanto la casa è soggetta a pignoramento. Non era mai stata fatta menzione prima. L'immobile consiste in una grande villa, divisa in 5/6 appartamenti, che il proprietario si è impegnato a vedere per saldare il debito con saldo e stralcio.
Oltre ad aver agito in cattiva fede non menzionando il pignoramento, pensate sia un passo azzardato fare la proposta? C'è di mezzo un notaio (curatore fallimentare del proprietario), che prenderebbe in custodia sia l'assegno della proposta che del compromesso, ed in caso di insolvenza mi verrebbe ridato tutto? E' una possibilità che può verificarsi? Già una delle case è stata venduta.
Posso chiedere di dare una caparra bassa, tipo 5000 euro, per tutela?
Cerco altrove? Ho un bambino piccolissimo, devo fare passi certi.
Non hanno agito in cattiva fede non menzionado il pignoramento prima che tu dichiarassi di voler fare una proposta, hanno correttamente agito nel rispetto della legge sulla privacy, perchè anche le informazioni pubblicamente reperibili con una visura non vanno diffuse senza una motivazione, vedere una casa non è una motivazione, volerla comprare si.
Devi tutelarti, prima di tutto accertandoti che non ce ne siano altre, poi fare in modo che non siano incassati soldi fino al rogito, momento in cui farai gli assegni al(oppure ai) creditore ed il rimanente al proprietario, ovviamente te l'ho espresso in sintesi, il notaio userà i termini tecnici, ciao.
 

miciogatto

Membro Senior
Privato Cittadino
C'è molta confusione nei termini.

Se c'è un pignoramento non c'è nessun curatore fallimentare.
Il curatore fallimentare, lo dice la parola stessa, si occupa di un fallimento e non di un pignoramento.

E se c'è un fallimento il curatore fallimentare non può essere un notaio ma piuttosto un commercialista o un avvocato.

Fallimento e pignoramento non sono la stessa cosa.

E siamo solo all'abc.

Trattare un acquisto in sicurezza con un pignoramento è certamente possibile ma occorre pazienza e preparazione sul campo.

Ma vedo pochi, pochissimi agenti immobiliari preparati sull'argomento.
E chi lo fa a volte lo fa con approssimazione, senza tener conto dei rischi perchè semplicemente non li conosce.

Con il fallimento è ancora peggio, molto difficile il saldo e stralcio.

A meno che non parliamo di asta fallimentare ma là chiunque può partecipare.
 

eldic

Membro Storico
Privato Cittadino
oltre ai punti che avete già sollevato, secondo me vanno appurate altre cose.
l'immobile è "una villa divisa in 5/6 appartamenti" (e già c'è un'approssimazione che, alla 2nda visita doveva non esserci più. ma transeat); sono 5/6 unità immobiliari con il loro subalterno o uno solo diviso "per comodità"?
chi (e in quanti) hanno effettuato il pignoramento? per che importo? al di là del pignoramento ci sono altri gravami?
 

sgaravagli

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Ma vedo pochi, pochissimi agenti immobiliari preparati sull'argomento.
E chi lo fa a volte lo fa con approssimazione, senza tener conto dei rischi perchè semplicemente non li conosce.
@Micio i pignoramenti per un AI dovrebbero essere ben conosciuti..... ce ne sono tanti... sai quante vendite perse pe un agente che non è in grado di muoversi?

comunque non penso che il tuo giudizio esposto sopra sia corretto......... io conosco tanti colleghi che lo sanno fare e pure bene.... anche meglio di altri professionisti che l'opinione comune riconosce come infallibili....

per i fallimenti non saprei dirti mi fido di cio' che affermi......... tuttavia anche in quel caso se studiata la materia si potrà acquistare in sicurezza........ il fine ultimo è incamerare denaro
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

fabiocaroli ha scritto sul profilo di il Custode.
salve cè possibilitá di pubblicare bannerini pubblicitari di un nuovo portale imm e costi grazie..i moduli richieste non funzionano!
Justyfra=G💝 ha scritto sul profilo di Avv Luigi Polidoro.
Buona sera Egregio Avvocato,le chiedo scusa per l’orario se la disturbo. Ho un problema di divisioni di beni di miei suoceri (ancora vivi) tra mio cognato e mia figlia adolescente, ma visto che suo padre cioè mio marito è deceduto tre anni fa, ma come vanno la divisione? Aiutatemi a capire.
Alto