1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Lopa

    Lopa Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buonasera,

    mi trovo nella situazione seguente (cercherò di essere breve e chiara): fine anno scorso ho firmato una proposta acetata e subito un compromesso di compravendita con atto notarile da farsi entro maggio 2012,versando una cappara di 10.000 eur + le proviggioni del'agenzia ( che avevano insistito di versare tutta la somma, anche se ero un po in dubbio su questo argomento ) non subordinato al mutuo in quanto l'agenzia diceva che non si poteva fare in quanto avrei fatto la richiesta del mutuo solo a febbraio e percio troppo distante. Mi mettono in contatto con il broker che la fa facile, non ci dovrebbero essere probl x il mutuo, ci sto come reddito. Solo al compromesso mi informano di un ipoteca doppia che grava sulla parte di uno dei 2 fratelli dicendo che è una cosa che stanno gia provedendo loro e che toglierano una volta fatto l'atto.
    A febbr/marzo si va in banca con il broker x richiesta mutuo... fino ad oggi nessuno risposta ne positiva o negativa. Nel fratempo ovviamente sono andata per conto mio in altre banche che sono ferme a causa del importo sconosciuto del ipoteca. Siamo a fine luglio, percio oltre i termini concordati, non è stato fatto nulla .. ne proroga del contratto ecc.
    Colpo di scena: i proprietari mi fano pressione perche non ho il mutuo dicendo che loro sono a posto avevano anche assunto un commercialista per fare i conti del ipoteca, l'agente immobiliare mi dice che l'ipoteca è tolta, poi sente il notaio che li dice il contrario... notaio indaga a fondo e..... la Equitalia dopo un 1 contatto vuole procedere con la vendita forzata e trascrizione del pignoramento, la società di Leasing non è stata ancora contattata perche non sano chi sentire.... e mi convocano ad un incontro ( che averrà tra pocchi giorni ).

    Come devo procedere? a questo punto io non posso piu aspettare perche mi scade la predelibera del mutuo tra pocco e io sono forzata a cambiare casa in quanto abito dai genitori con figli picoli, al situazione è diventata insostenibile.

    Vi ringrazio per i vs consgli e commenti
     
  2. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ti consiglio di consultarti con il tuo Notaio, ma secondo me dovresti convocare per iscritto la parte venditrice per fare immediatamente il rogito. Se l'immobile, come sembra da quanto ci dici, non potrà essere venduto per i problemi di cui sopra, saranno loro ad essere inadempienti e ti dovranno restituire il doppio della caparra! Chiaramente a quel punto dovrai ricominciare da capo, ma se ora sei solvibile per la banca, lo rimarrai anche dopo! :occhi_al_cielo: :stretta_di_mano:
     
  3. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non accettare nessun accordo verbale, ma insisti per mettere per scritto e firmare tutto quello che deciderete nell'incontro.

    Poi puoi anche decidere di comportarti come ha suggerito Maurizio.
     
  4. enzo6

    enzo6 Ospite

    In questi casi il tuo notaio puo' fare una comunicazione scritta alla parte venditrice in cui attesta il reale stato delle cose chiedendo che le cause ostative al rogito siano rimosse definendo una data limite per il rogito. Essendo un pubblico ufficiale che sa cio' che scrive è il tuo miglior allegato. Se andate in giudizio sarà un documento molto importante e non contestabile.
    Mi sono capitate situazioni particolari in passato e ti garantisco che quando scrive il notaio è...... cassazione.
     
  5. Lopa

    Lopa Membro Junior

    Privato Cittadino
    buon giorno

    vi ringrazio a tutti per la risposta veloce e i consigli.
    Il notaio ha gia inviato un fax a tutti spigando la situazione e perche non si puo procedere invitandoci al incontro per vedere come si puo mettere d'accordo ma non ha dato nessuna data limite. Il mio avvocato mi consiglia di mandare subito io personalmente una a/r ai venditori + agenzia richiedendo il doppio della caparra e spese di mediazione x testare il terenno . che ne pensate ?

    Io a questo punto vorrei solo i miei soldi indietro, di case se ne trovano tante senza problemi. Mi sono affidata a un professionista ( agenzia immobiliare ) a punto perche non me ne intendo. Penso che la partenza è stata sbagliata o volutamente o per negligenza in quanto l'agenzia avrebbe dovuto communicarmi sin da subito l'importo del debito. O sbaglio? Si puo fare un reclamo al agenzia?

    I venditori non hanno piu i soldi che le ho dato da quello che dicono... percio non so neanche come fare per averli poi indietro. I soldi del agenzia chi dovrebbe restituirmeli???
     
  6. enzo6

    enzo6 Ospite

    Per rispondere se seguire il consiglio del tuo avvocato è necessario capire entro quando si doveva rogitare e se il termine era indicato come "essenziale".
    l'agenzia di norma non c'entra poichè non è sua responsabilità se il proprietario non paga il mutuo. larghissima parte delle vendite sono coperte da vecchi mutui che si estinguono al rogito.
    Cosa diversa se alla data accettazione della proposta fosse già stato iscritto un pignoramento sull'immobile, cosa che non credo sia accaduta.
    Se l'agenzia ha operato in buona fede non deve renderti le provvigioni.
    Per quanto riguarda la restituzione dei soldi senti notaio ed avvocato poichè il preliminare registrato ti da alcune garanzie come, seguendo una procedura legale, iscrivere ipoteca sull'immobile. L'eventuale causa al proprietario dovrà comprendere anche spese legali che hai pagato e che ti siano state fatturate.
     
  7. Lopa

    Lopa Membro Junior

    Privato Cittadino
    il rogito doveva essere fatto entro e non oltre 30 aprile, il contratto non è stato neanche registrato da quello che ho capito dal agenzia che solo 1 mese fa mi ha chiesto i soldi per la registrazione.
    La doppia ipoteca è a causa di una ditta fallita di uno dei fratelli che sembra non si sa ancora a quanto amonta. L'agenzia sapeva tutto cio, penso che avrebbe dovuto farsi dare i conteggi prima di fare firmare un compromesso. E avrebbe anche dovuto sapere che in banca senza la somma del debito mi avrebbero bloccato la pratica... o no?
     
    A frmrudy e enzo6 piace questo messaggio.
  8. enzo6

    enzo6 Ospite

    Se l'agente era al corrente di informazioni importanti (precedente fallimento del proprietario e conseguente ipoteca) per la tua sicurezza doveva riferirtele.
     
  9. Lopa

    Lopa Membro Junior

    Privato Cittadino
    del'ipoteca mi aveva informato solo al compromesso leggendo velocemente il contratto e dicendo che al atto sarebbe tutto cancellato. Non lo aveva precisato nella mia proposta altrimenti non l'avrei neanche fatta. Ma comunque non ha mai fornito il quantum delle ipoteche... che servono per avere la delibera del mutuo. Se non avessi contattato io personalmente la banca per chiedere spiegazione del ritardo della risposta per il mutuo, nessuno me lo avrebbe mai detto. é qui il colmo: sia l'agenzia che i venditori quantinuavano a minnaciarmi e pressarmi per inadempimento.....!!!!
     
  10. enzo6

    enzo6 Ospite

    Al compromesso avevi la possibilità di ritirarti senza perdere la caparra dopo aver saputo del fallimento venditore? se la risposta è si temo sei in torto tu, in caso contrario sono in torto loro poichè ti hanno informato del fallimento venditore solo quando non potevi ritirarti perchè perdevi la caparra.
    Se l'importo delle ipoteche era inferiore al valore di vendita non era importante ti informassero dell'ammontare, l'ipoteca sarebbe stata cancellata dal notaio col tuo pagamento. Comunque resta importante informare acquirente del recente fallimento venditore e soprattutto in questi casi l'agenzia deve consigliare acquirente di fare trascrizione del preliminare e non solo la registrazione (peraltro mai fatta).
    il tuo notaio ti confermerà quest'ultimo passaggio.
    Quando ho dei dubbi salto sempre il preliminare, evito scambio di denaro prima del rogito. Se salta fuori un problema il cliente non perde nulla nemmeno le provvigioni che mi paga al rogito.
     
    A Tobia e frmrudy piace questo messaggio.
  11. Lopa

    Lopa Membro Junior

    Privato Cittadino
    forse non mi sono spiegata bene io .... dopo la proposta d'aquisto siamo subitissimo passati al compromesso (dove ho dato la caparra), che letto in furia e fretta dal agente , mi diceva che esisteva un ipoteca a causa di un debbito del fratello ma che era roba da poco in quanto inferiore al prezzo d'aquisto cancelabile con facilità nel momento del atto notarile.
    Invece non hanno neanche tratatto con Equitalia e l'altra società, ed è tutto con punti di domanda... praticamente non sanno nulla, ma non vogliono restituirmi la caparra che hanno speso. Al agenzia posso richiedere indietro i provigioni versati??
     
  12. enzo6

    enzo6 Ospite

    Per quanto riguarda le provvigioni:
    Il problema è capire se l'agente prima di dare la caparra confirmatoria ti aveva avvisato che esisteva un ipoteca da parte di equitalia.
    Per quanto riguarda la caparra:
    Devi fare scrivere da un avvocato ed eventualmente andare in causa.

    Tuttavia non capisco perchè non avete registrato il preliminare.
     
  13. Lopa

    Lopa Membro Junior

    Privato Cittadino
    da pocchi giorni sembra che l'hanno registrato ( avranno capito che ci sarano dei casini ).
    L'agenzia l'ha detto facendo capire che era una cosa da poco, senza problemi tutto risolvibile all atto ... ma l'agenzia ha omesso di dire che non esistevano i conteggi, l'accordo con Equitalia, fondamentali per farmi passare la pratica del mutuo.
     
  14. enzo6

    enzo6 Ospite

    Fatti dare una copia del preliminare registrato.
    I conteggi di quitalia non centrano con la delibera pratica di mutuo, servono per il rogito.
    Tuttavia in questi casi si trascrive da notaio il preliminare, non solo lo si registra. Vedi cosa ha fatto l'agenzia perchè se è trascritto.
     
  15. Lopa

    Lopa Membro Junior

    Privato Cittadino
    L'agenzia cerca di tirasi fuori dicendo che il venditore non puo rogitare percio mi deve dare i doppio della cappara. Comunque per la banca io sono solvibile, ma non puo darmi l'ok e andare a rogito a causa della somma sconosciuta del debito. E se il debbito è piu alto del mutuo richiesto? ?Poi il venditore ha speso la caparra e non mi da l'impresione che vuole retituire nulla. PEnso che dovrei andare per vie legali, in questo caso serve avvocato civilista o penalista ? come bisogna procedere?
    grazie
     
  16. Lopa

    Lopa Membro Junior

    Privato Cittadino
    Scusa Enzo6, dicevi che se il preliminare è trascritto.... poi non leggo piu nulla...cosa volev dire?
     
  17. enzo6

    enzo6 Ospite

    Ti serve un civilista.
    Fatti dare copia della delibera mutuo dalla tua banca che attesta che il mutuo te lo facevano.
     
  18. Lopa

    Lopa Membro Junior

    Privato Cittadino
    mi hanno datto una predelibera, la delibera non me la possono dare senza avere un idea del debbito che grava sul immobile ( cosi diccono ) ....
     
  19. enzo6

    enzo6 Ospite

    Bene
     
  20. enzo6

    enzo6 Ospite

    Nei casi come il tuo (fallimento pregresso proprietario ed ipoteca esatri sul bene) io consiglio all'acquirente di trascrivere il preliminare e non solo registrarlo. Questa procedura si fa dal notaio, costa qualcosa ma ti da maggiori garanzie in termini di aggredibilità dell'immobile se il venditore non rogita e non ti rende la caparra.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina