1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. draker

    draker Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    nel caso di divorzio consensuale con sentenza del tribunale dove i coniugi sono comproprietari di una autorimessa e questa rimane in possesso di uno dei due che versa all'altro la cifra del 50% del valore dell'immobile quali ulteriori atti sono necessari? vale a dire basta la sentenza o occorre un atto notarile? la trascrizione al registro immobiliare è automatica o deve essere fatta dal compratore? le imposte devono essere pagate o c'è l'esenzione in quanto divorzio?
    vi ringrazio se saprete darmi una risposta
     
  2. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Scusa non ho capito se l'autorimessa in questione la parte che detiene il possesso la compra oppure versa una quota come forma di affitto? da quanto capisco la compri ed allora dovete fare un regolare rogito, con il versamento ufficiale del 50% della quota parte...nelle spese di immobili non rientranti come prima abitazione penso non vi siano agevolazioni, come non vi sono per atti di separazione...
    spero esserti stato di aiuto...:)
     
  3. draker

    draker Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    grazie per la risposta cerco di chiarire.
    l'immobile è cointestato al 50% fra i coniugi, nell'atto di divorzio vogliamo scrivere che rimane a me in cambio di una contropartita in denaro pari al 50% del valore. secondo la legge tutti gli atti derivanti dal divorzio non sono soggetti a imposte o tasse, ma non mi è chiaro (e nemmeno al mio avvocato) come devo comportarmi. ovviamente se dobbiamo fare una normale compravendita dal notaio cambia l'accordo di divorzio.
     
  4. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    capisco cosa vuoi dire, a mio parere una procedura che ti permette di svincolare tutti i beni che sono cointestati sono gli atti notarili che trasferiscono il bene ad un unico soggetto...che siano soggetti o meno ad imposte varie, questo ti permette di avere le registrazioni corrette e non avere eventuali impedimenti da parte del cointestatario...poi devi vedere bene com'è la tua reale situazione (che non rientra in questo post, ma rimane giustamente tua)...
    spero essrti stato d'aiuto...:)
     
    A draker piace questo elemento.
  5. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Si,ha ragione architetto. Non puoi fare altro che un atto notarile in cui verso il corrispettivo del 50% di euri...tu diventi proprietario esclusivo dell'autorimessa. Cioè tu stai comprando la quota di tua moglie. La separazione o il divorzio in questo caso non c'entrano proprio nulla. Agevolazioni non ne hai perchè non è un immobile ad uso abitativo e in ogni caso saresti già proprietario del'altra metà a volerla fare contra lex...;)
     
    A draker piace questo elemento.
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Quindi, in caso di divorzio, non ci può essere passaggio diretto della quota dell'immobile, come accade attrraverso l'atto di separazione ?

    Quando mio fratello si è separato, nella separazione ha passato direttamente a sua moglie la propria quota dell'immobile, senza bisogno di notaio...

    Silvana
     
    A Limpida piace questo elemento.
  7. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Si tratta di un passaggio di proprietà quindi è necessario l'atto notarile
     
  8. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Silvana, sicuramente il passaggio è stato dovuto perchè i figli sono stati affidati (anche se congiuntamente) alla moglie e di conseguenza anche l'appartamento o immobile è stato lasciato a lei, ma per prenderne a pieno titolo di possesso, necessita dell'atto rogitale....:)
     
  9. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    No, no, sono sicurissima.
    Ha anche vinto una causa con l'ufficio delle Entrate che rivendicava la tassazione come seconda casa, dal momento che aveva "passato" l'immobile alla moglie prima dei 5 anni...

    Silvana
     
  10. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    non ho che dire. Domani farò una ricerca...al cento x cento cè qualcosa che non quadra,o nella mia e di architetto o nella tua affermazione..
     
  11. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Senza offesa alcuna...ma se Silvana afferma così che sono fatti vissuti direttamente, perché dubitare...:fiore:non pensi...:fiore:
    Da parte mia, posso affermare quanto ho detto, perchè conosco direttamente la situazione da me citata...
     
  12. Antonella de Paolis

    Antonella de Paolis Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Mia figlia dopo il divorzio ha ceduto all'ex marito la sua quota di proprietà dell'immobile e è stato necessario un Rogito. Nella sentenza di separazione, se ben ricordo, la casa restava in uso alla moglie e ai figli ma ciò non implicava un passaggio di proprietà.
     
  13. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Ha ragione Silvana. Non serve il notaio, c'è il Tribunale. Quello che dici tu è l' assegnazione della casa coniugale, ma è altra cosa.

    Smoker
     
  14. draker

    draker Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Salve vedo che la discussione che ho lanciato continua ad avere interventi, anche se contrastanti. non ci capisco ancora molto su come stanno le cose, ma posso dire che un altro avvocato amico mio ha detto che la sentenza basta ma deve essere redatta con tutti i passaggi propri di un rogito vale a dire individuazione catastale valore ecc. e non ci sono spese. se invece si fa un passaggio di proprietà da un notaio non ci possiamo appellare all'esenzione per divorzio, perchè risulterebbe un normale atto di compravendita e non un atto conseguente al divorzio esente da tasse art 19 legge 74/1987. vi ringrazio comunque per la quantità di notizie:)
     
  15. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    da approfondire ............ questa non la so
     
  16. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ciao Roby....ma scusa Roby...a che ti riferisci??? :)
     
  17. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Ciao Architetto,,,,,, al quesito mi riferisco....... non lo sapevo..........
     
  18. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Neanche a farlo apposta, proprio oggi mi è arrivato un atto di separazione consensuale, con il passaggio diretto dell'immobile da parte del marito alla moglie e vi allego la pagina

    Silvana
     

    Files Allegati:

  19. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
  20. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Hai ragione.
    Domani vedo di rifare un allegato leggibile.

    Silvana
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina