1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. rosanna saviotti

    rosanna saviotti Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Avendo intenzione di vendere la nostra casa e dopo aver, sbagliando, fatto una donazione a mio marito del 50% della stessa, ci siamo resi conto della grande problematica che abbiamo creato. E' possibile fare un atto di revoca della stessa? A che spesa andiamo incontro per questa operazione?
     
  2. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    La revoca della donzione avviene solo in casi espressi dal codice civile...ti riporto uno stralcio dal sito dello "Studio Cataldi":

    "Anche dopo che la donazione è perfezionata e ha iniziato a dispiegare i suoi effetti, la legge prevede due ipotesi in cui può divenire inefficace, a seguito della pronuncia giudiziale di revocazione (o “revoca”), con sentenza di tipo costitutivo, a patto che il donante o i suoi eredi decidano di esercitare l’azione che l’ordinamento prevede all’uopo. Le due ipotesi sono del tutto eterogenee, infatti la prima è volta a sanzionare, sia pure indirettamente, il comportamento “irriconoscente” del donatario: si parla, tecnicamente, di “ingratitudine” del donatario (cfr. art. 801 c.c.). La seconda ipotesi, invece, tende a tutelare anche a posteriori la piena libertà di scelta del donante, nel senso che il legislatore presume (ma non in modo assoluto, dato che in mancanza di apposita domanda giudiziale la presunzione de quo non ha luogo) che se il disponente, al tempo della donazione, avesse saputo che sarebbero sopravvenuti dei figli, non avrebbe deciso di compiere il negozio di cui trattasi (cfr. art. 803 c.c.). In virtù della prevalenza dei motivi che hanno determinato il donante a compiere il negozio, rispetto alle cause che ne determinerebbero la revocazione, quest’ultima non opera, neppure qualora il donante o i suoi eredi la chiedano, in alcune ipotesi peculiari: donazioni obnuziali o remuneratorie ovvero liberalità d’uso o quelle contemplate dall’art. 742 del codice civile"...(...)
     
  3. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Mi è successo poco tempo fa un caso simile .... i miei clienti per retrocedere dalla donazione della nuda proprietà di un appartamento (di valore poco superiore ai 300.000 euro) fra imposte, diritti ed onorari notarili hanno pagato circa 6.000 euro!

    ;)
     
  4. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    a che titolo hanno fatto la retrocessione lo ricordi?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina