1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. giustina26

    giustina26 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sto con un uomo divorziato che ha una figlia di 12 anni; dopo la separazione dalla moglie sia lui che la figlia sono andati a vivere dai genitori di lui. Ora stiamo per comprare un appartamento per andare a viverci insieme e tra un anno ci vogliamo sposare. La casa costa 165 000 euro, io metto 40000, il mio compagno 75000 e vogliamo prendere 65000 o 70000 euro di mutuo per pagare il resto della casa e coprire anche tutte le spese iniziali.Ora la mia futura suocera pretende che una parte della casa sia intestata anche alla figlia del mio compagno in quanto i risparmi che ha messo da parte ce li ha grazie al fatto che vive da loro e spettano anche alla figlia.Con questo vuole tutelare la bambina per il futuro.Capisco le sue ragioni e non voglio certo togliere nulla a sua nipote.Come dobbiamo dividere le percentuali della casa nella intestazione? Cosa succederà un giorno se la figlia del mio compagno ci chiede la sua parte e noi non abbiamo i soldi per pagarla?Dobbiamo vendere? Cosa succede se mio compagno dovesse morire? Anche qui sono costretta a vendere per darle la sua parte?Cosa succede quando nascono altri figli?Come posso tutelarmi per non dover lasciare quella casa magari dopo 20 anni, senza però togliere nulla alla figlia del mio compagno?Per me è ovvio che poi la eredita lei e se ci sono altri figli, la ereditano insieme in parti uguali.Non credo però che la mia futura suocera si accontenti della certezza dell'eredità.
     
  2. A prima riflessione mi sembra impossibile garantire tutte le ipotesi che hai delineato :
    -figli futuri
    -figlia primo letto
    -vedovanza
    Se è possibile, suggerirei di contrarre il matrimonio prima dell'atto di acquisto, In ogni caso, per garantire te, essere nell'atto costituita usufruttuaria vita natural durante.
    Cioè la nuda proprietà ai tre, l'usufrutto a te. ( a futura-suocera piacendo ).
    Spero che altri del forum trovino dei suggerimenti più validi.
     
  3. consulenzaroma

    consulenzaroma Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Dividete solo in 2 dando l'usufrutto alla figlia. E' tutelata ma non andate incontro ad una possibile causa civile futura se lei vi chiedesse la sua parte liquidata.
    In quel caso il giudice manderebbe la casa all'asta in caso di mancato accordo e ne perdereste tutti.
    Altrimenti ti consiglio di non mettere soldi.
     
  4. "consulenzaroma", ma non concordo con il tuo consiglio : dare l'usufrutto alla figlia significa che questa può mandare via di casa padre e compagna ( o seconda moglie) e "usufruire" dell'appartamento come crede ( abitarlo appena grande, affittarlo a terzi etc....
    L'usufrutto alla compagna/seconda moglie assicura a
     
  5. a questa di abitare od usufruire, vita natural durante, il bene. Lasciereebe poi in eredità la sua quota.

    Qualora la figlia di primo letto si rivolgesse al giudice per sciogliere la comunione (tramite probabile vendita all'asta), potrebbe essere venduta solo la nuda proprietà
    dell'immobile, e giustina26 manterrebbe l'usufrutto vita natural durando. Non ti pare ?
     
  6. consulenzaroma

    consulenzaroma Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    si certo, ma mi sembra che il pensiero fosse la liquidità nel caso di volontà da parte della figlia di vendere la sua quota.
     
  7. giustina26

    giustina26 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    In cosa mi tutelerebbe il matrimonio prima dell'acquisto della casa? I pensieri sono più di uno e mi rendo conto che non sarà facile accontentare tutti. La mia preoccupazione è quella di dover lasciare un giorno quella casa(sia io che mio compagno). La preoccupazione di mia futura suocera è che poi la nipote non erediti quanto le spetta. Ha sollevato anche la questione della tutela sia del mio compagno che della nipote nel caso in cui ci lasciassimo. Non so come uscirne..
     
  8. giustina26

    giustina26 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Esiste un modo per poter intestare la casa solo a noi due (cioè io e mio compagno) e garantire da subito l'eredita di quella casa a sua figlia ed eventuali altri figli futuri in parti uguali? Cioè che anche la mia parte vada divisa tra la figlia di lui e i nostri figli?
     
  9. consulenzaroma

    consulenzaroma Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    si, ci pensa già la legge.
     
  10. Il matrimonio è un legame giuridico, mentre essere "compagni" è un "niente" giuridico.
    Quindi, una casa coniugale, in caso di malaugurata separazione, verrebbe con probabilità assegnata a te ( specie se ci sono figli ), anche se è di proprietà comune dei due genitori ( l'acquisto a 3 senza usufrutto a te è da sconsigliare ). I "compagni" sono sono giuridicamente quasi estranei, e se si lasciano la casa verrebbe venduta, a meno che non ci sia l'usufrutto a te.
     
  11. giustina26

    giustina26 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Quanto della mia parte erediterà la figlia del mio compagno?
     
  12. Ti preciso che io non sono un avvocato, sono solo abbastanza informato perchè per motivi personali mi sono occupato di successione.
    Il parer di un avvocato, del forum o no, sarebbe auspicabile per darti certezze ( se è bravo ).

    Secondo me, la figlia del compagno non eredita nulla della tua parte. Erediterà da suo padre tutta la sua quota se non siete sposati, inoltre erediterà dalla madre-ex moglie del tuo compagno.

    Se foste sposati, il coniuge che sopravvive eredita, insieme ai figli di secondo letto se se ve sono). Quindi se tuo marito premuore a te, tu, i vostri figli se ci sono, e la figlia di primo letto ereditano, in quote stabilite dal Codice Civile. Se premorissi tu ( i migliori auguri di lunga vita ) viceversa eredita il marito con gli eventuali vostri figli (esclusa la figlia di lui, che non è tua figlia). In questo secondo caso, quando morirà il tuo vedovo, la sua eredità andrà in parte o totalmente (se non vi sono vostri figli) alla figlia di primo letto di tuo marito, in quanto unica sua erede.

    In sintesi tutto dipende se siete compagni o coniugi.
     
  13. giustina26

    giustina26 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ti ringrazio comunque dei consigli.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina