1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Lapo78

    Lapo78 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve a tutti,
    Città di Roma, nuovo quattordicesimo municipio, devo aprire una finestra che da nel mio giardino, che non modifica mura portanti, non ha vincoli paesaggistici, l'apertura si aggiunge ad una facciata che ha già la porta di ingresso e la finestra del bagno, di fronte c'è un vicino che dista ad almeno 15 metri. Che devo fare? scia, dia, cila, cil?
    Ho sentito tre architetti che mi hanno detto tre cose diverse.
    Grazie infinite!
     
  2. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ciao, Il tipo di istanza da presentare la concorda il tuo professionista con il tecnico comunale, perchè in base al regolamento edilizio , il PRG o PGT, possono esserci problemi che soltanto il tuo tecnico può ccapire (ovviamente conoscendo il RE). Non sarebbe una cosa strana se lo chiedessi anche tu stesso al tecnico comunale, così puoi chiarire il tuo dubbio.
    Spero esserti stato d'aiuto.
     
  3. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Va bene informarsi ma addirittura 3 architetti...!
    Che sia CILA, SCIA o DIA poco combia, è solo carta, è una pratica banale, tutt'al più c'è la differenza di un paio di cento euro fra le 3 pratiche per le reversali e gli oneri di costruzione
    Se sei interessato a fare il lavoro e non solo a raccogliere opinioni, va presa in mano la documentazione, si fa un sopralluogo e si definisce facilmente cosa fare e come.
     
  4. Lapo78

    Lapo78 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Hai ragione, però come vedi ognuno dice la sua, e dunque di chi fidarsi? siccome non vorrei pagare multe o prendermi una denuncia per abuso edilizio, sono costretto ad informarmi da me. Comunque grazie valuterò la tua proposta.
     
    A sweet home piace questo elemento.
  5. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Scusa cafelab ma di che oneri parli? Di urbanizzazione per una finestra?
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    se vuoi tagliare la testa al toro, presenta una CIL, e aspetta ad iniziare i lavori, il comune tutt'al più, ti sospenderà i lavori e ti dira cosa necessita di presentare, per i costi di costruzione, è normale che ci siano, e forse ti chiederanno anche i calcoli dei cementi armati, dovendo tagliare un muro
     
  7. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Credo che qui ognuno parli ormai del sesso degli angeli ....
     
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    se riesci a distinguere il sesso degli angeli, sei bravo, è come riuscire a capire quale domanda sia più giusta da presentare per aprire una finestra, ogni comune la interpreta a modo suo
     
  9. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    :D :D :D Ma come ti viene in mente?? :risata: :sorrisone: :risata:
    ti ritrovi i vigili a casa... ti fa causa il comune...

    cementi armati? per bucare una tamponatura?!
    troppi brindisi durante le feste?

    Le NTA del PRG di Roma fanno rientrare l'apertura di una finestra negli interventi di ristrutturazione edilizia RE2 per cui vanno calcolati gli oneri di costruzione sull'intervento; per il computo metrico ai comuni basta la demolizione muro, tasporto, conferimento a discarica, e il montaggio della nuova soglia.
    Comunque si parla di qualche decina di euro.
     
    Ultima modifica: 8 Gennaio 2015
  10. Lapo78

    Lapo78 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Il problema dei soldi è importante ma in questo momento è relativo, se fosse stato così l'avrei aperta io a picconate. Il dilemma è fare la cosa giusta, ossia aprire una finestra nella mia proprietà senza incorrere in multe o denunce, e a quanto pare per una cosa apparentemente cosi semplice ancora non ho capito cosa fare. So che devo pagare una tassa per avviare questo lavoro, ma di tutte le domande che ho elencato quale presentare? Inoltre vorrei iniziare subito, è possibile? sigh!
    Grazie comunque.
     
  11. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    cosa fare è semplice:
    1. chiami un architetto,
    2. gli dai mandato,
    3. lui prepara la pratica,
    (può darsi che si possa fare con una SCIA, noi l'abbiamo sempre fatto con un DIA onerosa, cambia poco, l'ultima è stata fatta all'Eur prima dell'estate, costo al comune € 400 di reversale + oneri di costruzione, saranno 50€)

    4. con il documento in mano ordini la finestra
    5. attendi i 3-4 mesi necessari per avere la finestra
    6. appena la finestra è pronta e disponibile dal rivenditore il tuo architetto concorda il giorno del montaggio
    7. fai venire 2gg prima l'impresa scelta al punto 3
    8. in massimo una settimana hai una finestra nuova
     
  12. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Cafelab, ti credo, ma le NTA del Comune di Roma non possono cambiare l'art. 3 del DPR 380/01, che è la definizione degli interventi: per un'apertura si rientra nella manutenzione straordinaria, e quanto statuito dal T.U. prevale sui regolamenti locali...
    Per i cementi armati, penso davvero che qui tanti parlino a casaccio, però se l'apertura va fatta su un muro portante, dovrai prima depositare il progetto strutturale al genio civile.
     
  13. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    ma da dove è venuto fuori il muro portante? i presupposti sono questi

    M'hai fatto venire il dubbio ma è difficile far passare l'apertura di una finestra come man. str.
    Bosetti&Gatti

    Art. 3 (L) - Definizioni degli interventi edilizi


    1. Ai fini del presente testo unico si intendono per:


    a) "interventi di manutenzione ordinaria", gli interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti;

    b) "interventi di manutenzione straordinaria", le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino la volumetria complessiva degli edifici e non comportino modifiche delle destinazioni di uso. Nell'ambito degli interventi di manutenzione straordinaria sono ricompresi anche quelli consistenti nel frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari con esecuzione di opere anche se comportanti la variazione delle superfici delle singole unità immobiliari nonché del carico urbanistico purché non sia modificata la volumetria complessiva degli edifici e si mantenga l'originaria destinazione d'uso; (lettera così modificata dall'art. 17, comma 1, lettera a), legge n. 164 del 2014)



    controlla invece l'art 10

    Art. 10 (L) - Interventi subordinati a permesso di costruire


    1. Costituiscono interventi di trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio e sono subordinati a permesso di costruire:

    a) gli interventi di nuova costruzione;
    b) gli interventi di ristrutturazione urbanistica;
    c) gli interventi di ristrutturazione edilizia che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportino modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti,

    e quindi in DIA onerosa alternativa al Permesso di Costruire, le abbiamo sempre fatte così
     
  14. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Yes, ma la ristrutturazione è un intervento ben più pesante che ricomprende ovviamente anche quelli inferiori (tipo la modifica ai prospetti) e per questo onerosi (a parte la recente modifica di renzi), tipo: cambio di destinazione d'uso, piccoli rialzamenti e/o ampliamenti contenuti nel 20% ecc ecc.
     
  15. enrica agnelli

    enrica agnelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    Ciao...concordo con Cafelab!
     
  16. Lapo78

    Lapo78 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Sono stato all'ufficio tecnico del municipio e ho letto la delibera 29-66 del 1978 e dice che si può fare la scia e tra le opere sono incluse aperture di porte e finestre. Ora la cerco...
     
  17. Lapo78

    Lapo78 Membro Junior

    Privato Cittadino
  18. enrica agnelli

    enrica agnelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    non dice che si puo' fare la SCIA dice che per aprire una finestra non devi pagare oneri questo in una circolare del '78...ti allego uno schema che ti puo' essere utile vedi punto 1.
    essendo una ristrutturazione ci sono da pagare degli oneri valutati con computo metrico e asseverati da tecnico...ma non è molto per l'apertura di una finestra costa di piu' la reversale da € 400 che devi dare al comune per l'istruttoria della pratica!!!
     

    Files Allegati:

    A cafelab piace questo elemento.
  19. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Attenzione.
    Bisogna capire bene cosa vuol dire depositare una SCIA.

    La CIL, CILA, SCIA, DIA non sono autorizzazioni che il comune ti rilascia, sono autocertificazioni che TU depositi, sotto la TUA responsabilità, con l'avvallo del tuo tecnico che assicura l'ufficio tecnico che il lavoro da fare "esiste e ci stà" ed è conforme alle leggi (si chiama asseverazione)

    Una volta che hai consegnato la pratica, hai dichiarato:
    "conosco la legge, faccio questo e quest'altro".
    Il comune non è tenuto a spiegarti come si deve fare una certa cosa, se il tecnico te lo spiega è una gentilezza non un parere ufficiale, se sbaglia... hai sbagliato tu!

    Tanto è vero che anche in caso di una DIA che ha i 30 gg di silenzio assenso
    decorso del termine di 30 giorni l’amministrazione non perde i suoi poteri di autotutela, è comunque possibile annullarti l'autorizzazione a mesi di distanza.

    Ha preso una cantonata, il TU dell'edilizia è del 2001 quindi successivo.
    Tutte le finestre e sottofinestre che abbiamo aperto hanno seguito la procedura che ti ho indicato in vari municipi
     
    A ingelman e enrica agnelli piace questo messaggio.
  20. enrica agnelli

    enrica agnelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    I tecnici del Municipio toppano spesso... ci sono tecnici bravi e preparati ma sono pochi e quando li trovi ne rimani proprio interdetto perchè non te lo aspetti!
    Gia a noi tecnici dicono un sacco di sciocchezze ma siamo del campo e magari possiamo rispondere o girargli le domande o portare leggi alla mano...figuriamoci a chi non è del mestiere!!
    Perchè ti abbia dato una circolare del 78 non lo so spero per "toglierti di mezzo" e non perchè ritenga valida la circolare dati gli innumerevoli cambiamenti avvenuti a livello legislativo negli ultimi anni!!
     
    A ingelman piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina