1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Maverik84

    Maverik84 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve ragazzi

    Ho acquistato casa da poco e devo arredarla,ho letto che c'è la possibilità di detrarre il 50% in 10 anni dei mobili.
    Tempo fà chiesi al mobilificio come funzionasse e mi dissero che occorre pagare tutto tramite bonifico e nella causale bisognava indicare la CILA per la ristrutturazione...
    Leggendo nei vari forum di settore viene indicato anche l'installazione di allarmi o casseforti e li la CILA non occorre,poi oggi parlando sia col geometra che con un collega mi viene detto che per aderire al bonus basta pagare con il bonifico segnalando nella causale questo bonus,poi quando si fà il 730 il prossimo anno si deve compilare un modulo?!?!Cortesemente qualcuno di vuoi lo ha chiesto?Si intende di queste cose?
    La mia domanda è:se voglio aderire a questo bonus devo per forza effettuare una ristrutturazione oppure no?
    Fatemi sapere
    Grazie
     
  2. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Per usufruire del bonus mobili, l'acquisto di questi ultimi deve essere collegato alla ristrutturazione dell'appartamento...qui trovi tutte le spiegazioni: http://www.agenziaentrate.gov.it/wp...DetrRistrEdil36/Bonus+Arredi+DetrRistrEdil36/
     
  3. Maverik84

    Maverik84 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Bene allora e' rimasto tutto com'e'.L'articolo l' ho letto piu volte ma nn parla dell'intervento specifico e i passi da fare per richiedere questo maledetto bonus.Quello che vorrei sapere da voi e' da chi devo andare?Geometra?Comune?Ditta che fa tutto?Sono ignorante totale per queste cose purtroppo e nn ho nessuno che ne capisce.In alcuni articoli di giornale si parlava anche di installazione di casseforti o allarmi.Se questo e' confermato per aderire al bonus cosa faro'?Bastera' presentare la fattura di questi lavori allegata al 730 2014 o bisogna fare qualche scartoffia?
     
  4. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Il link ti manda alla pagina riassuntiva dell'AdE...affianco (lato destro) ci sono i link alle due guide relative ai mobili e alle ristrutturazioni...trovi li tutte le spiegazioni.
     
  5. archandrew

    archandrew Membro Attivo

    Altro Professionista
    Alcuni interventi possono essere detratti anche se non vanno autorizzati o comunicati con della documentazione amministrativa da presentare al comune (solitamente CILA). E' necessario però redigere una dichiarazione sostituiva di atto notorio dove il richiedente indica l'inizio dei lavori ed il fatto che gli interventi rientrano tra quelli detraibili.
     
  6. Maverik84

    Maverik84 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Quali sono questi interventi che non vanno denunciati?E se non vanno denunciati come si fa a dimostrare di averli fatfi?
     
  7. Maverik84

    Maverik84 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Riguardandomi la casa mi risulta il tubo del gas da spostare in alto per essere a norma.Questo basta?In caso affermativo che passi devo fare?Devo aprire una CILA oppure basta farmi fare il lavoro fatturato e bonificato portandolo in detrazione il prossimo anno?
     
  8. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
  9. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    In sintesi, la detrazione è collegata agli interventi:

    • di manutenzione ordinaria, effettuati sulle parti comuni di edificio residenziale
    • di manutenzione straordinaria effettuati sulle parti comuni di edificio residenziale e su singole unità immobiliari residenziali
    • di restauro e di risanamento conservativo, effettuati sulle parti comuni di edificio residenziale e su singole unità immobiliari residenziali
    • di ristrutturazione edilizia, effettuati sulle parti comuni di edificio residenziale e su singole unità immobiliari residenziali
    • necessari alla ricostruzione o al ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi, anche se non rientranti nelle categorie elencati nei punti precedenti, sempreché sia stato dichiarato lo stato di emergenza
    • di restauro e di risanamento conservativo, e di ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie, che provvedano entro sei mesi dal termine dei lavori alla successiva alienazione o assegnazione dell’immobile. Soltanto per la prima non è necessaria nessuna pratica edilizia e quindi nessun tecnico (a parte gli adempimenti per la sicurezza, se necessari). Per il resto, dalla straordinaria in poi, necessita della redazione della pratica e presentazione al Comune se non, addirittura, di permesso di costruire (per gli interventi di ricostruzione, ma dipende dalle norme regionali).
     
  10. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Scusate, ma con l'ultimo decreto non hanno eliminato il collegamento tra la detrazione per i mobili e la necessità della ristrutturazione ?
     
    A panetto piace questo elemento.
  11. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    No, Bagudi, ti allego l'ultima Guida dell'AE, di appena pochi giorni fa. La comunicazione di inizio lavori deve essere precedente, mentre invece per gli interventi che non necessitano (manutenzione ordinaria, ma detraibile solo sulle parti condominiali), fa fede un atto sostitutivo di notorietà.
     

    Files Allegati:

  12. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ok, grazie.
     
    A mata piace questo elemento.
  13. Maverik84

    Maverik84 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Quindi per capirci,io dovrò spostare il tubo del gas per renderlo a norma,quindi sarà necessaria un opera muraria.Intanto questa lavorazione ha bisogno della CILA oppure basta un atto sostitutivo di notorietà?
     
  14. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    quello che è cambiato è il fatto che le spese sono indipendenti dal valore delle spese di ristrutturazione ma sempre con un massimo di 10.000 euro da dividere in 10 rate
     
    A panetto e Bagudi piace questo messaggio.
  15. panetto

    panetto Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Anche io sapevo che:
    Il Bonus Mobili si svincola dal costo della ristrutturazione/DL Casa: la detrazione del 50% sarà calcolata solo sulle spese sostenute per l'acquisto degli arredi, a prescindere da quelle per i lavori edili
     
  16. panetto

    panetto Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    :confuso:
    Comunque scusate non avevo letto tutto il post
     
  17. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Dubito che lo spostamento di una tubazione sia configurabile quale manutenzione straordinaria
     
  18. Maverik84

    Maverik84 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ok vista l'insicurezza de sto tubo del gas e dovendo mettere un allarme in casa vorrei sapere,quest'ultimo mi da diritto al bonus?
     
  19. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Art. 3 del testo unico per l'edilizia (D.P.R. 380/2001):

    [a) "interventi di manutenzione ordinaria", gli interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti;]

    L'intervento che dovresti effettuare rientra in questa categoria ma se leggi la guida pubblicata sul sito dell'AdE:

    [I lavori sulle unità immobiliari residenziali e sugli edifici residenziali per i quali spetta l’agevolazione fiscale sono:
    A. quelli elencati alle lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia).
    In particolare, la detrazione riguarda le spese sostenute per interventi di manutenzione straordinaria, per le opere di restauro e risanamento conservativo, per i lavori di ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze. ]

    Come vedi, la lettera a) relativa alla manutenzione ordinaria non è contemplata per le singole unità immobiliari, infatti la stessa guida dell'AdE specifica:

    [Gli interventi di manutenzione ordinaria (vedi l’apposito paragrafo) sono dunque ammessi all’agevolazione solo se riguardano parti comuni di edifici residenziali. ]
     
  20. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Comunque la Guida denota una scarsa conoscenza delle normative edilizie, già di per sè complicate e non univoche. Ad esempio inserisce nelle opere di "ristrutturazione edilizia" quelle per apertura di porte e finestre, che invece sono di mera "manutenzione straordinaria"....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina