1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. nataly

    nataly Membro Junior

    Privato Cittadino
    salve.sto vendendo vechia casa di 30 anni.. che aquistata io nel 2ooo e obligatorio presentare confofmita idraulica ed elettrica.MILLE GRAZIE
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    No, devi segnalare che la vendi nello stato di fatto in cui si trova.
     
  3. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il notaio rogita anche senza
     
  4. nataly

    nataly Membro Junior

    Privato Cittadino
    ma se insiste compratore dove mi rivolgo e quando si po costare
     
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Gli dici di andare a comprare un appartamento nuovo e non un usato di 30 anni.
     
    A STUDIOMINUCCI e Valerio Spallina piace questo messaggio.
  6. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Fai fare le dichiarazioni di rispondenza: con un po' meno di 1000euro te la cavi
     
  7. Ciao Umberto,

    mi chiedo se nataly sappia o meno se la casa "risponda" o meno.
    Per quello che ricordo io, gli impianti elettrici di 30 anni erano ben lontani dal rispondere alle Norme adesso in vigore e quasi nessuno ha messo a norma i vecchi impianti ( specie in bagni e cucine, rispettando le distanze da lavandini, docce, lavabi,.... ).

    Gli i vecchi impianti idraulici sono meno discostanti dalle Norme, salvo gli impianti di riscaldamento autonomo a gas ( termoidraulici ) che potrebbero essere senza la dichiarazione obbligatoria dell'istallatore ed il libretto di controllo annuale ( a Roma non lo fa quasi nessuno, a Savona quasi tutti ).

    nataly, acquistando nel 2000, ha fatto lavori di ristrutturazione generale ed ha i certificati degli istallatori elettrici ed idraulici ?

    Prudenzialmente consiglierei che nataly, per scrupolo, spendesse qualche centinaio di euro euro chiamando un tecnico e si facesse dire (all'orecchio) quale è la sua reale situazione : conforme, quasi conforme e rimediabile con poca spesa, non conforme.

    Nel quale ultimo caso :

    .

    e se il caso :

     
  8. nataly

    nataly Membro Junior

    Privato Cittadino
    problema che io aquistato appartamento nuovo in costruzione da una impresa dando mio vecchio in permuta Adesso nouvo e pronto ma loro gia 6 mesi cercano non fare rogito e ultima trovata e questa di conformita...Allora mi toca spendere ancora ...o devo rivolgermi ad un avocato Per cortesia mi date un consilio.Grazie
     
  9. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Probabilmente hanno ripensato al valore di permuta e prendere il tuo appartamento non è poi così conveniente; se hai stipulato un contratto preliminare (compromesso) ci sarà scritto anche lo stato di manutenzione del tuo appartamento. Fai rispettare quello; se il compromesso non lo hai fatto la situazione è un po più complicata.
     
  10. Ritorno sul mio post : l'appartamento è in regola o no con la conformità ?

    Se non è in regola, bisogna vedere cosa bisogna fare per metterlo in regola.

    Mettere a norma un impianto elettrico può comportare una spesa modesta oppure una spesa molto alta ( se non è sezionabile ).

    La regolarità idraulica è molto condizionata se c'è un impianto di riscaldamneto autonomo a gas.

    Quindi, scusami per l'insistenza, gli aspetti sono : tecnici e giuridici.

    Roberto.Spalti, a mio parere giustamente, ti chiede di controllare cosa hai firmato nei tuoi impegni di permuta.

    Dicendo " ho acquistato " sembra che tu hai firmato un preliminare.

    Hai dato anticipi ?

    Sono tutte cose determinanti a formulare un consiglio.

    Ciò che si è firmato, va rispettato dalle due parti : loro con il nuovo appartamento e tu con il vecchio in permuta.

    Se vogliono crearti problemi, per tirarsi indietro, potrebbero trovare forse ulteriori appigli.

    Purtroppo credo che è molto probabile che dovrai nominare subito un tecnico per un parere. Magari il tuo vecchio appartamento è in regola e ti fai fare le dichiarazioni di conformità idraulica ed elettrica.

    Se il tecnico ti dicesse che non sono ottenibili le dichiarazioni richieste dall'impresa, farsi dare una relzione con indicati gli interventi da lui richiesti per rilasciarti le dichiarazioni ed una stima dei costi.

    Se i costi sono alti (e potrebbero anche esserlo), allora serve un avvocato perchè, come dice Roberto, la situazione potrebbe essere complessa.

    Puoi fare sapere al forum gli accordi da te firmati (togliendo tutti i dati sensibili, come nomi, indirizzi, prezzi ....etc.) ? Come fosse una bozza di contratto ancora da compilare con tanti "puntini" da riempire.

    Spero così facendo metti ognuno, secondo i suoi campi di esperienza, in grado di fornire qualche consiglio più preciso a tracciare il percorso da seguire per risolvere il tuo problema, che potrebbe essere semplice o complesso.

    Grazie per tuoi i chiarimenti.
     
  11. nataly

    nataly Membro Junior

    Privato Cittadino
    Impresa dichiara preliminare come una mia proposta perche non e stata registrata,pero tutti soldi da me anno preso 3 ANNI fa. Loro non riescono vendere mio vecchio appartamento e non vogliano intestarlo ad impresa.Cmq rigvarda mio appartamento non precisato niente solo questo-
    il prezzo che propongo per acquisto,a corpo....... da versare con le seguenti modalita -
    euro 135.000 vengano da me versati unitamente alla consegna della presente proposta a titolo di cauzione....
    euro 110.000 oltre IVA saranno versati a saldo al momento del rogito,anche senza il rilascio di agibilita,presubilmente entro il 30.06 2011,si precisa inoltre che se almeno sei mesi prima della consegna dell immobile,corrispondente alla data del rogito dell immobile sito in ....,io sottoscritta non avessi ancora venduto il mio immobile sito nel....,appartamento posto al 4 piano e relativo garage sito al piano interrato, il tutto meglio identificato al N.C.E.U. alla Partita n, 16218 al ..... e garage identificato al N.C.E.U. al Fg.n39...,la Soc.****** s.r.l. lo prendera in permuta alla cifra corrispondente al saldo dovuto al rogito,ossia euro 110.00
    Tutto qua. ho portato documenti insieme con altri aquistatori da notaio che sempre servito questa impresa percio fa gico loro . altri da pasqua gia dentro e a me impresa risponde che notaio non ancora fatto acertamenti eadesso vuoliano conformita.... magari cambio notaio.. devo pagare lo stesso notaio se anche non arrivata al rogito o no....mi date un consilio MILLE GRAZIE
     
  12. Non credo che la soluzione sia cambiare il notaio, che come ti ha detto Granducato, rogita senza questo tipo di conformità, essendo il problema rappresentato dall'impresa-acquirente che chiede le dichiarazioni.

    Bagudi ha detto che avresti dovuto scrivere che il tuo appartamento era venduto nello stato di fatto. Ciò sarebbe stato opportuno.

    Il problema adesso è complesso e purtroppo vedrei necessario che tu incaricassi un avvocato per trattare il caso : ci sono in ballo 135.000 euro che devi tutelare, tentando di farteli rendere. Se l'impresa non è più disponibile a permutare l'appartamento, trovando appigli vari, non resta, a mio parere, che recuperare il massimo possibile da un'operazione, che tu hai condotto in buona fede ma senza pensare a clausole di tutela chiare e dettagliate.

    Spero che qualcun altro del forum possa darti un consiglio più ottimista del mio. Ciao
     
  13. nataly

    nataly Membro Junior

    Privato Cittadino
    SPERO ANCHE IO ,pero ha ragione Valerio .Oggi mi ha chiamato notaio e ha detto che devo fare condonno edilizio perche in documenti scritto chi io posto machina invece in proposta lo citato come un garage .Sara perche un veccio propritario lo chiuso con saracinesca che in piantina non c-era.Io sono di origine russa percio non capiva differenza e adesso sapete dirmi quando tempo serve per avere questa condonna
     
  14. Ciao nataly, avevo intuito che eri straniero dal tuo italiano non perfetto, ma buono.
    Benvenuto nel paese delle cose non chiare, io vorrei invece andarmene.

    Vedi quanti problemi imprevisti, ma prevedibili, vengono fuori.

    Io non conosco la materia dei condoni, spero altri ti rispondano.
     
  15. Inoltre, nataly, che fine ha fatto la conformità idraulica ed elettrica ?

    Non farei niente per il condono, fino a che non sia stipulata una modifica del tuo preliminare, od una aggiunta, con elencati tutti gli ostacoli alla stipula del tuo rogito. Cioè una specie di contratto di transazione nella controversia che è già nata.
    Le telefonate del notaio non hanno valore legale.

    Ci vuole, secondo me, almeno una lettera dell'impresa che dica : ci impegniamo a fare il rogito quando tu avrai ottenuto il condono e rinunciamo alle conformità.

    Ti invito a stare attento a proseguire con la massima attenzione e con l'aiuto di un avvocato.

    Tieni conto che potresti non avere il condono del garage ( forse problemi anche con i Vigili del fuoco) e la conformità elettrica potrebbe essere costosissima.

    Prima di tutto : accordo scritto con l'impresa/acquirente.
     
  16. nataly

    nataly Membro Junior

    Privato Cittadino
    Infatti oggi ho preso appuntamento con avocato per 22giugno ,per altro sono andata da notaio che fatto atto notarile quando ho comprato apparamento vecchio e lui mi ha detto che in proposta non e scritto niente di conformita e allora non cè problema .Invece di garage non ho capito .Lui iscritto come posto machina ma in realta e un garage chiuso davanti con grilia,sara abusiva,perche sul piantina non ce segno di porta.Lui consigliato di andare in uff urbanistica Pero non ho capito , se come dice valerio non avro condono del garage impresa puo revocare rogito o no...loro pure letto mio atto notarile dove scritto posto machina o tolgo saracinesca e diventa posto machina ma impresa vuole garage.Sono molto confusa-ese vado in agenzia e chiedo per cosa io pago spese condominiale per garage o posto machina...o non serve niente..Cmq grazie per consiglie specialmente a Valirio
     
  17. Per le spese condominiali devi chiedere all'amministratore del tuo condominio, in quanto l'agenzia non c'entra niente.
    Per il resto forse toglierei la saracinesca ( o bloccarla aperta ). E' la soluzione più veloce . Tu vendi con "posto macchina", chi compra ha un "posto macchina".

    Chi vuole, poi, tenterà la strada del condono ( molto probabilmente anche con il problema di un nulla-osta dei Vigili del Fuoco ).

    Ti ringrazio delle tue gentili parole nei miei confronti e resto disponibile a proseguire la discussione. Ciao
     
  18. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Ciao Nataly su suggerimento di Valerio ho letto la tua problematica ed in riferimento a quanto posso dirti:
    1) Il DM 37/08 prevede che gli impianti antecedenti il 27/03/08 e privi di dichiarazione diconformità debbano essere dotati di dichiarazione di rispondenza (alle norme vigenti all’epoca dell’installazione degli impianti).
    Tale dichiarazione dovrà essere presentata nel caso di vendita o locazione a qualunque titolo dell’immobile (salvo espresso patto contrario tra le parti) e nel caso di richiesta di aumento della potenza contrattuale.
    La dichiarazione di rispondenza può essere firmata:
    - da un professionista (iscritto all’albo professionale e che abbia esercitato la professione per almeno cinque anni nel settore impiantistico) per tutti gli impianti;
    - dal responsabile tecnico di un’impresa abilitata (che deve ricoprire tale ruolo da almeno cinque anni) solo per gli impianti non soggetti a progetto da parte di un professionista.
    Da ciò a parere mio poichè ell'accordo non avete espressamente pattuito su tale aspetto per la legge non avete detto nulla ma ache per la stessa il d.m. 37/08 prevede che tale edificio abbia la dichiarazione di rispondenza, quindi in un contenzioso saresti sempre a parere mio in diffetto, in quanto dovevi munirti almeno di dichiarazione di rispondenza.

    2) Per la parte condono del garage per avere una risposta più consona a quanto realmente è stato trascritto nel rogito occorre che mi trascrivi testualmente cioè così come è scritto nel titolo la parte dove cita il sig. xxx yyy vende al sig www jjj che acquista un appartamento sito in ....... alla via ........ civico ... piano .... composto da ............. e confinante con ..... e posto auto n. .... e/o garage al piano ... confinante .... il tutto in catasto al comune di (in questo caso puoi omettere per privacy) l'appartamento al fg. ... part. ..... sub...., il garage e/o posto auto al fg. ... part.... sub .... , e la parte della provenienza dell'immobile se da altro rogito o gli estremi della concessione o licenza e la data del rogito del tuo venditore.

    Ciao salves
     
    A m.barelli e (utente cancellato) piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina