1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pirella

    pirella Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve a tutti, sono in procinto di fare un offerta per un monolocare (atipico) in vendita vicino al centro storico della mia città, posto al piano terra con ingresso indipendente e bassissime spese condominiali (penso giusto il costo dell'amministratore).
    Accennavo atipico in quanto trattasi catastalmente di un monolocale, ma in realtà può definirsi un bilo, ricavato dalla trasformazione di un negozio fatta diversi anni fa.
    Dal negozio infatti è stata ricavata una camera da letto di circa 19mt e dal servizio annesso, una cucina e soggiorno, alta però 2.40mt (ecco perché è un monolocale) il tutto collegato da un corridoio di 9mt circa e largo 1, alla cui metà si trova un sottoscala (ricavato dai condomini soprastanti).
    L'Agenzia, la quale propone l'immobile, mi ha detto che per il cambio di destinazione d'uso non esiste un Dia in quando non sono state apportate modifiche.
    Siccome il mono si trova al piano terra, affacciato su una strada cittadina molto trafficata, il precedente proprietario ha apportato una modifica all'ingresso facendo una rientranza, che l'Agenzia mi dice regolarmente chiesta al Comune ma non ancora presentata al catasto per sola negligenza.
    Aggiungo anche che la settimana scorsa, dall'assemblea condominiale, è stata deliberato il rifacimento del tetto e la riverniciatura della facciata del condominio.
    A questo punto sono a chiedere agli esperti e preparatissimi professionisti del forum, quali documentazioni richiedere sia prima della proposta che mi accingo a fare, che dopo, che mi garantiscano che tutte le cose siano state fatte negli anni in regola ed altri consigli per una persona inesperta come me, che però vuole fare un investimento, visto che il prezzo che vorrei proporre è veramente buono.
    Ringrazio anticipatamente, Andrea.
    :stretta_di_mano:
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Devi chiedere copia dell'autorizzazione rilasciata dal condominio per il cambio da negozio a civile abitazione.
    Stessa richiesta al Comune.
    Se tutto regolare fallo accatastare dall'attuale proprietario.
     
    A pirella piace questo elemento.
  3. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Anche le spese straordinarie deliberate spettano al venditore...

    Silvana
     
    A pirella piace questo elemento.
  4. pirella

    pirella Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie Antonello e Silvana per la pronta risposta.
    Basta solo questa documentazione?

    Mi sorge però ora un altro dubbio.
    Guardando la vecchia planimetria catastale, che mi è stata consegnata dall'Agenzia, vedo che riporta come diciture : camera h 2.80, ripostiglio e wc h2.40.
    Da nessuna parte parla di cucina o similari.
    E' tutto in regola?
     
  5. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' sicuramente la planimetria di quando era negozio e comunque non è probante.
    Chiedi al condominio ed al comune ed hai la certezza.
     
    A pirella piace questo elemento.
  6. pirella

    pirella Membro Junior

    Privato Cittadino
    Scusa Antonello, ma al Comune che documento devo chiedere?
    Pensi che il proprietario non abbia questa certificazione?
    Chiedo anche questo.
    L'Agenzia sostiene che la visura per immobile, che riporta come categoria A/3, sia già a prova dell'avvenuto cambio di destinazione d'uso.
    Può essere?
    Grazie di nuovo.
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si, può essere, ma è probabile che anche il notaio voglia tutta la documentazione del cambio di destinazione d'uso...

    Putroppo oggi non si scherza più con la conformità e il proprietario ti deve fornire tutto quan necessario per la verifica: se temi che qualcuno ti soffi l'affare, fai una proposta condizionata all'assoluta conformità catastale e urbanistica.

    Silvana
     
    A pirella piace questo elemento.
  8. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    In catasto posso dichiarare anche una soffitta o un sottotetto come A/3.
    Ma non vuole dire nulla.
    Al comune chiedi se è stata presentata la variazione della destinazione d'uso da negozio ad appartamento.
    Questa è l'unica documentazione probante.
    Se poi detta documentazione la possiede il proprietario, tanto di guadagnato.
    E' comunque strano che hai la visura con l' A/3 e non la planimetria.
    Di solito le rilasciano in simultanea dopo la variazione apportata.
     
    A pirella piace questo elemento.
  9. Greta Phlix

    Greta Phlix Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Chiederei anche il certificato di agibilità
     
    A pirella piace questo elemento.
  10. pirella

    pirella Membro Junior

    Privato Cittadino
    Pensate che per un condominio anni 60/70, ristrutturato nei primi anni 2000, sia un grosso problema eventualmente reperire il certificato di abitabilità in Comune?
     
  11. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Veniva rilasciato anche in quegli anni e con maggiore precisione.
    Di solito si trovano negli archivi.
    Mi sono stati consegnati certificati anche del 1950.
     
    A pirella piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina