1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. riccardo78

    riccardo78 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Salve, Vi chiedo aiuto per uscire da questa situazione. Ho fatto un compromesso per l'acquisto in oggetto nella iconsapevolezza che era ante 67 abusivo e quindi scopro che non è possibile fare la ristrutturazzione cosa che il venditore sapeva dall' inizio. adesso ho scritto al proprietario per la disdetta e la restituzione della caparra, il proprietario mi ha risposto che per il notaio l'atto è possibile e quindi non ci sono impedimenti gli ho spiegato che so che la commerciabilita e possibile ma mi sembra nel caso in cui l'acquirente e consapevole in questo caso loro non sono stati trasparenti.
    cosa mi consigliate ho ragione e quindi posso andare tranquillamente da un avv.
     
  2. geomanera

    geomanera Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ?????? scusa ma non ho capito .....
    spiegati ,l'immobile o è in regola o è abusivo .
    se è abusivo non è vendibile.
    se è in regola è vendibile e di conseguenza ristrutturabile.
     
  3. vixent

    vixent Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    neanche io ma concordo con Geomanera e comunque è il tuo notaio ( che scegli tu) che al massimo ti può dire se si può rogitare o meno
     
  4. riccardo78

    riccardo78 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    io non so come funziona ma sono stato in due notai e gli ho spiegato il problema, il primo mi ha spiegato che essendo un ante 67 anche senza concessione edilizia è possibile la vendita sul piano commerciale anche sè sul piano urbanistico ci sono problemi questo e quello che dice la legge, il secondo notaio mi ha detto la stessa cosa a differenza che lei non farebbe mai un atto del genere in quanto la parte acquirente deve essere consapevole di comprare l'immobile con tutti i problemi urbanistici. cosa ne pensate voi?
     
  5. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    allora, facciamo chiarezza:
    è una villetta isolata o un appartamento in condominio?

    in ogni caso se non c' è concessione edilizia ci deve essere un condono e l' immobile deve essere conforme a quello che risulta 1 in comune 2 in catasto. se non c' è nessuna delle 2 stai comprando qualcosa che non esiste

    secondo aspetto: se ci fossero presso l' ufficio toponomastica del comune degli attestati antecedenti al 67 che testimoniano che quell' immobile era già li', e lo stato di fatto è confome l' immobile è vendibile anche se non c' è il certificato di abitabilità ma tieni presente che quando ristrutturerai lo dovrai fare.

    correggetemi se ho fatto qualche errore!
     
  6. geomanera

    geomanera Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    tanto per ... cercare di fare chiarezza.
    La legge urbanistica italiana è del 1942. Da tale data per poter costruire un edificio occorre essere dotati di licenza, nulla osta, concessione ecc ecc . Se l'edificio risale a prima al 1942 si può considerare regolare, se è stato ristrutturato, ampliato ecc dopo il 1942 deve essere dotato di licenza ecc ecc.
    A mio avviso devi :
    1)andare dall'Agenti Immobiliari e chiedergli copia dei permessi rilasciati , se compri privatamente AHI, AHI, AHI,AHI.... vai da un bravo tecnico che faccia tutto ciò.
    2) confrontare quanto esistente "sulla carta" con quanto in essere e trarre le dovute conseguenze.
    3) Senza offesa dubito che un notaio ti possa aver detto "il primo mi ha spiegato che essendo un ante 67 anche senza concessione edilizia è possibile la vendita sul piano commerciale anche sè sul piano urbanistico ci sono problemi questo e quello che dice la legge, il secondo notaio mi ha detto la stessa cosa a differenza che lei non farebbe mai un atto del genere in quanto la parte acquirente deve essere consapevole di comprare l'immobile con tutti i problemi urbanistici" . Mi auguro che ci sia stato un malinteso.
    Il fatto che in atto si sichiari che l'immobile sia anteriore al 01/9/67 non vuol dire che non serviva il permesso, è solo una norma ( a mio modesto avviso da correggere ) per la stesura degli atti .
    auguri.
     
    A vixent piace questo elemento.
  7. riccardo78

    riccardo78 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    grazie per le risposte, cerco di essere piu chiaro sto parlando di un fabbricato di due piani vicino zona centro storico, i vecchi proprietari non hanno mai sanato per negrigenza, gli unici documenti che mi sono stati recapitati sono le planimetrie depositate al catasto è un vecchio atto fatto precedentemente. sono stato all'urbanistica del mio comune è mi è stato detto che non esiste licenzia edilizia e quindi non sarà possibile fare nessuna ristrutturazione, da qui mi sono informato come ho scritto sopra a due notai diversi. cosa posso fare per farmi restituire indietro i miei soldi in quanto la parte venditrice era a conoscenza delle mie intenzioni di "ristrutturazione".
    Per quello che ho capito io la legge è un po incasinata per gli immobili ante 67 perchè nel caso di mancata licenzia edilizia basta la dichiarazione del proprietario che la casa è ante 67 (valido solo per la commerciabilità) infatti e qui che io non capisco perchè quanto ho fatto il compromesso dal segretario che lavora dal notaio il quale insieme al proprietari mi dicevano la frase "con questa documentazione l'atto è ricevibile" io che sono l'acquirente e non sono del mestiere sententomi dire che l'atto è ricevibile capisco che in teoria non ci sono problemi urbanistici questa situazione puo trarre in inganno quindi la legge per essere piu chiara doveva articolare degli strumenti tali da mettermi nelle condizioni di capire.
    secondo voi cosa posso scrivergli al proprietario per farmi restituire i soldi?
     
  8. studioMR

    studioMR Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Chiedi ai venditori che ti facciano avere una perizia giurata redatta da un tecnico (geometra , architetto, ingegnere) che certifichi la regolarità urbanistica dell'immobile promesso in vendita.
     
  9. riccardo78

    riccardo78 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    grazie per il consiglio, solo che ho chiesto e si rifiutano, posso chiederla io come acquirente?
     
  10. geomanera

    geomanera Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    assolutamente si , sappi che detta perizia-relazione sarà fondamentale qualora volessi risolvere il contratto . Parte venditrice dovrà dare delega al tuo tecnico per accedere all'archivio comunale e catastale.
    bye
     
  11. riccardo78

    riccardo78 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    grazie per le risposte, dimenticanto il discorso ante 67 sembra che per come è stato scritto il compromesso anche sè non ha la concessione edilizia mi hanno fregato, allora sono stato da un geometra il quale ha verifiato le planimetrie e mi ha confermato che il secondo piano chiuso con tetto in lamiera è abusivo, volevo chiedervi basta questo per chiedere la risoluzione del contratto preliminare e chiedere la restituzione della caparra? secondo il proprietario basta togliere l'abuso ma cosi facendo non è piu come venduta nello stato di fatto.
    aspetto vostra risposta grazie.
     
  12. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ti necessita comunque un avvocato.

    Mi sembra una situazione troppo complessa per essere affrontata da te solo...

    Silvana
     
  13. riccardo78

    riccardo78 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    grazie Silvana, il problema che sono stato da un avvocato ma mi è sembrato che non ne capisse nulla su immobili, provo a cambiare avvocato.
    Spero solo che sè è vero che esiste un abuso non contemplato nelle planimetrie io posso chiedere con l'avvocato la risoluzione del contratto
     
  14. renzo1965

    renzo1965 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ciao,
    sono finito in una situazione uguale alla tua. Mi puoi dire come ne sei uscito?
    Grazie
     
  15. riccardo78

    riccardo78 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Ciao, il problema e che non sono ancora uscito nel senso che se ne sta occupando l'avvocato.
    Comunque sè vuoi un consiglio vai da un avvocato e da un tuo notaio di fiducia che in teoria sembra che quest' ultimo per legge puo arbitrare e non ricevere l'atto visto che non eri consapevole dei problemi urbanistici.(alcuni si sono rifiutati ma alla fine ho trovato chi per etica profesionale era d'accordo ad aiutarmi)
    L'avvocato inviterà la parte venditrice a presentarsi dal tuo notaio a quel punto non avendo la concessione edilizia il notaio dovrà rifiutarsi e l'avocato potrà procedere per via legali.
     
  16. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Riccardo 78 hai provato a ricercare all'ufficio tecnico comunale eventuali licenze dell'epoca o sanatorie relativa all'edificio dove è ubicato l'appartamento?
     
  17. Julius

    Julius Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ragazzi il problema interessa anche me.

    Cantina in palazzina costruita nel 1937 a Roma. Il piano cantine (interrato) è totalmente abusivo, ovvero non è presente nel progetto approvato, (già fatta la visura); dunque la cantina non ha titolarità urbanistica, (accatastata comunque dal 1976), e ora è in vendita.

    Ambedue le parti sono a conoscenza dell'assenza di titolarità urbanistica, ma secondo il notaio si può vendere in quanto ante 67 (d'altronde è un ante 1942), anche se dubito che indicherà nell'atto che è abusivo.

    E' facilmente dimostrabile che il piano cantine è sempre esistito poiché è al di sopra della platea di fondazione (in pratica non si è scavato al di sotto della palazzina, dopo la costruzione).

    L'acquirente provvederà a proprie spese a pagare gli oneri concessori (salatissimi) una volta acquistato.

    Vostro parere?
     
    Ultima modifica: 18 Febbraio 2015

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina