1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. andromeda1

    andromeda1 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Desidererei una risposta per questo mio problema.
    Sono padre di una figlia unica maggiorenne (a mio carico ,studentessa non percepisce redditi) e sono proprietario della casa dove ho residenza che costituisce la "prima casa".
    Sono in procinto di acquistare un altro immobile in un altro comune che vorrei intestare a mia figlia.
    In questo caso mia figlia, acquisendo questo immobile come prima casa, trasferirebbe entro 18 mesi la sua residenza in questo comune, mentre io continuerei a risiedere nella attuale abitazione.
    Domande :
    - mia figlia, acquisendo una propria residenza differente dalla mia, continuerebbe a essere a mio carico (cioè continuerei a beneficiare delle detrazioni di figlio a carico)?
    - è possibile che nell'acquisto mia figlia possa usufruire delle detrazioni di acquisto "prima casa"?

    Grazie anticipate per le eventuali risposte.
     
  2. Manlio Carnevale

    Manlio Carnevale Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    - Assolutamente no !!
    - Assolutamente si !!
    Ciao e piacere :stretta_di_mano:
    Manlio
     
    A ingelman, CheCasa! e PROGETTO_CASA piace questo elemento.
  3. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    sul primo punto non sono pienamente convinto sull'Assolutamente no!!
     
  4. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    la figlia potrà essere considerata fiscalmente a carico se nell’anno di imposta ha conseguito un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili. Non c’è infine obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi per coloro che possiedono esclusivamente il reddito dell’abitazione principale.
    -------------
    Fonte Ade
    Possono essere considerati familiari a vostro carico:

    il coniuge non legalmente ed effettivamente separato;
    i figli (compresi i figli naturali riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati) indipendentemente dal superamento di determinati limiti di età e dal fatto che siano o meno dediti agli studi o al tirocinio gratuito.
    Questi familiari possono anche non convivere con voi e possono risiedere all'estero.
     
    A francesca7 e Gasperino piace questo messaggio.
  5. Manlio Carnevale

    Manlio Carnevale Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Cambiando residenza non risulti più nello stato di famiglia, ed è ciò che serve ad Andromeda !!
     
    A dormiente piace questo elemento.
  6. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Per l'Ade sembrerebbe che la residenza non sia un elemento determinante .. vedi post precedente ... abbiamo postato insieme
     
  7. Manlio Carnevale

    Manlio Carnevale Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Se non occorre risultare nello stato di famiglia, appostissimo !!![DOUBLEPOST=1409163562,1409163322][/DOUBLEPOST]
    Intendi questo; Massimo sinceramente non sono ferrato in questa materia, se realmente non chiedono lo stato di famiglia, ripeto è tutto ok :stretta_di_mano:
     
  8. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Puoi comunque lasciare la residenza della figlia nella tua stessa casa.

    Infatti fiscalmente qualsiasi soggetto può avere la sua prima casa ( ed usufruire delle agevolazioni previste) sul territorio nazionale ma vivere e avere residenza nella propria abitazione principale.
     
    A dormiente piace questo elemento.
  9. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Pyer..
    il "sul territorio nazionale" si presta a mal interpretazione ...
    l'abitazione acquistata deve essere ubicata nel Comune dove l'acquirente ha la propria residenza.... (o comunque dove intende trasferirla entro 18 mesi)

    ma il senso del 3D era un altro
     
    A brina82, Gasperino e Rosa1968 piace questo elemento.
  10. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    ???
    L'immobile lo acquista lui ma lo intesta alla figlia.

    Quindi al momento non è dato sapere se la ragazza abiterà veramente nell'altro comune oppure resterà nella abitazione di famiglia.

    Posto che un privato cittadino può decidere di vivere e risiedere dove vuole,
    domanda semplice:
    Che succede se non trasferisci la residenza entro 18 mesi?;)
     
    Ultima modifica: 27 Agosto 2014
  11. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Lo sai bene cosa succede, succede la medesima cosa che accade quando l'acquirente acquista con mutuo e non la trasferisce non entro i 18 ma entro i 12 mesi.
    Comunque, la figlia potrebbe ( dico potrebbe perchè non è nota la situazione reddituale del soggetto) continuare ad essere considerata "a carico" e può usufruire delle agevolazioni.
    Per completezza dico anche che qualora dovesse per motivi suoi rivendere prima dei 5 anni, potendo dimostrare di essere stata residente nell'immobile per la metà del periodo più un giorno del periodo intercorso tra acquisto e vendita non sarebbe nemmeno soggetta a plusvalenza pur mantenendo il domicilio nella casa di origine.
     
    A Gasperino e Rosa1968 piace questo messaggio.
  12. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ovvero..?
    che succede..?
    ??? forse ti stai confondendo un pò...
     
  13. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    se è un altro comune perde i benefici prima casa ... paga la differenza d'imposta oltre la sanzione del 30% e interessi
     
    A skywalker, Gasperino, Rosa1968 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  14. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    aggiungo che potrebbe evitare la sanzione se si reca dove è stato registrato l'atto e decide di autoliquidare la differenza d'imposta (sempre che non sia stata già iniziata una procedura di accertamento dall'ufficio competente)
     
    A Tobia, skywalker, dormiente e 1 altro utente piace questo messaggio.
  15. andromeda1

    andromeda1 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti,
    grazie per le risposte. Però sono rimasto con i dubbi di prima :shock:
    Forse sono stato poco chiaro nell'esposizione del mio problema che pongo in altra forma:
    io (padre) sono in possesso di un immobile per il quale ho usufruito dei benefici di prima casa nell'acquisto e che è la mia prima casa (non pago IMU essendo prima casa.
    Mia figlia (a mio carico e senza reddito) entra in possesso di un immobile suo (in altro comune) dove va ad abitare e che rappresenta la sua prima casa.
    Ora:
    potrà lei usufruire dei benefici di acquisto di prima casa e potrà non pagare l'IMU come prima casa, considerando il fatto che, non avendo reddito, è a mio carico fiscalmente?
     
  16. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Certo.
    La legge non vieta di regalare una casa a tua figlia.
    Se lei è l'intestataria, acquista come prima casa e quindi gode delle agevolazioni previste non comprendo qual'è il dubbio.
    Chi acquista e chi paga non devono essere per forza la stessa persona.
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  17. andromeda1

    andromeda1 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ho chiesto al commercialista (fortunatamente tornato dalle ferie) ed ho le risposte che fornisco allo scopo di essere d'aiuto se qualcuno avesse un problema simile al mio.
    Le risposte sono coerenti con quanto affermato correttamente da ingelman :

    1. la figlia potrà essere considerata fiscalmente a carico se nell’anno di imposta non ha conseguito un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.
    2. questo anche se la residenza della figlia è differente da quella del genitore del quale è a carico (ovvero anche se non è più sullo Stato di Famiglia).
    3. il genitore potrà usufruire, nelle condizioni del punto 1e 2 , alle detrazioni per figlio a carico.
    4. la figlia potrà usufruire delle agevolazioni di acquisto prima casa.
    5. la figlia, possedendo esclusivamente il reddito di abitazione principale, non avrà l'obbligo di presentare una sua dichiarazione dei redditi.
    6. la figlia pagherà la ex-IMU (ora TASI) considerando l'immobile come prima casa.
     
    A dormiente, CheCasa!, ingelman e 1 altro utente piace questo messaggio.
  18. Manlio Carnevale

    Manlio Carnevale Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    :applauso: Massimo :stretta_di_mano:
     
  19. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ho vinto qualche cosa?
     
  20. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    :pollice_verso:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina