1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. bruce cima

    bruce cima Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    _io e mio nipote siamo coeredi al 50% con successione aperta da 1 anno perfezionata da pochi giorni. Io abito la casa in maniera temporanea fino alla vendita con incarico di quest' ultima, lui viene di tanto in tanto avendo libero accesso ed uso, con una stanza a lui dedicata, ma vive in un'altra casa.
    All'apertura della successione abbiamo stabilito un comodato d'uso verbale, nei termini sopra descritti, con rinuncia da parte mia a richiesta di collazione per decenni di eccessive donazioni da libretto postale con prelevamenti tramite delega unilaterale.
    Puo' ora, in base a questi termini il mio coerede, in seguito a ritardo nella vendita, avanzare una richiesta di compenso per l' uso dell'immobile?
    Grazie
     
  2. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Io registrerei il comodato d'uso
     
  3. bruce cima

    bruce cima Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    registrare il comodato d'uso verbale?
     
  4. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    A mio avviso potrebbe, per cautelarti potresti fargli fare un'autocertificazione sulla scorta di quella verbale, e se nel tempo capisci l'antifona, potrai registrarla a 168 euro considerando quanto sotto.
    Decreto del Presidente della Repubblica
    26 aprile 1986, n. 131
    Art.. 3
    Contratti verbali


    1 Sono soggetti a registrazione i contratti verbali:
    a) di locazione o affitto di beni immobili esistenti nel territorio dello Stato e relative cessioni, risoluzioni e proroghe anche tacite;
    a) di trasferimento e di affitto di aziende esistenti nel territorio dello Stato e di costituzione o trasferimento di diritti reali i godimento sulle stesse e relative cessioni, risoluzioni e proroghe anche tacite.
    2 Per gli altri contratti verbali si applicano le disposizioni dell’art. 22.

    Art. 22 - Enunciazione di atti non registrati
    [1] Se in un atto sono enunciate disposizioni contenute in atti scritti o
    contratti verbali non registrati e posti in essere fra le stesse parti intervenute
    nell'atto che contiene la enunciazione, l'imposta si applica anche alle
    disposizioni enunciate. Se l'atto enunciato era soggetto a registrazione in
    termine fisso è dovuta anche la pena pecuniaria [1] di cui all'art. 69.
    [2] L'enunciazione di contratti verbali non soggetti a registrazione in termine
    fisso non dà luogo all'applicazione dell'imposta quando gli effetti delle
    disposizioni enunciate sono già cessati o cessano in virtù dell'atto che contiene
    l'enunciazione.
    [3] Se l'enunciazione di un atto non soggetto a registrazione in termine fisso è
    contenuta in uno degli atti dell'autorità giudiziaria indicati nell'art. 37,
    l'imposta si applica sulla parte dell'atto enunciato non ancora eseguita.
    (1) Il riferimento alle pene pecuniarie è stato sostituito, con effetto dal 1° aprile 1998, con la sanzione pecuniaria
    dall'art. 26, D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 472.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina