1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. tuckville

    tuckville Membro Junior

    Altro Professionista
    Salve,

    un'altra nube incombe sulle trattative in corso per la vendita di un appartamento ke ho ereditato con altri miei parenti (((

    Grazie ad una visura del potenziale acquirente, abbiamo scoperto infatti ke sul nostro immobile ereditato ke intendiamo vendere, grava una ipoteca di circa 4000 e. derivante da un protesto ke uno degli eredi ha contratto di recente (e di cui gli altri eredi non erano al corrente).

    Questa "novita" rischia di compromettere seriamente le trattative in corso;
    La domanda e' la seguente: per cercare di salvare il salvabile e persuadere il cliente a non cambiare idea, quale possibile soluzione e' possibile intraprendere??

    Avevo pensato ke forse, una soluzione possibile sia ke l'acquirente si faccia carico di estinguere il debito, (in modo tale ke sbrigandosela lui abbia la certezza assoluta ke il protesto venga cancellato), trattenendosi naturalmente dal prezzo della casa ke deve pagare, l'importo necessario per estinguere il debito (e. 4000);
    In sede di rogito si specifichera' poi attraverso una clausola aggiuntiva, ke all'erede protestato, spetta una quota inferiore rispetto agli altri, decurtata di quanto doveva pagare per il protesto.

    C'e' forse qualcuno/a, ke per esperienza diretta, possa suggerirmi una strategia migliore !??? ve ne sarei enormemente grato....grazie a tutti per l'attenzione e l'eventuale aiuto!
     
  2. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    in sede di rogito si precisa che grava sull immobile ipoteca che verrà estinta con parte del denaro o mutuo pagato da parte acquirente al venditore.voi estinguete l ipoteca e poi avviene la cancellazione nei modi e termini di legge. Soluzione tipica.
     
    A tuckville piace questo elemento.
  3. dibennedettosalvatore

    dibennedettosalvatore Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    non esiste nessun problema per l'operazione
    1) l'acquirente Se non è un coniglio e se può comprare trancuillamente decutrando l'ammontare dell'ipoteca più le spese accessorie 1% circa.ed eventuali spese notarrili o esatri. Ovviamente se l'aquirente non è pratico ha paura del casino derivabile e di non sua capacità a risorvelo.
    2) Si può presentare durante l'atto di compravendita il debitore e contestualmente gli si da il dovuto e firma la rinuncia dell'ipoteca davanti al notaio.
    Auguri sa ha bisogno Intervento di moderazione: fra le regole vige il divieto di pubblicare sui post l'indirizzo mail...all'occasione fatelo con gli MP....Grazie
     
  4. tuckville

    tuckville Membro Junior

    Altro Professionista
    ...grazie mille per le dritte e la disponibilita'....siete stati davvero "illuminanti" :applauso:
     
  5. telemaco

    telemaco Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Estinzione contestuale al rogito notarile di compravendita......non credevo che per 4000 euro si potesse iscrivere ipoteca, pensavo che il minimo fosse 8000 come per le tasse non pagate.
     
    A tuckville piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina