1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. tntbug84

    tntbug84 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve,
    apro la discussione per un parere in merito alla situazione di acquisto che stiamo valutando assieme a mia moglie.
    Stiamo valutando l'acquisto di un appartamento a Roma il quale ha la seguente storia. Si tratta di un appartamento degli anni '50 circa, costruito come edilizia popolare ed assegnato. Successivamente è stato riscattato dalla proprietaria nel 1998. La proprietaria è deceduta e la casa è ereditata dai tre figli, i quali sono intenzionati a vendere. Attualmente l'appartamento ha il riscaldamento centralizzato e le spese di gestione del complesso abitativo in cui si trova, gestito tutto ancora dall'ATER del comune di Roma.
    Premesso che l'acquisto avverrebbe direttamente tra privati. Quali particolari attenzioni ci sono in merito, data la situazione ex ATER ed eredità, da tenere presente e valutare in termini di burocrazia?
    Al momento non abbiamo fatto nè offerte, nè tantomeno compromessi.

    Attendo fiducioso
    Grazie mille
    Gabriele
     
  2. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Le risposte le trovi nell'atto di acquisto fatto dalla povera DeCuius

    Solitamente L'Ater pone dei vincoli sull'alienabilità futura riferita al primo atto
    divieto di alienazione decennale ... ridottoa 5 anni nel verificarsi di determinate condizioni (aumento del nucleo famigliare ... trasferimento per cause di lavoro ... etc )

    Quindi la parte acquirente riferito all'atto fatto con l'Ater (per intenderci il tuo venditore eo suoi aventi causa "eredi" devono comunicare alla parte venditrice ATER la volontà di vendere inquanto quest'ultima ha la facoltà di esercitare il diritto di prelazione.

    Solitamente e difficilmente l'Ater eserciterà tale diritto se pensi che ancora in tantissime zone gli alloggi Ater sono locati a prezzi ridicoli ad altri addirittura occupati senza titolo.

    Però "credo" che la vendita seguendo l'Iter giusto si può perfezionare tranquillamente e i tuoi venditori sicuramente dovranno pagare all'Ente una cifrà X per alienare a terzi l'immobile.

    Ti consiglio di farti assistere da un professionista preparato in materia e pretendere l'assenso dell'Ater prima di perfezionare l'acquisto.

    Questo è un bene
    Prova ad immaginare se l'amministrazione compresa la gestione delle aree comuni fosse tenuta da un amministratore esterno e soprattutto pensa ai condomini ed inquilini morosi od occupanti senza titolo frequenti nella tipologia di Edilizia Economica popolare.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  3. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ps. Garbatella?
     
  4. tntbug84

    tntbug84 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Tufello...
    Grazie mille per le info. Interessante il diritto di prelazione da parte di Ater, infatti temevo proprio questo quando il proprietario mi ha detto che nel momento in cui ci accordassimo alla vendita, lui deve pagare una somma all'Ater.
    Nel caso di acquisto, la conferma di Ater a non esercitare il diritto é meglio averla prima anche di un eventuale compromesso?
    Per le spese condominiali sono un po scettico perché per 65mq commerciali, 160euro mensili
    sono davvero parecchi.
     
  5. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Nell'ambito dei condomini ATER non è neanche sto gran ché... ce ne sono certi (gestiti non più dall'ente) veramente allucinanti.
     
  6. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sottoscrivo al 100% quanto scritto da @ingelman . Tre mesi fa c'è stato il rogito per un appartamento ex- Ater che ho venduto (alla Garbatella! :^^:), e le cose sono andate esattamente così.
    Non c'è stato nessun problema per quanto riguarda la prelazione (per inciso, per un appartamento di 90 mq si è trattato di circa 9.000 euro), e la vendita si è svolta tranquillamente. :ok:
    Effettivamente 160 euro al mese sono un enormità, a meno che non si tratti di un edificio con 10 condomini con portiere e parco ma, trattandosi di Atr, non credo sia il caso; accertati che non ci sia qualche spesa pregressa da recuperare!
     
    A Bagudi e ingelman piace questo messaggio.
  7. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Fiuuuuuu !!!!!! mi sollevi da preoccupazioni
    ne sto giusto giusto per vendere uno :)
     
  8. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    :sorrisone:
    L'unica cosa da tener presente è che fra una cosa e l'altra per avere i conteggi da Ater ci vogliono un paio di mesi!
     
  9. tntbug84

    tntbug84 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Rispolvero la discussione, dato che siamo in prossimità di conclusione.
    Volevo chiedere, in merito al fatto che l'appartamento è stato ereditato dai tre figli della signora deceduta, c'è qualche dettaglio a cui prestare attenzione? La banca per l'erogazione del mutuo potrebbe creare problemi?
    Grazie
     
  10. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Credo proprio di no. Al di là dell'estinzione del diritto di prelazione (e della liberatoria del condominio che, essendo ATER, non è facilissima da ottenere) è una normalissima vendita. I venditori, ovviamente, dovranno aver effettuato la successione all'Agenzia delle Entrate e l'accettazione tacita dell'eredità, ma di questo ti informerà il Notaio! :ok:
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  11. Overlook Hotel

    Overlook Hotel Membro Junior

    Privato Cittadino
    l'immobile pervenuto per successione è perfettamente vendibile senza problema alcuno.
    come ti è stato detto occorre che il proprietario abbia ottenuto dall'ater la "rinuncia al diritto di prelazione",la cosa comporta un consistente esborso(è rapportato alla rendita catastale,io ho pagato a fronte di rendita 560 la bellezza di 7.000 euro) e tempi burocratici i più vari(da noi 30 gg,in altre parti del Paese ho sentito di anche 6 mesi).

    la banca non ti da il mutuo se prima non gli porti la fattura relativa al pagamento del balzello succitato,quindi io non farei mai un preliminare in assenza di quel documento.
     
  12. mariachiara90

    mariachiara90 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buona sera, devo farvi una domanda pratica, ma gli immobili gestiti da Ater senza contare che la nostra e una palazzina data in concessione alle poste italiane!non devono rispettare la nuova delibera di tronca sui prezzi massimi di vendita? La nostra vecchia proprietaria ha pagato il diritto di prelazione, noi ora possiamo vendere a prezzo di mercato( come abbiamo acquistato)!?o dobbiamo avere il benestare del comune? Grazie in anticipo
     
  13. Overlook Hotel

    Overlook Hotel Membro Junior

    Privato Cittadino

    tronca?cosa significa?
     
  14. mariachiara90

    mariachiara90 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Per quanto riguarda il prezzo massimo stabilito per legge per vendere la casa a libero mercato in diritto di superficie
     
  15. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A ingelman piace questo elemento.
  16. superxtrim

    superxtrim Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    A ptopodito di rogitazione. Ma l'ater, oltre chiedere saldi e soldi relativi la"alienazione diritto prelazione",ed anche a fronte di questo importante obbligo, si fa parte diligente di fornire la Agibilità dell"unità immobilidare ..altrimenti impossibile da chiedere/ottenere?
     
  17. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Direi di no.
     
  18. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ma infatti non penso proprio.
    Tra l'altro non c'è collegamento con l'estinzione del diritto di prelazione.

    Oltretutto anche incluso il diritto di prelazione ho sempre visto questi appartamenti passare a prezzi da regalo, quindi non c'è comunque molto da lamentarsi da parte degli acquirenti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina