1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. enricobruschi2

    enricobruschi2 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Salve a tutti. Dovendo formulare per conto di un cliente un contratto di locazione di un fondo artigianale che però, su espressa richiesta dell'aspirante conduttore, deve avere una durata max di due anni per sue esigenze contro i classici 6+6, sapete quale è e se esiste una clausola particolare o precisa da indicare espressamente nel contratto che indichi la natura transitoria della locazione e come và formulata. Perchè ho letto che in caso di contestazioni la durata viene rimandata alla 6+6 di legge. Grato per un suggerimento. Cordiali saluti.:ok:
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Dai un'occhiata all'art. 27, comma 7 della l. 27 luglio 1978, n. 382 (la 6+6).
    Ti può aiutare.
     
    A studiopci piace questo elemento.
  3. enricobruschi2

    enricobruschi2 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao Antonello, ti ringrazio e riporto pari pari gli art. 4 e 5. : 4). Se è convenuta una durata inferiore o non è convenuta alcuna durata, la locazione si intende pattuita per la durata rispettivamente prevista nei commi precedenti "cioè 6+6" 5). Il contratto di locazione può essere stipulato per un periodo più breve qualora l'attività esercitata o da esercitare nell'immobile abbia, per sua natura, carattere transitorio.
    Quindi di questa natura transitoria non ci dice come và "dimostrata" e tutto , come sempre, pare molto aleatorio... :occhi_al_cielo: :occhi_al_cielo: :occhi_al_cielo:
     
  4. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Nous somme en Italy !!! Libertè, egalitè ed ognuno fà per sè...:D
     
  5. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il comma 7) è in facoltà delle parti consentire contrattualmente che il conduttore possa recedere in qualsiasi momento dal contratto dandone avviso al locatore, mediante lettera raccomandata, almeno sei mesi prima della data in cui il recesso deve avere esecuzione.
    Quindi si converrà che il conduttore potrà andare via dopo due anni dando il regolare preavviso al locatore.
     
    A studiopci e enrikon piace questo messaggio.
  6. carlor

    carlor Membro Attivo

    Altro Professionista
    Inoppugnabile (e chiaro).
     
  7. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Infatti è la cosa più semplice e non vedo dove sia il problema. Dopo un anno e mezzo il conduttore invia la raccomandata per il recesso e, allo scadere dei due annni, lascia i locali.
    Diverso sarebbe se fosse il locatore a volere una durata inferiore. Ma così...
     
  8. enricobruschi2

    enricobruschi2 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Infatti il problema nasce dal fatto che anche al locatore fà comodo averlo libero eventualmente dopo due anni (in quanto nel dubbio se venderlo o meno) ma se il locatore ci ripensa ha il coltello dalla parte del manico in quanto sà che alla fine dei salmi, se vuole, può far tornare il contratto come 6+6. Quindi ho l'impressione che a livello normativo si vuol dare la possibilità di un'opzione che poi in realtà non esiste. Essendo nel mezzo devo tutelare entrambi e il che vuol dire che al locatore devo prospettare che in realtà lui affitta ipoteticamente per due anni ma nella pratica per 12!!!!!! La risposta probabilmente sarà no grazie ed io ho perso solo tempo... :triste:((
     
  9. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Tu sei nel mezzo, giustissimo... e tu fagli comprendere che potrebbe essere anche una sua esigenza e che un cliente che non vuole andare via potrebbe creargli problemi qualora nascesse l'esigenza da parte sua , quindi il cliente di oggi va a pennello a tutti e due. Fabrizio
     
    A Limpida piace questo elemento.
  10. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Digli anche che il conduttore, per gravi motivi, può andar via quando vuole.
    Contratto di 6+6 o 2+4.
    Vuoi un grave motivo?
    Si fa certificare una depressione invalidante per il lavoro ed il locatore si attacca.
     
  11. faustoturatto

    faustoturatto Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Avrei un'idea da profano; non so se possa essere praticabile:
    - Canone pattuito di "x" euro per i primi due anni (quello che hanno concordato);
    - canone di "y" a partire dal terzo anno;
    il canone "y" sarà molto più alto del canone "x" e quindi il conduttore sarà motivato ad andarsene dopo i due anni, ma nell'eventualità che cambi idea il locatore non avrà il locale libero, ma sarà comunque meglio remunerato.
    Che ne dite?
    fausto
     
  12. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Questa pratica è stata usata ed abusata nei primi anni dei patti in deroga; poi è caduta in disuso. Innanzitutto la clausola va saputa mettere in un certo modo altrimenti diventa nulla (il canone di locazione non può venire aumentato nel corso della locazione) e poi, davanti a un giudice, non so come andrebbero a finire le cose.
    Insomma, quando si vuole la botte piena e la moglie ubriaca si finisce spesso per fare dei pastrocchi.
     
  13. enricobruschi2

    enricobruschi2 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Appunto! Volenti o nolenti la cosa certa nella locazione è che il rischio c'è sempre... inutile raccontar balle... dovremmo avere la famosa PALLA DI VETRO!! Io non ce l'ho e voi? Ovviamente per rischio s'intende quello da parte del Locatore di non riscuotere il canone. La legge in teoria dovrebbe salvaguardare gli interessi di entrambi ma noi sappiamo benissimo che nella pratica è solo dalla parte del conduttore!! Sicuramente c'è stato un tempo in cui il padrone di casa era come una specie di Dio in Terra e certamente non era giusto... ma adesso mi sembra che siamo passati dall'altra parte... (questo a mio modesto avviso per l'esperienze vissute in diretta e parlando con i proprietari!!). Buon lavoro a tutti!!! Enrico
     
    A enrikon piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina