1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    All'asta Giudiziaria Vengono messi immobili i cui proprietari non sono riusciti a pagare un debito.
    Debito verso le Banche, lo Stato ed anche verso i Privati.
    Alcuni di questi immobili sono, urbanisticamente parlando, regolari…..altri no.
    Presentano difformità rispetto al progetto originario e la legge italiana li considera fuorilegge o, per essere più chiari, abusivi.
    In Italia sono stati approvati svariati condoni ma molti immobili sono e resteranno, stante l’attuale legislazione, abusivi.
    Come detto alcuni di questi sono messi all’asta giudiziaria e chi acquista ha 120 giorni per presentare domanda al Comune del luogo ove insiste detto immobile e può ottenere la sanatoria in virtù del fatto che ha acquistato in forza di un provvedimento giudiziario.
    Definito l’iter “sanatoriale” l’immobile, per la legge italiana, è “regolare”.
    La "lavatrice giudiziaria" ha compiuto un ennesimo miracolo immobiliare: ha trasformato un immobile da abusivo insanabile a legittimamente regolare.
    Viene anche fatto ordine al Conservatore di cancellare tutte le iscrizioni pregiudizievoli pendenti e di intestare presso l’Agenzia del Territorio – Servizio per la Pubblicità Immobiliare (ex Conservatoria) l’immobile al nuovo proprietario.
    E’ la legge.
    La vendita di un immobile abusivo o irregolare è vietato al comune mortale.
    Il notaio, se a conoscenza dell’abuso, rifiuta il rogito……l’agente immobiliare che distrattamente garantisce sulla regolarità urbanistica…passerà dei guai giudiziari ed economici……il proprietario fai da te……sarà giudicato per truffa.
    Insomma ai normali cittadini proprietari di immobili abusivi o irregolari è sbarrata ogni possibilità di vendita.
    Scrivo questo perché ogni tanto capita di leggere che qualche amministrazione comunale o regionale cerca di vendere parte del proprio patrimonio immobiliare.
    Non sanno o meglio fanno finta di non sapere che molti immobili sono irregolari e quindi invendibili…..ma essendo superiori alla legge…vendono…eccome.
    La notizia fresca: un Comune di un paese costiero del Nord Sardegna mette in vendita, attraverso la “manifestazione di interesse” un intero villaggio turistico ritenuto dalla stessa “il bene patrimoniale di maggior valore”.
    La manifestazione di interesse si chiude con un nulla di fatto: nessun acquirente.
    Il perché? Perché nella predisposizione del bando l’amministrazione ha dimenticato di comunicare che il complesso turistico presenta criticità.
    In parole povere, ma semplici e chiare: il 70% degli immobili che costituiscono il villaggio turistico sono abusivi come da relazione dell’Ufficio Tecnico Comunale, della Tutela del Paesaggio, del Corpo delle Guardie Forestali e dei Vigili Urbani dipendenti dalla stessa Amministrazione.
    Se un privato mette in vendita un bene immobiliare abusivo al 70%, qualche guaio, come detto prima, se lo deve aspettare.
    Al contrario l’Amministrazione Comunale di questo paese non teme nulla, anzi comunica che: "affronteremo in Consiglio Comunale la discussione per vedere se dette irregolarità possono essere sanate con una delibera comunale".
    Viene spontaneo da chiedere: ma questa possibilità di sanare l’abuso con una delibera comunale ad hoc e possibile anche per il privato cittadino?
    Siamo di fronte a due pesi e due misure?
    La legge è uguale per tutti?
     
  2. leonard

    leonard Membro Senior

    Altro Professionista
    ............antonello entrambi sappiamo la risposta, mi sorprende come organi territoriali differrenti possano all'unisono decidere di rovinare un'intera regione e sopratutto le parti più belle..........sarà la speculazione??? o i forti interessi in gioco nascosti dietro la necessità di sviluppo della tua regione?????.........:ok::ok::ok:
     
  3. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    .....ma sopratutto che "amministratori pro tempore" si arroghino diritti costituzionali che non possiedono minimamente........e che presumo neppure capiscono..........
    In pratica vogliono con una delibera consiliare riaprire il condono e sanare gli abusi..........sarà mai possibile?
     
  4. leonard

    leonard Membro Senior

    Altro Professionista
    ........non sò risponderti dato che stento a capire gli amministratori della mia zona..................:ok:
     
  5. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Si chiama - sotto il profilo psichiatrico - "delirio di onnipotenza". Affligge quasi tutti i politici e gli amministratori della cosa pubblica presenti nel Bel Paese.
    Noi, invece, dovremmo essere dei cittadini probi e irreprensibili, perchè secondo "loro" l'esempio deve venire dal basso.
    ...vero Antonello? ;)
     
  6. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    .....dovrebbe....ma non è così...
    Te ne dico un'altra sulle disparità di trattamento dei cittadini.
    Una Srl ammnistrata da un vecchio ottantacinquenna acquista un immobile allo stato grezzo.
    Pagamento pronta cassa.
    Istituisce un'ipoteca a fronte di un prestito concesso da un privato.
    La Srl amplia abusivamente l'immobile e lo trasforma in un locale commerciale di pregio.
    Non restituisce la somma prestata e il finanziatore intenta causa, forte dell'ipoteca.
    L'avvocato della Srl è amico del finanziatore e operano una strategia con la quale si pignora e si va all'asta nell'arco di 14 mesi.
    Vince l'asta il finaziatore che con una piccola somma supertiore al prestito se la aggiudica.
    L'immobile a quel punto è lavato e viene venduto, grazie alla lavatrice giudiziaria perfettamente in regola usufruendo dei 120 giorni per l'apertuta del condono, ad una cifra di mercato in quanto urbanisticamente in regola.
    Allora:
    - investimento 400 mila;
    - costo abuso 150 mila;
    -costo tribunale e avvocati 70 mila;
    -vendita dell'immobile a 900 mila.
    Utile grazie alla vavata giudiziaria = 280 mila euro in due anni.
    Fai tre operazioni del genere in batteria ogni due anni e sei riccco.....................e tu speri di diventarlo con la mediazione?????
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Antonello,
    vuoi dire che noi, poveri Agenti Immobiliari, d'ora in poi dobbiamo consigliare ai clienti che hanno immobili con abusi insanabili di FALLIRE ???? :^^::^^::^^:

    Bella la definizione di "lavatrice giudiziaria".... tra l'altro, così ho imparato una cosa che non sapevo. Sono ignorante in materia di aste...:confuso::confuso:

    Silvana
     
  8. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    No, per carità............se non pratici della materia potrebbero fallire e basta............comunque chi lo sa fare....fà così...

    P.S.
    Gurada che c'è stata anche la lavatrice fiscale.....quella che ha pulito i denari al 5% contro il 30-35-40-45% che pagano i più diligenti (o fessi)..............parlo dello scudo fiscale............da quì la lavatrice fiscale......

    Ciao silvana...una cosa in più....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina