1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Michele1980

    Michele1980 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    In fase di acquisto di un'abitazione, ho riscontrato la difformità tra la planimetria catastale (presentatami) e lo stato effettivo dell'immobile.

    Modificando la planimteria catastale d'ufficio inoltrano la modifica anche presso l'ufficio tecnico? oppure devo pretenderne la modifica all'ufficio tecnico che poi d'ufficio trasmettono la nuova planimetria al catasto?

    Devo pretendere la sistemazione della sola planimetria catastale o anche quella depositata presso l'ufficio tecnico del comune?

    In futuro non vorrei rispondere delle inadempienze di altri!


    Aiutatemi, non so come pormi nei confronti del venditore e dell'agenzia, che premono per fare il rogito prima di Luglio e così ovviare all'obbligatorietà davanti al notaio della congruenza tra le planimetrie e la casa
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    No, l'ufficio automaticamente non inoltra nulla.
    Devi pretendere la redazione della conformità urbanistica da parte di un tecnico abilitato: ovvero la corrispondenza fra comune, catasto e stato di fatto. Se il problema è solo a catasto è sufficiente fare solo un riaccatastamento.
     
    A Michele1980 e Marco Giovannelli piace questo messaggio.
  3. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Concordo con Umberto
    e sicuramente un onere del venditore , indipendentemente dalla data del 1 luglio, sistemare in catasto la corrispondenza della planimetria catastale con l'esatta rappresentazione degli spazi interni (sempre che non ci siano stati ampliamenti verande non condonate in quel caso il problema è più serio), se i lavori interni sono stati fatti in assenza di DIA c'è una sanzione oltre i costi del tecnico che deve ripresentare la documentazione necessaria in catasto.
    Pretendi che tale situazione venga sistemata prima del rogito, è un tuo diritto , e ti eviterai problemi un domani quando dovrai rivendere l'immobile.
    Scusa la brevità ma sto scappando a lavoro (Ps mi è arrivata voce che forze dovrebbero diminuire le sanzioni in caso di DIA in sanatoria) incredibile ma vero :^^:
    Ciao
     
    A Michele1980 e neneda piace questo messaggio.
  4. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Concordo con i colleghi granducato e ingelman.:ok::ok:
     
    A neneda piace questo elemento.
  5. neneda

    neneda Ospite

    Speriamo che la voce che ti è giunta sìa reale, ciao Ingelman.:ok:
     
  6. Immobiliare Elisa

    Immobiliare Elisa Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Concordo in pieno con il colleghi, tra l'altro è notizia di questi giorni che al momento del rogito la planimetria depositata presso il catasto deve essere conforme allo stato dell'alloggio, "pena nullità dell'atto".
     
  7. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Scusami, ma non è esattamente così.
    Il notaio segnalerà in atto se c'è conformità o meno fra stato di fatto e catasto.
    Se non c'è conformità non obbliga nessuno a fare niente
     
  8. jharas

    jharas Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti, io ho un probelma sto acquistanto un'immobile, la visura catastale non è molto chiara in quanto risultano molte variazioni effettuate durante gli anni e una sopraelevazione, il propietario sta effettuando tutte le procedure necessarie per sistemare tutto. Vi chiedo le mie precauzuioni quali sono? Grazie anticipatamente a tutti voi...
     
  9. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Il quesito è un po poco dettagliato
    Ad intuito ti rispondo che non è tanto importante quante variazioni risultino dalla visura storica (credo che tu stia parlando di catasto) ma gli strumenti che le hanno generate, se c'è stata una sopraelevazione ci dovrebbe essere stato un progetto presentato e approvato (permesso a costruire) o in assenza una domanda di condono alla quale dovrebbe essere seguita una concessione in sanatoria (ci sono ancora molte pratiche di condono ancora non definite almeno qui a Roma) una domanda di condono non significa regolarità urbanistica , ma rimane DOMANDA fino a che non segue un documento rilasciato dall'ufficio preposto. (Ci sono abusi che non possono essere sanati nonostante che sia stata presentata una domanda di condono).
    La parte urbanistica intesa come concessioni o permessi a costruire e sicuramente più importante di alcune difformità catastali che sono frequenti in molteplici immobili.
    Sicuramente credo che tu abbia bisogno di un tecnico o comunque una persona competente che segua l'acquisto che stai facendo e che verifichi tutta la documentazione e tutti i cambiamenti che l'immobile ha subito nel tempo.
    Non so se questa mia risposta ti sia stata utile
    Saluti (fa piacere comunque sapere che qualcuno ancora acquista immobili ah ah Cerca di fare un acquisto tranquillo) Ciao
     
  10. Immobiliare Elisa

    Immobiliare Elisa Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Infatti è quello che pensavo anche io fino alla settimana scorsa, quando, facendo due chiacciere con un notaio dopo un rogito, mi ha messo al corrente di queste nuove disposizioni ricevute dai notai, che appunto richiedono al momento del rogito, a pena di nullità, la piena conformità dello stato di fatto con l'immobile con la planimetria depositata in catasto, quindi non si può fare come in passato che se le parti erano d'accordo si poteva rogitare ugualmente, io mi sono basato sulle informazioni ricevute dal notaio devo ammettere senza leggere il decreto, se hai informazioni diverse fammi sapere
     
  11. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A me non risulta questo.
    A me risulta che il notaio deve inserire nell'atto se c'è o meno conformità fra catasto e stato di fatto con relativi dati catastali, ma non pretende la conformità...
     
  12. Immobiliare Elisa

    Immobiliare Elisa Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    appena posso mi faccio dare dal notaio il numero del decreto e verifico poi ti faccio sapere
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  13. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    MANOVRA CORRETTIVA/ Compravendite bloccate senza la dichiarazione di conformità catastale

    Case fantasma, via alla sanatoria
    C'è tempo fino a fine anno. Poi scatta la rendita presunta Via alla emersione delle case fantasma.
    Tratto da Italia Oggi del 28/5/2010
    .... Tra l'altro l'obbligo di mettere a posto la situazione dei propri immobili deriva anche dalle nuove disposizioni sui rogiti notarili: si deve dichiarare l'identificazione catastale e si devono allegare planimetrie dichiarando che sono conformi allo stato di fatto, altrimenti l'atto non si può stipulare............

    In pratica senza conformità catastale, dichiarata fra l'altro da entrambe le parti, l'atto è NULLO
     
  14. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Hai ragione roberto: inizialmente mi avevano detto che il notaio indicava la conformità in atto (la sola dichiarazione in assenza della quale scattava la nullità), ma in caso di difformità invece della nullità scattava l'accertamento per modificare eventualmente la rendita.. Invece non è così... ed è meglio.

    Aggiunto dopo 1 :

    Ho scritto sopra a spalti.... L'unica cosa che però mi hanno confermato è che la conformità la rendono le parti e non un tecnico, quindi in realtà si puo fare come prima... :shock::shock:
     
  15. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    (si puo fare come prima ???'?) Forse in linea puramente teorica si , Non credo sia poi cosi facile trovare un pazzo di acquirente che tiri fuori dei soldi per mettere a repentaglio la BONTA' dell'acquisto fatto assumendosi lui il rischio di incorrere in sanzioni (perchè credo tutto poi si riduca a questo sempre che non si parli di abusi edilizi tipo ampliamenti etc), Mi viene da domandarmi quali possono essere le responsabilità di un Agente Immobiliare che compare nell'atto quale mediatore nei confronti di una falsa dichiarazione di conformità catastale se pur rilasciata dalle parti???? ).
    Io trovo che questo decreto se pur fastidioso sia giusto, Consiglio i colleghi di adeguarsi a questa realtà consigliando da subito i clienti che hanno eseguito delle opere interne senza averle denunciate, (in fase di acquisizione), di incaricare un tecnico e presentare una DIA in sanatoria si spende qualche spicciolo ma si vive tutti più tranquilli.
     
  16. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ;)
    Si puo fare come prima è riferito al post precedente del collega che parlava di accordi fra le parti.
    Da noi il problema non si pone perchè da diversi anni senza conformità urbanistica non si rogita quindi è una novità che non ci tocca.... ;)
     
  17. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Siete fortunati Umberto qui a Roma siamo tutti un po più indisciplinati , comunque anche qui da anni senza conformità urbanistica non si stipula nulla. Il nostro problema almeno di Roma è che abbiamo vari uffici dislocati in punti diversi della città , Catasto (dove , almeno prima non dico si poteva fare tutto ma quasi, il IX dipartimento che cura solo la parte delle concessioni , permessi a costruire etc) l'ufficio condoni (praticamente bloccato con vari direttori inquisiti e contenziosi tra comune e la società che doveva provvedere alla lavorazione delle pratiche).
    Il problema più grande è che tutti questi uffici non dialogano tra loro (come la mano destra che non sà cosa fà la mano sinistra).
    Ecco perchè sono daccordo con questo decreto che dà sicuramente un impostazione diversa anche al nostro Catasto...
    Ps mi trasferirei volentieri a Parma (Come và il mercato li ???).
    Ciao buon lavoro :stretta_di_mano:
     
  18. neneda

    neneda Ospite

    Ingelman, prima di trasferirti a Parma, vendimi casa, e comprami un casale in Emilia-Romagna, cioa grazie!
    P.S.
    Lo fai per il culatello?
     
  19. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    finalmente un pò di serietà....speriamo!
     
  20. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Esattamente come va a roma... cioè male ... credo...
    Gli uffici qua funzionano abbastanza bene
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina