1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. geppo123

    geppo123 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,
    parlando con delle persone mi hanno messo dei dubbi su delle questioni sulle quali gradirei avere delucidazioni da esperti del forum.
    La situazione è questa:
    io abito in una residenziale abbastanza bella con vista lago e la mia casa è l'ultima della via.
    Considerando che la zona in oggetto è in collina, ogni abitazione si trova naturalmente ad essere posizionata più in basso di quella successiva seguendo il profilo naturale del terreno.
    Davanti alla mia abitazione c'è un lotto di terreno edificabile che se dovesse essere edificato con i parametri attuali del piano regolatore (volumetria ed altezza massima realizzabile), proprio per la questione del progressivo aumentare della quota del terreno, non darebbe nessun fastidio al mio immobile e alla vista che ora gode.
    Ora il dubbio che mi hanno fatto venire è che con il pgt potrebbero aumentare i volumi e le altezze edificatorie e quindi dare possibilità di costruire un immobile i cui ingombri potrebbero nascondere la mia casa e privarla della vista, facendo quindi anche diminuire notevolmente il valore.
    Premesso che è solo un'ipotesi, le mie domande sono queste:
    - ma in generale il pgt non dovrebbe salvaguardare il più possibile l'impatto sul territorio e quindi impedire la realizzazione di strutture che andrebbero a deturpare delle zone residenziali?
    - nel caso di un verificarsi di questo evento, avrei delle armi per difendermi, visto il danno enorme che mi verrebbe cagionato?
    - e proprio in virtù di questo, non potrei far rivalere il diritto che l'introduzione di nuove norme non debba essere penalizzante più di quelle esistenti per chi ha già dei diritti su un'abitazione esistente?
    Ringrazio anticipatamente chiunque possa darmi qualche delucidazione!!:ok:
     
    A Peter Pan piace questo elemento.
  2. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    ma in generale il pgt non dovrebbe salvaguardare il più possibile l'impatto sul territorio e quindi impedire la realizzazione di strutture che andrebbero a deturpare delle zone residenziali?
    In teoria si

    - nel caso di un verificarsi di questo evento, avrei delle armi per difendermi, visto il danno enorme che mi verrebbe cagionato?
    Puoi presentare una osservazione una volta che è stato pubblicato per l'esame pubblico.

    - e proprio in virtù di questo, non potrei far rivalere il diritto che l'introduzione di nuove norme non debba essere penalizzante più di quelle esistenti per chi ha già dei diritti su un'abitazione esistente?
    non credo

    Comunque prima di fasciarti la testa controlla non solo il piano ma anche le NTA perché spesso nelle NTA si nascondono vincoli (tipo l'altezza massima in gronda) che di fatto limitano l'edificabilità di un terreno.
    sinceramente non credo che in una zona come la tua vadano a fare dei palazzi di 4 piani, sarebbe da Gabibbo.
     
    A Peter Pan piace questo elemento.
  3. geppo123

    geppo123 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta, ma cosa sono le NTA? e queste non possono essere stravolte dal PGT?
     
  4. geofin.service

    geofin.service Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Norme tecniche d'attuazione
     
  5. akaihp

    akaihp Membro Attivo

    Altro Professionista
    le norme in materia di gestione del territorio sono locali, variano da regione a regione e da comune a comune.
    Se parli di PGT e non di PRG vuol dire che la tua regione ha sfruttato il potere legislativo concorrente in materia di gestione del territorio e ha emanato una legge autonoma.
    Nel caso di PGT i documenti allegati allo strumento di gestione del territorio cambiano nome e quindi può darsi che tale documento non abbia NTA ma Piano delle regole, documento di piano e piano dei servizi o altra denominazione che la fantasia del legislatore regionale ha voluto inventare.

    Tieni anche conto, se stai parlando di laghi che magari esistono altri strumenti a monte del PGT che salvaguardano le coste come il PTCP, vincoli ambientali ecc.

    il commento di roberto spalti è in ogni caso corretto: segui l'evolversi del PGT e fai delle osservazioni dopo la sua adozione (hai a disposizione 60 gg).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina