1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. idealista

    idealista Membro Attivo

    i prezzi delle case non possono diminuire, e una loro diminuizione non è neppure auspicabile per gli effetti sconvolgenti che potrebbe avere sul sistema bancario. a dirlo è il presidente di confedilizia, corrado sforza fogliani, che ha commentado i dati diffusi dal centro studi di confindustria, secondo cui i prezzi delle case in italia sono ancora troppo cari
    a rendere impossibile una caduta dei prezzi è il grave carico fiscale che pesa sulla casa, che implicherebbe una vendita in perdita. "l'IMU- dice fogliani- con il suo inusitato carico, ha avuto e avrà ancor più nel prossimo autunno effetti devastanti". invece di aspettare un impossibile crollo dei prezzi costruito a tavolino, è necessario rilanciare l'affitto. l'unica strada perseguibile è quella di una nuova normativa fiscale e di misure straordinarie che permettano anche il riutilizzo dell'enorme massa di immobili bisognosi di lavori di riattamento, perché possano in futuro essere destinati all'affitto a canoni calmierati
    secondo confedilizia -che ha analizzato i dati del ministero dell'interno- nel 2011 sono calati i provvedimenti di sfratto. dai 65.664 del 2010 si è passati a 63.846. ma il carico degli sfratti, pur in diminuizione, rimane comunque pesante e dovuto, in gran parte, al forte carico fiscale che spinge i proprietari a librare i propri immobili dagli inquilini in modo da poterli vendere

    Finisci di leggere l'articolo su idealista.it/news...
     
  2. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    E secondo quale teorema? Perché altrimenti i costruttori e le banche vanno a "carte quarantotto"?

    Io mi chiedo sempre se chi sostiene queste tesi ha ben chiaro che in un libero mercato è la domanda e l'offerta a regolare il mercato.

    :shock: Oh oh? Forse che non ci sia un libero mercato concorrenziale in Italia?
     
  3. akiraa

    akiraa Membro Junior

    Privato Cittadino
    E certo siamo fuori dal mondo in Italia. C'è stato un crollo in mezzo mondo e da noi non è possibile. Sarebbe invece auspicabile fare tabula rasa per ricominciare su basi virtuose.
     
  4. Mil

    Mil Membro Senior

    Altro Professionista
    D'altra parte cosa vuoi che dica confedilizia? E' un po' come Monti, che dice che siamo fuori dal tunnel...convincersi aiuta...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina