1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Eledesa

    Eledesa Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Buonasera, purtroppo tempo fa ho trovato una casa che ho considerato come un'occasione, ho fatto la proposta che è stata accettata e poi il compromesso legato al diniego della banca, ovvero semmai la banca mi avesse dato il diniego io sarei stata libera da vincoli, ho fatto 2 richieste di mutuo la prima voleva un garante( e non era cosa)e la seconda mi avrebbe concesso l'80% del valore della casa da perizia effettuata. Inizialmente nella seconda banca avevo richiesto insieme al mio compagno il 95% ma dopo aver effettuato la perizia e aver fatto tutti i calcoli e le valutazioni del caso la banca ha notato che io ero già proprietaria di una casa dal 2006, non per mia volontà ma di mia madre perché volle fare un investimento per me e mia sorella, comunque dopo la perizia hanno fatto questa valutazione e la mia richiesta al 95% se ne è andata a farsene friggere e il massimo che mi avrebbero dato era l'80%. Non avendo più risparmi perché dati come caparra e compromesso al venditore, ci ritroviamo senza lettera di diniego, visto che la banca ci ha detto che non ci ha negato il mutuo ma ci dà di meno e senza più risparmi, come faccio a farmi dare una lettera di diniego dalla banca? erano i risparmi di una vita e al proprietario la lettera della banca in cui mi dice che mi viene data una somma invece di un'altra non gli basta, vuole la lettera con su scritto diniego... Non voglio perdere i miei risparmi, mi viene da piangere. Questo perché non capendoci un cavolo mi hanno fregata.
    Qualcuno mi può dare spunto per uscire da questo incubo?
     
  2. miciogatto

    miciogatto Membro Supporter

    Privato Cittadino
    Quello che conta non è ciò che vuole il proprietario ma quello che avete sottoscritto.

    Spesso però, purtroppo, queste clausole sospensive sono scritte con i piedi e suscettibili di interpretazione.

    Prova a scrivere qui cosa riporta esattamente il preliminare che avete firmato.

    Ti segue un agente immobiliare o avete fatto tra privati?
     
  3. Eledesa

    Eledesa Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Al punto C dice: l'importo di mutuo necessario alla parte promittente acquirente sarà messo a disposizione della parte promittente venditrice secondo le modalità previste dall'istituto mutante stesso. Qualora il mutuo di cui sopra non fosse concesso per motivi indipendenti dalla volontà delle parti entro 3 mesi dalla comunicazione scritta del diniego da parte della banca, le stesse convengono che l'immobile oggetto del presente verrà di comune accordo posto in vendita. Al momento della sottoscrizione di impegno ad acquistare di un futuro acquirente, il presente contratto preliminare verrà risolto contestualmente.la parte promittente venditrice restituirà alla parte promissaria acquirente le sole somme ricevute come caparra confirmato tua e integrazione caparra confirmatoriarijunciando fin da ora ad ogni maggiore diritto. Nel caso in cui la parte venditrice venisse meno agli impegni assunti dal presente contratto preliminare, si impegna sin da ora a restituire alla parte acquirente il doppio delle somme versate.
    Praticamente per uscire da tutto questo casino ho bisogno del diniego della banca che a quanto ho capito non lo danno mai a meno che non ci sia una segnalazione come cattivo pagatore. Come posso sbrogliare questa matassa? Ho quasi la certezza che perderò tutto.
     
  4. Eledesa

    Eledesa Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ah dimenticavo mi segue un'agenzia immobiliare, che mi ha affidato un consulente per accedere più facilmente e velocemente al mutuo. Mi aveva dato per certo che con Intesa San Paolo avrei preso il 95% ma invece mi concedevano l'80%... Io mi sono fidata
     
  5. miciogatto

    miciogatto Membro Supporter

    Privato Cittadino
    Per me è abbastanza incomprensibile.
    Entro che termine devi comunicare il diniego scritto? Entro tre mesi dal diniego scritto si conviene che ... boh?

    1) Parlane con il tuo Agente, di che la casa la vuoi ma se lui non riesce a trovarti il mutuo ...

    2) Vediamo cosa ne pensa il nostro @Avv Luigi Polidoro di una simile clausola ...
     
  6. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Mamma mia cosa leggo non è una sospensiva ma nel caso di diniego rimetteranno l'immobile in vendita e solo dopo aver trovato nuovo acquirente restituiscono le somme versate.
    Quel contratto é efficace.
     
    A caffenero, Tobia e Luna_ piace questo elemento.
  7. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    esatto come dice Rosa la clausola e "un po' *******ella". con la lettera di diniego parte il momento dal quale viene rimessa in vendita la casa...e poi al nuovo preliminare avrai indietro la caparra.....molto furbi i signori. Agente immobiliare veramente un "bravo " mediatore....poi chissà perché la gente non si fida. A quanto ammonta la caparra versata?
     
    A andrea b e Rosa1968 piace questo messaggio.
  8. Eledesa

    Eledesa Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    15000€... Purtroppo non è poco.
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  9. andrea b

    andrea b Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Anche molto equidistante dalle parti, direi. Praticamente ti ha legato mani e piedi e con un sasso al collo...
     
    A Tobia e Luna_ piace questo messaggio.
  10. gagarin

    gagarin Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    ..mai fidarsi delle promesse non scritte!
     
  11. caffenero

    caffenero Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Se la concessione del mutuo era legato all'acquisto di prima casa, forse l'A.I.non sapeva che la richiedente fosse già proprietaria di una prima casa... rimane il fatto che l'agente è stato comunque poco attento alle esigenze della parte acquirente. Consiglio: poichè esiste il rischio concreto di rimetterci i 15000, vale la pena di prendere l'80% offerto dalla banca e chiedere, se possibile, un piccolo prestito alla famiglia per concludere l'affare.
     
    A francesca7 piace questo elemento.
  12. Eledesa

    Eledesa Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Sia la banca che l'agenzia sapevano da subito che io avevo intestata un'altra casa ma pur sapendo ciò la banca ha portato avanti la pratica, ho pagato anche la perizia! Boh ma se avevo segnalato di avere già un'altra casa perché non me lo hanno detto subito che mi davano l'80%?... Andavo da qualche altra parte dove non pagavo la perizia... Che fregatura per tutto, la sto odiando questa casa, doveva essere una bella esperienza...
     
    A caffenero piace questo elemento.
  13. caffenero

    caffenero Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Mi dispiace ELedesma e ti auguro che si possa trovare un accordo civile con il venditore...ci vorrebbe la bacchetta magica per trovare presto un nuovo acquirente, ma pare che le bacchette magiche le abbiano esaurite fin dai tempi di Cenerentola!!! Battute a parte, sei sicura che a nessun altro possa interessare quell'appartamento? Che propone il tuo Agenti Immobiliari visto che è stato decisamente poco accorto nei tuoi confronti?
     
  14. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    In questi casi potrebbe valere la pena valutare la possibilità di un'estensione ipotecaria sulla casa già a te intestata (ed a tua sorella che dovrebbe fare da datrice d'ipoteca).

    Il valore della casa da acquistare "farebbe cumulo" con quello della casa già in tuo possesso e potresti agevolmente rientrare nell'80%.

    Mi è capitato un caso del genere proprio quest'anno.

    La clausola parla genericamente di "importo di mutuo" ma la proposta, anche altrove, identifica l'entità di detto importo? Perché, che ne dica il venditore, se la proposta è subordinata all'ottenimento di un mutuo di 100.000 euro e la banca me ne accorda 50.000, questo vale tanto quanto un diniego ad erogare i 100.000 euro necessari ed il proprietario difficilmente potrà attaccarsi alla mancanza di un diniego scritto, anche a livello legale.
     
    Ultima modifica: 22 Agosto 2016
    A caffenero piace questo elemento.
  15. Eledesa

    Eledesa Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    L'agenzia vuole farmela comprare per forza, anche se gli ho spiegato che così mi strozzo di debiti, anzi si è sentita anche offesa perché le ho detto che il contratto di
    compromesso non mi ha tutelata minimamente... Non voleva neanche più aiutarmi a prendere il mutuo... Ora sto riaprendo la pratica all'Intesa San Paolo. Penso però che determinati contratti dovrebbero, per legge, essere firmati davanti a un ente statale che sia super partes, che tuteli le 2 parti. La verità è che bisogna camminare con la schiena attaccata ai muri per non rischiare spiacevoli sorprese.

    Infatti avevo fatto scrivere la lettera dalla banca per consegnarla ai proprietari che non l'hanno accettata e indispettiti l'hanno portata dal loro avvocato che gli ha detto che non aveva valenza. La lettera non era di diniego ma diceva che invece dell'importo richiesto la banca ne concedeva un altro minore e che quindi la pratica veniva abbandonata. Io ero sicura che sarebbe andata bene ma non è andata così, il proprietario mi ha anche detto che se c'era il diniego lui avrebbe rimesso in vendita la casa... Questa è cattiveria pura o stupidità. Pensi che se portassi il contratto e la lettera della banca, riuscirei a cavare un ragno dal buco?
     
    Ultima modifica di un moderatore: 26 Agosto 2016
  16. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Di al proprietario di metterci lui i soldi mancanti quindi abbassa il prezzo!. Va bene compro ma tot non me lo danno che fai? Una parte ce la rimette il proprietario indispettito e l'altra l'agenzia indispettita a ruota.
     
  17. Ettore Arru

    Ettore Arru Membro Junior

    Altro Professionista
    ...sempre con molto ritardo, sperando di poter essere utile.
    La banca, pur mantenendo la facoltà di decidere se concedere o meno il finanziamento (sempre ispirandosi a principi di correttezza e buona fede), è obbligata, in ogni caso a comunicare, al cliente, per iscritto, i motivi che hanno indotto tale decisione; i quali devono, ragionevolmente, non generici ed il più possibile inerenti, in modo oggettivo, alla questione trattata; il tutto con il fine di non compromettere la buona relazione con il cliente (norma contenuta nel Bollettino di Vigilanza Banki n. 10 del 2007).
    Buon lavor a tutti
     
  18. Eledesa

    Eledesa Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Buongiorno! Ringrazio tutti quelli che mi hanno risposto, alla fine sono riuscita a fare il rogito il 28 settembre, il termine ultimo era il 30 settembre, anche se la ex proprietaria di casa si era più volte premurata di dirmi che potevamo fare il rogito con calma e sforare i tempi anche di una ventina di giorni, ovviamente mi avrebbe fatto pagare degli interessi. Quando la settimana precedente al rogito le avevo comunicato che mi avevano deliberato il mutuo, noi mi sembrava molto contenta. In effetti speravano di tenersi i 15.000€ di caparra ristrutturare casa e rivenderla ad un prezzo maggiore. L'agente immobiliare ha insistito a fare il rogito entro settembre perché poi mi ha confermato la versione che immaginavo...i proprietari pensavano di avere in tasca 15000€ ed erano straconvinti che non ce l'avrei fatta.
    Dopo questa vicenda ho imparato a non fidarmi di nessuno, purtroppo è brutto dirlo ma ho passato veramente un periodo d'inferno, ora sono ancora più convinta, già lo ero prima ma ora di più ancora, che se mi fosse successa una cosa analoga ma fossi stata la venditrice, avrei avuto un minimo di ritegno, restituendo la caparra al probabile acquirente, che fosse stato miliardario o povero... un briciolo di ritegno per guardarmi allo specchio la mattina... pensando che comunque quei soldi che avevo sul conto erano frutto di una pura rapina.
    Non so forse la penso in modo sbagliato ma sono per la giustizia vera, visto che quella dei tribunali, la maggior parte delle volte non tutela come dovrebbe. Sono veramente rimasta sconvolta dal comportamento di questi due esseri che sono anche genitori... mi chiedo che insegneranno ai loro figli? A come fregare il prossimo??? Per fortuna che il signore era anche dell'arma
    Comunque tutto bene quel che finisce bene! Voglio credere ancora nelle favole ma sicuramente da oggi in poi lo farò con i piedi ben piantati a terra, soprattutto firmerò solo quando sarò straconvinta e soprattutto stratutelata.
    Grazie a tutti!!!
     
    A ab.qualcosa e andrea b piace questo messaggio.
  19. andrea b

    andrea b Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Goditi la tua nuova casa, dimentica le brutture e ricorda le lezioni.
    Nella vita non si finisce mai di imparare, verissimo.
     
  20. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ed è vincolante per le banche?
     
    A miciogatto piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina