1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Mario Disera

    Mario Disera Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ho acquistato una seconda casa che vorrei affittare a mio marito (non in comunione di beni) per uso studio medico professionale. L'immobile e' in categoria a/3. Debbo fare il cambio d'uso , il contratto può essere ritenuto valido dall' Agenzia delle entrate ; posso affittare altre stanze ad altri medici per alcuni giorni a settimana? Per le bollette della luce e dell'acqua come mi debbo contenere. Le ricevute debbono essere con aggiunta di IVA al 22%? Grazie per le risposte ed i suggerimenti in proposito.
    P.s. Scusate ma e' la prima volta che partecipo ad un forum e non so se sono stato chiaro o non vi ho fatto capire il problema.
     
  2. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Prima di tutto accertati che non sia vietato dal regolamento di condominio, poi direi che un commercialista farebbe al caso tuo.
    Ciao!
     
  3. Mario Disera

    Mario Disera Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie per la sollecitudine, mi aspettavo un consiglio meno costoso!
     
  4. peopeo

    peopeo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    - dovrai in ogni caso accertarti con il condominio se siano permessi studi professionali
    - dovrai verificare che il PRG comunale ammetta in zona gli studi professionali
    - quindi dovrai modificare la destinazione d'uso prima al comune e poi al catasto
    - per il contratto di affitto, questo potrà essere registrato in ogni momento all'AdE, cui non compete il controllo del censimento catastale
    - le utenze saranno a carico del conduttore/i e saranno di tipo commerciale
    - se preferisci non dovere effettuare modifiche di destinazione d'uso in comune e catasto, fai un contratto di locazione promiscuo abitativo - ufficio. Il conduttore dovrà risultare li domiciliato e potrà scaricare solo il 50% delle spese, attivando le utenze e la tassa rifiuti come abitazione.
     
  5. Mario Disera

    Mario Disera Membro Junior

    Privato Cittadino
    grazie peopeo esauriente risposta
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina