• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

dennyitaly

Membro Attivo
Agente Immobiliare
buongiorno a voi, sono in procinto di allargare sotto il profilo numerico l'agenzia immobiliare, chiedo vs supporto e consiglio circa la modalità contrattuale da intraprendere... il mio commercialista mi ha un po freddato dicendomi che devo per forza prendere un agente abilitato ed iscritto al REA ma io al contrario vorrei qualcuno da poter formare per poi farlo in seguito abilitare. Quale tipo di contratto escludendo l'assunzione pura e possibile stipulare con questa figura diciamo non proprio professionale ? Grazie come sempre per i vs consigli
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
Il tuo commercialista ti ha dato l'indicazione più logica, corretta e sicura.
Le cose non si fanno al contrario: prima la teoria e poi la pratica.
 

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Un semplice contratto a progetto.
Non mi pare che siano più stipulabili, Pyer...

Direi che la forma più corretta sarebbe quella dell' apprendistato o, in alternativa o mancanza di requisiti, il contratto a tempo determinato... Per il primissimo periodo potresti effettuare un minimo di prestazioni occasionali...
 

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
non ha senso. solo gli AI ragionano così
Veramente... chiunque ragiona così... il geometra... fa il suo tirocinio e poi sostiene l'esame di stato, il ragioniere... idem con patate...

Lo stesso legislatore aveva ragionato così introducendo l'apprendistato di 12 mesi per gli agenti immobiliari...
mai attuato non si sa bene perchè...
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
Veramente... chiunque ragiona così... il geometra... fa il suo tirocinio e poi sostiene l'esame di stato, il ragioniere... idem con patate...
Non è proprio la stessa cosa, per i professionisti il tirocinio è parte integrante del corso di studi e/o del percorso per abilitarsi alla professione e avviene prima e non dopo aver iniziato a lavorare.
 

dennyitaly

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Quindi concludendo, se voglio inserire una risorsa ed ovviamente non posso assumere un dipendente, non posso piu stipulare un contratto a progetto... mi verrebbe da aggiungere che questa associazioni di categoria che hanno migliaia di iscritti non servono ad un gran che' Tutti veloci a lanciare software tecnologici per contrastare le nuove agenzia online, poi al dunque chi vuole fare bene le cose deve assumere un ragazzotto per poi ritrovarsi con paranoie fiscali e magari rogne legali...
 

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Non è proprio la stessa cosa, per i professionisti il tirocinio è parte integrante del corso di studi e/o del percorso per abilitarsi alla professione e avviene prima e non dopo aver iniziato a lavorare.
Per me lo è.... ed anche per il legislatore che voleva adottare le stesse modalità...Ovvero iniziare con l'apprendistato e poi, a seguire, proseguire con il corso. Lo dico da persona che per anni ha insegnato ai ragazzi che fanno il mio lavoro... non solo da discente... avere un'esperienza alla base del proprio studio aiuta nell'apprendere meglio i concetti teorici... nello sposarli alle situazioni pratiche...
 

Giuseppe Di Massa

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
buongiorno a voi, sono in procinto di allargare sotto il profilo numerico l'agenzia immobiliare, chiedo vs supporto e consiglio circa la modalità contrattuale da intraprendere... il mio commercialista mi ha un po freddato dicendomi che devo per forza prendere un agente abilitato ed iscritto al REA ma io al contrario vorrei qualcuno da poter formare per poi farlo in seguito abilitare. Quale tipo di contratto escludendo l'assunzione pura e possibile stipulare con questa figura diciamo non proprio professionale ? Grazie come sempre per i vs consigli
Procacciatore. Verissimo che per fare l'agente immobiliare deve avere il rea, quindi partita IVA, il che semplifica la forma contrattuale (collaborazione tra professionisti, alla pari)
 

elisabettam

Membro Senior
Agente Immobiliare
Veramente... chiunque ragiona così... il geometra... fa il suo tirocinio e poi sostiene l'esame di stato, il ragioniere... idem con patate...

Lo stesso legislatore aveva ragionato così introducendo l'apprendistato di 12 mesi per gli agenti immobiliari...
mai attuato non si sa bene perchè...
il geometra non studia al liceo classico, ma 5 anni di istituto professionale
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
Quindi concludendo, se voglio inserire una risorsa ed ovviamente non posso assumere un dipendente, non posso piu stipulare un contratto a progetto... mi verrebbe da aggiungere che questa associazioni di categoria che hanno migliaia di iscritti non servono ad un gran che' Tutti veloci a lanciare software tecnologici per contrastare le nuove agenzia online, poi al dunque chi vuole fare bene le cose deve assumere un ragazzotto per poi ritrovarsi con paranoie fiscali e magari rogne legali...
Se devono solamente andare a suonare i campanelli al posto tuo, basta e avanza un contratto da procacciatori, altrimenti tanto vale che facciano subito l'esame, tanto prima o poi dovranno farlo comunque. Se non ci riescono pazienza, la selezione naturale farà il suo corso e si scremeranno da soli.
 

dennyitaly

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Ergo... Se allineo i vs pareri ne consegue che i giovani senza rea non possono neanche imparare il mestiere. il procacciatore d'affari almeno a Roma presso competente CCIAA è tenuto ad aprire la partita IVA e nel contratto di procacciamento non è possibile inserire la reale mansione del neo collaboratore, ovvero non è stipulabile il contratto di procacciatore per un'agenzia immobiliare. Non volevo far scoppiare una bomba ma vi riporto quanto ripreso dal sito CCIAA RM ...
Procacciatore d'affari
Normativa:
I procacciatori d’affari nel settore immobiliare devono possedere i requisiti previsti dalla L. 3 febbraio 1989, n. 39. Lo ha chiarito la Suprema Corte di Cassazione l’8 luglio 2010 con la decisione n.16147 e, di recente, ribadito con sentenza n. 19161 del 2 agosto 2017
Requisiti:
Per l’iscrizione al Registro delle Imprese dell’attività di “procacciatore d’affari nel settore immobiliare”, l’istanza dovrà essere corredata dalla relativa Segnalazione Certificata di Inizio Attività (i.e. modello ministeriale Mediatori previsto dal DM 26/10/2011, in attuazione dell’art. 80 del D.Lgs. n. 59/2010) ai fini dell’autocertificazione del possesso dei requisiti morali e professionali.

Ne consegue che tutte le istanze di inizio attività di Procacciatore d’affari, Segnalatore, Consulente o categorie similari che operano nel ramo immobiliare, prive della SCIA, saranno immediatamente rigettate con provvedimento del Conservatore.

Quanto ai procacciatori di affari che operano in altri settori (diversi da quello immobiliare), l’iscrizione nel Registro delle Imprese può essere richiesta esclusivamente previa esibizione di almeno una lettera di incarico, contenente i dati del soggetto mandante, il prodotto/servizio oggetto della lettera d’incarico, la data di inizio del rapporto di procacciatore d'affari.

Qualora nel corso dell’istruttoria il responsabile del procedimento ravvisasse gli elementi tipici del rapporto di agenzia (i.e., a mero titolo esemplificativo, esclusività; compensi fissi; zone determinate, ecc.) l’istanza sarà sospesa e successivamente respinta per assenza della SCIA.

L'istanza sarà valutata irricevibile e, pertanto, rigettata, anche nel caso in cui l’attività di procacciatore di affari sia esercitata in modo soltanto saltuario ed occasionale (orientativamente per non più di 60 giorni l’anno).
Ciò, poiché mancherebbe – nel caso di specie – l’esercizio in modo continuativo dell’attività imprenditoriale.
 

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Ergo... Se allineo i vs pareri ne consegue che i giovani senza rea non possono neanche imparare il mestiere. il procacciatore d'affari almeno a Roma presso competente CCIAA è tenuto ad aprire la partita IVA e nel contratto di procacciamento non è possibile inserire la reale mansione del neo collaboratore, ovvero non è stipulabile il contratto di procacciatore per un'agenzia immobiliare. Non volevo far scoppiare una bomba ma vi riporto quanto ripreso dal sito CCIAA RM ...
Procacciatore d'affari
Normativa:
I procacciatori d’affari nel settore immobiliare devono possedere i requisiti previsti dalla L. 3 febbraio 1989, n. 39. Lo ha chiarito la Suprema Corte di Cassazione l’8 luglio 2010 con la decisione n.16147 e, di recente, ribadito con sentenza n. 19161 del 2 agosto 2017
Requisiti:
Per l’iscrizione al Registro delle Imprese dell’attività di “procacciatore d’affari nel settore immobiliare”, l’istanza dovrà essere corredata dalla relativa Segnalazione Certificata di Inizio Attività (i.e. modello ministeriale Mediatori previsto dal DM 26/10/2011, in attuazione dell’art. 80 del D.Lgs. n. 59/2010) ai fini dell’autocertificazione del possesso dei requisiti morali e professionali.

Ne consegue che tutte le istanze di inizio attività di Procacciatore d’affari, Segnalatore, Consulente o categorie similari che operano nel ramo immobiliare, prive della SCIA, saranno immediatamente rigettate con provvedimento del Conservatore.

Quanto ai procacciatori di affari che operano in altri settori (diversi da quello immobiliare), l’iscrizione nel Registro delle Imprese può essere richiesta esclusivamente previa esibizione di almeno una lettera di incarico, contenente i dati del soggetto mandante, il prodotto/servizio oggetto della lettera d’incarico, la data di inizio del rapporto di procacciatore d'affari.

Qualora nel corso dell’istruttoria il responsabile del procedimento ravvisasse gli elementi tipici del rapporto di agenzia (i.e., a mero titolo esemplificativo, esclusività; compensi fissi; zone determinate, ecc.) l’istanza sarà sospesa e successivamente respinta per assenza della SCIA.

L'istanza sarà valutata irricevibile e, pertanto, rigettata, anche nel caso in cui l’attività di procacciatore di affari sia esercitata in modo soltanto saltuario ed occasionale (orientativamente per non più di 60 giorni l’anno).
Ciò, poiché mancherebbe – nel caso di specie – l’esercizio in modo continuativo dell’attività imprenditoriale.
Veramente dimostri di non saper allineare...
Solo un agente ti ha dato un simile suggerimento... uno su 4...
Uno si è limitato a ribadire l'importanza di svolgere prima il corso per maturare l'abilitazione... senza suggerire il tipo di inquadramento e due erano indirizzati verso contratti di lavoro di tipo subordinato...
(visto che comunque il contratto a progetto non prevede l'apertura della partita IVA nè come agente immobiliare nè come procacciatore)...

A volte, mi domando, se la maggior parte della persone finiscano per cercare su internet un parere oggettivo o la risposta che già si siano dati prima di formulare la domanda...
 
Ultima modifica:

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
il geometra non studia al liceo classico, ma 5 anni di istituto professionale
E chi risulterebbe più preparato ... il diplomato all'istituto professionale...?
Magari uscito dalla maturità con il minimo dei voti per il rotto della cuffia?
Ok ci rinuncio...
 

dennyitaly

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Veramente dimostri di non saper allineare...
Solo un agente ti ha dato un simile suggerimento... uno su 4...
Uno si è limitato a ribadire l'importanza di svolgere prima il corso per maturare l'abilitazione... senza suggerire il tipo di inquadramento e due erano indirizzati verso contratti di lavoro di tipo subordinato...
(visto che comunque il contratto a progetto non prevede l'apertura della partita IVA nè come agente immobiliare nè come procacciatore)...

A volte, mi domando, se la maggior parte della persone finiscano per cercare su internet un parere oggettivo o la risposta che già si siano dati prima di formulare la domanda...
Gentile supporter checasa! comprendo che nel forum ognuno dice la sua... trattasi di confronto-raffronto. Devo però dissentire dalla tua replica. Avrei piacere di ascoltare il tuo parere diretto su quale sistema adotteresti per far entrare il giovane diplomato ? Puoi rispondere serenamente, non verrai citato in tribunale "stile USA" per lavoro nero... Grazie
 

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Gentile supporter checasa! comprendo che nel forum ognuno dice la sua... trattasi di confronto-raffronto. Devo però dissentire dalla tua replica. Avrei piacere di ascoltare il tuo parere diretto su quale sistema adotteresti per far entrare il giovane diplomato ? Puoi rispondere serenamente, non verrai citato in tribunale "stile USA" per lavoro nero... Grazie
Ed ancora una volta dimostri di non leggere quello che ti si scrive... perchè la mia risposta te l'ho già data:

Direi che la forma più corretta sarebbe quella dell' apprendistato o, in alternativa o mancanza di requisiti, il contratto a tempo determinato... Per il primissimo periodo potresti effettuare un minimo di prestazioni occasionali...
Aggiungo, giusto a titolo informativo, che tutti i miei collaboratori hanno un contratto a tempo indeterminato all'infuori di uno che è inserito come apprendista... quindi, sinceramente parlando, non mi preoccupo del lavoro in nero...
 
Ultima modifica:

dennyitaly

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Quindi la tua agenzia è basata sul principio delle assunzioni. Mi dispiace ma non ritengo collegato in maniera corretta il rapporto. L'agenzia immobiliare per la mia visione non puo avere dipendenti, termina nella maniera piu assoluta il business plan basato sulla produttività del soggetto. Comunque grazie per aver dato il tuo supporto.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, volevo porvi una domanda . Ho un proprietario che ha stipulato un contratto transitorio di 18 mesi che è scaduto il 07/05/2019 , ora l'inquilino per motivi di lavoro vorrebbe prorogarlo di 12 mesi . E' possibile ??? Questi contratti sono particolari e si hanno sempre delle risposte divergenti . Voi che mi dite ??? Grazie
Prince2019 ha scritto sul profilo di Vittoria V..
Gent.ma, è possibile contattarla in privato perchè ho le sue stesse problematiche. Cordiali saluti
Alto