1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ginore

    ginore Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Espongo sinteticamente i fatti.

    Nel mio appartamento il mio conduttore rileva uno scrostamemnto del muro, sopra il battiscopa, che si estende in lunghezza per un metro circa, come da infiltrazione d'acqua.

    Riferisco all'aministratore il quale, dopo un sopralluogo nell'appartamento del vicino, constata una perdita di acqua proveniente dai sanitari del bagno del vicino stesso.

    Il vicino provvede subito a far sigillare la rubinetteria della doccia che mancava di sigillatura.

    Il fenomeno sul mio muro si è quindi arrestato.

    A questo punto, su consiglio dell'amministratore, contatto il vicino proprietario dell'appartamento causa del danno al mio muro, per concordare un sopralluogo ed accordarci amichevolmente sul "risarcimento" del danno.
    Questa la risposta: "Si ma io non centro nulla in quanto la perdita di acqua era imputabile alla mancata sigillatura da parte dell'impresa costruttrice quindi per il risarcimento deve rivolgersi direttamente al costruttore che ha fatto i lavori del mio appartamento e non a me".

    Cosa dice la legislazione in merito?
    Come devo muovermi?
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A mio parere, è il condomino che deve risarcire il danno e poi, se vuole (e ci riesce...) rifarsi sul costruttore.

    Il qual costruttore potrebbe anche rispondere che lui la sigillatura l'ha fatta ed è stato il pessimo uso della doccia a creare il danno...:confuso:
     
    A ginore, Rosa1968 e leolaz piace questo elemento.
  3. leolaz

    leolaz Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Concordo con Bagudi, deve risarcire il vicino (se poi ha un'assicurazione per danni a terzi tanto meglio per lui).
    Tra l'altro a quando risalgono i lavori di (non) sigillatura? Se il bagno del vicino ha 30 anni non è che può incolpare l'idraulico, che nel frattempo è diventato nonno...
     
    A ginore, brina82, Bagudi e 1 altro utente piace questo messaggio.
  4. ginore

    ginore Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie amici, come pensavo pure io; in settimana mi inontrerò col vicino per trovare un accordo amichevole.
     
    A leolaz e Bagudi piace questo messaggio.
  5. Bruno Sulis

    Bruno Sulis Membro Attivo

    Altro Professionista
    Tra l'altro ora, a riparazione eseguita, il costruttore potrà dire che il danno è stato creato con l'ultimo intervento e non si trattava di un vizio precedente. In qualsiasi caso direi che il vicino dovrebbe farsi carico del pagamento del danno. Se si trova un accordo amichevole bene, diversamente credo sia abbastanza inutile imbarcarsi in contenziosi che avrebbero il solo effetto di causare spese ben maggiori del valore della riparazione.
     
    A leolaz piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina