• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Pumix

Membro Ordinario
Privato Cittadino
#1
Salve.
Il titolo parla da solo. Come si calcola il canone di locazione minimo applicabile onde evitare spiacevoli inquisizioni da parte dell' AdE ???
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
#2
Non credo ci siano accertamenti in merito.

In ogni caso, se fai un contratto concordato devi attenerti a quanto risulta dai parametri da applicare nella tabella apposita.

Se fai un contratto libero, fai quello che vuoi, ma se pensi di farti dare una parte in "nero", cambia idea perchè l'inquilino ti può denunciare in qualunque momento.
 

Pumix

Membro Ordinario
Privato Cittadino
#3
pensavo a un contratto libero, ma pensavo ci fossero dei minimi da rispettare legati alle rendite catastali, onde evitare che appunto l'AdE potesse fare accertamenti nel caso in cui risultasse un canone troppo basso in relazione alle rendite (per cui potrebbe presupporre che una parte venga pagata in nero).
 

Luna_

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
#4
be se affitti una villa con piscina e parco a 500 euro mensili forse... ma nella norma nessun accertamento. Vedi nella tua zona gli affitti su che cifra si aggirano anche solo orientativamente
 

Luna_

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
#6
ma perché guardi la rendita? Casa mia ne ha una più alta ad esempio ma al max posso affittare 650 euro. Devi guardare i prezzi di zona per appartamenti simili. Non si calcola un affitto in base alla rendita catastale
 

Pumix

Membro Ordinario
Privato Cittadino
#7
Si lo so che occorre guardare il mercato, chiedevo se l'a.d.e. possa fare dei controlli qualora riscontri un canone troppo basso rispetto alla rendita...e quindi sospettare che una parte venga pagata in nero...

Avevo letto che per ovviare ciò il canone annuo debba essere superiore al10% del valore catastale.
 

Luna_

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
#8
guarda a parte i casi eclatanti non l ho mai sentita. in molte zone tralaltro le rendite catastali non sono state aggiornate eppure sono locate fior di euro. altre hanno una rendita stratosferica perché magari più nuove e quindi con rendita aggiornata e vengono locate a prezzi inferiori. un esempio eclatante è Venezia...rendite minime canoni alle stelle. @leolaz è ancora così in laguna?
 

dormiente

Membro Senior
Agente Immobiliare
#9
All''ADE non interessa se gli immobili con rendite catastali basse hanno affitti stratosferici, per loro é meglio, così possono mangiare di più.
Un tarlo invece se lo mettono per quegli immobili con rendita catastale alta affittati a prezzi stracciati, in particolare riguardo ai canoni liberi, non certo per i canoni concordati.
 

leolaz

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
#10
Confermo, anche se ogni tanto qualche funzionario si sveglia male al mattino e procede con l'accertamento catastale e conseguente aumento di rc.
Tuttavia vedo parecchi casi di rc intorno ai 300 euro e canone mensile superiore ai 1000
 

Studio Roversi

Membro Ordinario
Professionista
#12
ma perché guardi la rendita

Perchè il legislatore ha catastalizzato gli affitti liberi nel senso che la rendita catastale diventa anche la misura della redditività di un imobile oltre che ill parametro sul quale calcolare le imposte sui trasferimenti. Per i contratti stipulati dal 2005 il canone non deve essere inferiore al 10% del valore catastale o si rischia un controllo sia ai fini delle imposte dirette (art.41-ter, co.1 del Dpr 600/1971) che dell'imposta di registro (art.52-bis del TUR).
 

Luna_

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
#13
x le vendite ok. ma x gli affitti...non so quanto scatti il controllo...allora es. personale..casa mia 850 di r.c. dovrei affittare non meno di 770 euro mensili. si...se voglio lasciarla vuota allora è possibile. certi prezzi non sono fattibili
 

dormiente

Membro Senior
Agente Immobiliare
#15
Controllano quelli a canone libero con affitti bassi e rendite alte, in odore di nero, non quelli a canone concordato che agevolano i conduttori. Al nostro amico Pumix conviene fare un canone agevolato.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

costarelli ha scritto sul profilo di cristian casabella.
Ho un immobile artigianale-commerciale in un piccolo centro commerciale a bastia umbra (tra assisi e perugia) questo composto da 9 studi medici, una palestra,2 bagni e 2 spogliatoi oltre le zone comuni per un totale di 240 mq più 160 mq di terrazzo. E' affittato ad euro 1850+IVA mensili ad una società che svolge poliambulatorio medico con un contratto di 6 anni coperto da fideiussione. Prezzo 340000 rendita 6,5% anno
Alto