1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Vi posto in allegato la comunicazione che fimaa sta girando a tutti gli associati, in sostanza se ho capito bene il collaboratore deve fare regolare apertura di partita IVA pagando l'IRPEF ed il 14,20% ( a metà col titolare) ad enasarco, ma l' inps la paga comunque?
     

    Files Allegati:

  2. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    L'assicurazione enasarco e' integrativa quindi va pagato inps e enasarco.
    D.L. 98 2011
    art 18 comma 13
    "
    13. Con specifico riferimento all'Ente nazionale di assistenza per
    gli agenti e rappresentanti di commercio (ENASARCO) compreso tra gli
    enti di cui al decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509, si
    conferma che la relativa copertura contributiva ha natura
    integrativa, rispetto a quella istituita dalla legge 22 luglio 1966,
    n. 613, come previsto dall'articolo 2 della legge 2 febbraio 1973, n.
    12."
     
  3. è una questione pericolosa, che rischia di imporre un altro balzello agli agenti immobiliari, basandosi su motivazioni giuridiche che a mio parere non reggono. fimaa e anama si sono di fatto adeguate alla tesi di enasarco, senza andare allo scontro, e ora propongono una sorta di scivolo come se fosse il miglior risultato che si poteva ottenere per la categoria.
    l'art art.5 penultimo comma della L. 204/1985 recita "l’iscrizione nel ruolo degli agenti e rappresentanti di commercio è altresì preclusa a coloro che sono iscritti nei ruoli dei mediatori o che comunque svolgono attività per le quali è prescritta l’iscrizione in detti ruoli” .
    i collaboratori non iscritti al ruolo, secondo me, non possono che essere dipendenti.
     
    A dormiente piace questo elemento.
  4. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Per me Anama fa gli o teressi solo dei franchisi g....
     
  5. non è un mistero, anama rappresenta in gran parte i francising immobiliari.
    tutto lecito.
    il problema è che nelle agenzie affiliate ai francising, non in tutte, ma noi che lavoriamo sul campo sappiamo bene in che proporzione, ci lavorano molte persone che non sono agenti immobiliari e questo non è lecito, perchè di fatto si occupano di varie fasi dell'intermediazione. con questa storiella avranno, o potrebbero avere, una parziale legittimazione, non sono assunti, non sono agenti immobiliari, ma possono stare in un'agenzia immobiliare, pagano pure le tasse.
    fimaa invece è un'associazione che rappresenta anche i mediatori mercelologici, ovvero gli agenti di commercio, che versano i contributi a enasarco e dovranno ricevere, spero per loro, una parte della pensione proprio da enasarco, se avrà in cassa le disponibilità per farlo, ovviamente.
    con questo accordo/transazione, che non nasce nè da una legge, nè da una sentenza della suprema corte, quindi non da una fonte di diritto, riceverà delle entrate.
    pagate da chi ?
    per metà dagli agenti immobiliari, per l'altra metà dai collaboratori degli agenti immobiliari.
    naturalmont
     
    A andrea boschini piace questo elemento.
  6. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ma in sostanza iscrivendo i collaboratori ad enasarco sono regolari? e se si che regime fiscale gli viene applicato? che codice di p. IVA devono aprire?

    se la legge è stata fatta a favore/discapito di qualcuno poco importa, se c' è la utilizzo. Nel bene o nel male mi pare che sia stato colmato un grosso vuoto normativo che potrebbe incentivarmi ad inserire un paio di persone qualora non ci fossero problemi per nessuno.
     
  7. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Tutto serve solo ripianare i debiti di Enasarco
     
    A sarda81 piace questo elemento.
  8. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    NON C'ERA NESSUN VUOTO NORMATIVO...hanno semplicemente trovato un escamotage per dare una parvenza di "legalita'" a chi non lo e'.. a tutte quelle "terze medie con la punta quadra " che non avrebbero MAI potuto fare l'esame ora possono agire quasi indisturbati:disappunto:[DOUBLEPOST=1400063176,1400063010][/DOUBLEPOST]basta leggere il protocollo d'intesa per capire quali sono le posizioni " sanabili " con enasarco
     
    A sarda81, Antonello e dormiente piace questo elemento.
  9. lollo2000

    lollo2000 Ospite

    ma chi è il collaboratore di agenzia? che fà? come viene pagato? ma se non è un agente perchè viene pagato a provviggioni? per mettere i volantini e suonare i campanelli . le provviggioni sono legate ai campanelli suonati o ai volantini messi? perchè devono avere la piva? hanno previsto anche il codice suonatori di campanelli e distributori di volantini
    cominciamo a mandare gf e ispettorato del lavoro a verificare
     
    A Antonello piace questo elemento.
  10. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    fiaip risponde con un convegno:

    Comunicazione della Presidenza Nazionale: Enasarco: Convegno 21 maggio 2014 – Piano casa (D.L.n.47/2014) – Regime di incompatibilità degli agenti immobiliari

    Gentili Colleghe e cari Colleghi,

    Vi aggiorno sulle ultime attività svolte da Fiaip, con particolare riferimento all’organizzazione del convegno del 21 maggio prossimo sulla questione Enasarco.

    Enasarco: convegno 21 maggio 2014
    La campagna che da mesi conduciamo contro Enasarco nei più importanti quotidiani nazionali - e che, Vi ricordo, potete ritrovare anche nell’area ad essa appositamente dedicata sulla home page del nostro sito www.fiaip.it -, ha portato all’organizzazione di un convegno che si terrà a Roma, Piazza di Monte Citorio n. 123/a, dalle h. 10,30 alle h. 13.00, come da invito in allegato (all.1).

    L’evento, che vedrà il contributo di vari esponenti politici, nasce dalla sinergia con Federagenti (Federazione Nazionale Agenti di Commercio e Rappresentanti) che conta 40.000 associati e con Anasf (Associazione Nazionale Promotori Finanziari) cui aderiscono 30.000 promotori finanziari.

    Tengo a precisare che Fiaip è stata contattata dalle due associazioni indicate proprio grazie alla campagna da noi promossa sui media.

    I contatti che sono seguiti hanno portato all’ideazione di questo Convegno a cui Vi invito caldamente a partecipare per dimostrare, soprattutto, alla politica che non può rimanere inerte di fronte al consistente numero di soggetti colpiti dagli sperperi di Enasarco.

    L’interrogazione presentata, su proposta di Fiaip, dall’On. Rampelli (FdI), la campagna mediatica, i numerosi contatti politici avviati, culminano, quindi, nella manifestazione di mercoledì prossimo.

    L’importanza di una numerosa partecipazione è dovuta, inoltre, all’approssimarsi di nuove ispezioni da parte di Enasarco, dal momento che il Protocollo d’Intesa siglato da Fimaa ed Anama con Enasarco (e diretto a sanzionare in maniera ridotta le agenzie che avessero iscritto i propri collaboratori non titolati all’Enasarco ) è scaduto il 30 aprile scorso.

    Si avverte, quindi, dell’eventualità che, nell’ambito dell’attività ispettiva, Enasarco voglia esaminare, come già accaduto, i contratti di collaborazione posti in essere con i propri collaboratori non titolati.

    Vi ricordo, in proposito, che non possono essere stipulati rapporti di collaborazione con soggetti non in possesso dei requisiti di cui alla L.n.39/89 e non iscritti al Registro delle Imprese/REA ex art. 73 del D.lgs.n.59/2010.

    In ogni caso, inviamo nuovamente il vademecum contenente i suggerimenti da adottare in caso di ispezione (all.2), ferma restando l’assistenza che Fiaip fornirà in caso di contenzioso.

    Fimaa, Anama ed Enasarco stanno promuovendo il loro accordo, sollecitando le agenzie immobiliari ad aderire ad Enasarco, addirittura sostengono che il pagamento dovuto sulle provvigioni è “solo” del 14% da dividersi tra collaboratore e agenzia immobiliare, ma si scordano di dire che questo 14% si somma all’ormai prossimo 33% da versare all’INPS, altresì si dimenticano di comunicare che alla cessazione del rapporto, sarà dovuto al collaboratore il trattamento di fine rapporto !
    Inoltre, è necessario avere ben presente che i versamenti all’Enasarco non possono essere ricongiunti con quelli effettuati all’INPS, ragion per cui se per qualsiasi motivo un soggetto dovesse smettere di versare perderà tutti i soldi versati !

    In Italia esistono 500.000 persone che pur avendo versato i contributi non ricevono un Euro da Enasarco, essi vengono definiti “silenti”, questo fenomeno è ancor più grave di quello degli esodati.

    Fiaip non può permettere che siano gli agenti immobiliari e i loro collaboratori a risanare i conti dell’Enasarco e, soprattutto, non può permettere che siamo noi tutti a ripianare gli oltre 800 milioni di Euro che Enasarco ha perso, investendo i soldi degli agenti di commercio, in un fondo estero alle isole Cayman.

    Per questi motivi Vi invito a spiegare ai nostri colleghi non iscritti a Fiaip e che si stanno apprestando ad iscriversi ad Enasarco seguendo il consiglio di Fimaa ed Anama, il grande errore che stanno commettendo

    Siete quindi tutti invitati a partecipare al convegno del 21 p.v.

    Fiaip c’è e ci sarà sempre per difendere i nostri diritti !!!
     
    A andrea boschini piace questo elemento.
  11. lollo2000

    lollo2000 Ospite

    ah ah ah italian style sei abusivo ma se paghi ci giriamo dall'altra parte.........che spettacolo
     
  12. non è una legge o una sentenza della cassazione a camere riunite, è un accordo, un protocollo, un'intesa tra enasarco e fimaa e anama, basato, a quanto dicono, su delle sentenze di giudici ordinari, che per l'ordinamento giuridico italiano non sono fonte di diritto, e che possono essere smentite da altre sentenze.
    il timore è che si generino false aspettative e percorsi pericolosi, perchè la materia del lavoro è assai delicata e parte dal principio, giusto secondo me, della tutela dei diritti del lavoro e del lavoratore, sanciti dalla costituzione italiana, non delle scappatoie per risparmiare i contributi, e i giudici in caso di vertenza di questo tengono conto, non degli accordi fimaa/anama/enasarco.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina