1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. santabig

    santabig Membro Junior

    Altro Professionista
    Salve,
    sono con mia moglie proprietario di un appartamento sul quale c'è un mutuo, abbiamo la possibilità di acquistare l'appartamento adiacente e stiamo per raggiungere accordo con il vicino. L'operazione che vogliamo fare è chiaramente unire i due appartamenti, surrogare l'attuale mutuo a cui aggiungere somma dell'appartamento in acquisto in modo da emettere un unico Mutuo ex novo agli attuali tassi agevolati. La banca dovrebbe emettere ipoteca sul valore dei 2 appartamenti uniti, in tal modo l'ammontare del nuovo Mutuo corrisponderà al 77% del Valore dell'intero immobile e usufruiremo del tasso fisso attualmente agevolato. Chiedo agli esperti se fattibile tale operazione, ho fissato appuntamento con le banche quindi vorrei arrivarci informato e pronto a discuterne. Altra domanda dovesse andare in porto pratica Mutuo sopracitata, al Rogito la banca può staccare assegno circolare al Venditore dell'appartamento adiacente o bisogna attendere l'accorpamento catastale? Grazie in anticipo dei consigli e commenti
     
  2. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    L'accorpamento catastale lo potrete effettuare solo dopo esser divenuti proprietari...
     
    A Seya piace questo elemento.
  3. santabig

    santabig Membro Junior

    Altro Professionista
    ...quindi può la banca emettere nuovo mutuo, surrogando quello attuale e coprendo il valore del secondo appartamento con emissione IPOTECA sull'intero immobile? Si può arrivare al Rogito con impegno scritto e controfirmato dal Notaio e noi Compratori alla Banca di unire quanto prima i 2 appartamenti? La banca al Rogito può consegnare l'assegno al Venditore? Grazie ancora
     
  4. santabig

    santabig Membro Junior

    Altro Professionista
    Salve,
    siamo riusciti ad acquistare con uncio Mutuo (estiguendo quello precedente) l'appartamento adiacente a quello di prorietà con conseguente accorpamento catastale con aggiornamento al Catasto il 13 Giugno 2017. Vorrei delle delucidazioni prima di recarmi al Comune per questione TARI e soprattutto IMU. L'appartamento è stato da atto notarile acquistato il 4 Nov 2016 mentre il 17 il nostro tecnico ha aperto CILA al Comune per lavori di apetura porta comunicante e delle piccole opere murarie; i lavori sono finiti con conseguente chiusura CILA il 12 Giugno 2017. Il Comune mi invia doppia TARI, tributo da pagare per appartamento di Proprietà e tributo per appartamento adiacente ma io ho avuto accesso all'appartamento adiacente solo dal 1 Giugno come comportarmi sul pagamento? Devo sottolineare che da Novembre 2017 ho intestato a mia moglie allacciamento acqua e gas dell'appartamento adiacente avendo caldaia dedicata mentre utenza elettrica ho staccato contatore e fatto passaggio cavi sul contatore (potenziandolo)dell'appartamento di proprietà. Per uqnato riguarda IMU, mi sono recato al Comune e l'addetto allo sportello tributi IMU non è sicuro su come muoversi, mi informa che (probabilemnte) devo pagare IMU come seconda casa da Nov16 al Giu17 per l'appartamento acquistato ma informandomi da conoscenti avendo una pratica aperta in atto per lavori di manutenzione straordinaria non dovrei pagare nulla essendomi da atto notarile impegnato e conseguentemente aperto e chiuso CILA entro l'anno ad unire i 2 appartamenti per avere agevolazioni 1ma casa. Vorrei gentilmente avere un vostro responso e commento. Grazie come sempre della cortese attenzione, saluti
     
    A dado83to piace questo elemento.
  5. dado83to

    dado83to Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve santabig,
    Anche noi vorremmo acquistare l'appartamento adiacente però la banca ci ha detto che non è possibile rinegoziare il mutuo con le agevolazioni prima casa, occorre comprare l'immobile accanto con mutuo seconda casa e poi fare l'accorpamento. Voi come avete fatto?
     
  6. santabig

    santabig Membro Junior

    Altro Professionista
    Ciao Dado, bisogna chiedere alla banca giusta. La mia banca disse che non poteva farlo quindi ho trovato quella che ha aderito a fare l'operazione cioè BPER Banca se mi scrivi in privato posso passarti riferimenti Consulente che mi ha seguito e discuterne con loro direttamente. Saluti
     
    A CheCasa! piace questo elemento.
  7. CheCasa!

    CheCasa! Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    L'IMU si calcola su base mensile ed ai fini delle imposte ci si riferisce al catasto. Per come la vedo io, per i mesi in cui l'immobile adiacente è risultato un'unità a sè stante, non può essere fiscalmente considerato accorpato al primo appartamento.
    Ne' lo si può considerare tale per il comune sino alla chiusura dei lavori.

    Per quanto riguarda la TARI, molti comuni normalmente non ne richiedono il pagamento se l'immobile risulta privo di arredi con utenze distaccate... non mi pare che questo sia il vostro caso.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina