1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Oro1978

    Oro1978 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buona sera, questa è la mia prima discusione aperta, e vorrei sottoporre alla Vs. attenzione una situazione ambigua. Il mio fidanzato (che chiamerò LUCA), ha stipulato un contratto d'affitto 4+4 nel 2005, con la sua ex ragazza (che chiamerò ANNA) e dopo qualche mese, dell'anno 2006 lo ha lasciato, lasciando anche l'appartamento per il quale avevano sottoscritto il contratto, non comunicando per iscritto, ai locatori la sua decisione. L'appartamento in questione si trova nella regione Piemonte, e forse non tutti sanno, che in questa regione il consumo dell'acqua, non è ripartiro in base al consumo, mediante contatori, ma è calcolato in base alle persone che vivono nell'immobile o in base ai millesimi di proprietà. Luca ha informato i locatori, della cessazione da parte di Anna, e che da quel momento le spese relative al consumo per l'acqua, sarebbero state solo per una sola persona. Per quanto riguarda il contratto di locazione non è stata fatta nessuna modifica. Ormai sono 6 anni che stiamo insieme, e abbiamo deciso di convivere in questo appartamento da qualche mese, e siamo a Luglio 2013. Per poter usufruire di agevolazioni fiscali, abbiamo pensato alla seconda (4 + 4) scadenza del contratto di chiedere cortesemente, ai locatori la possibilità di rettificare il contratto, indicando solo Luca come conduttore, anche perchè non abbiamo avuto i tempi tecnici (6 mesi) per proporre la cosa ai locatori. Insomma, prepariamo una scrittura privata, che sottoponiamo ai locatori, che in merito ci dicono che si informaranno. Recatisi presso l'AdE, l'operatore allo sportello, consiglia loro di rifare il contratto, non tenendo conto, ne del possibile cambiamento delle condizioni contrattuali, ne delle tempistiche, per le quali, avrebbero dovuto sottoporci la decisione di cambiare contratto. Adesso, loro voglio rifare il contratto e abbiamo di tempo per la registrazione del vecchio, fino al 30 Agosto 2013, ovviamente ci hanno detto che vogliono cambiare l'importo e altre clausole. Le domande sono:
    1 - Nel momento che uno conduttore va via, l'altro può chiedere che gli sia intestato il contratto?
    2 - Se si, il Locatore o il conduttore cosa devono fare?
    3 - Il locatore ha l'obbligo di informare l'AdE?
    4 - Se il locatore non adempie a questa procedura, cosa succede?
    5 - E' un diritto dell'inquilino che rimane farsi intestare il contatto d'affitto? anche se non ha data comuinicazione mediante Raccomandata A.r.?
    6 - Se trascorso il tempo, da quando Anna è andata via, adesso può comunicare che è solo e insistere sulla rettifica?
    7 - Se la rettifica fosse accettata, a carico di chi è?
    8 - Se il locatore si rifiutasse di registrare il contratto così com'è, senza modifiche e senza rifarlo?
    9 - E se dimostrassi che da tempo Anna non vive più in questo alloggio, cosa può succedere ai locatori, inadempienti?

    Spero che qualcuno mi risponda, perchè siamo disperati e stanchi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina