1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. serpico80

    serpico80 Ospite

    Buongiorno a tutti, il quesito che Vi pongo è il seguente:
    1) mia zia di secondo grado di 70 anni, pensionata, è proprietaria di una sola e piccola casa ad un piano che, nel 2011, ha promesso in vendita (preliminare già firmato) ad un Costruttore X con patto di stipulare il definitivo entro Ottobre 2013.
    2) Alla fine del 2011, in cerca di una casa, stipula un preliminare di compravendita per un appartamento versando subito all'Impresa Y una caparra pari a circa la metà del prezzo finale stabilito.
    3)L'importo della caparra versato all'Impresa Y per l'appartamento, è così alto, perchè, per stipulare il definitivo con l'Impresa Y, mia zia deve prima aspettare ottobre 2013 e vendere definitivamente al Costruttore X la sua casa incassando i soldi necessari (non avendone altri).
    4) tutto procede bene fino a quando, nei primi mesi di quest'anno, mia zia scopre che l'Impresa Y è indagata dalla procura per abuso edilizio proprio per il palazzo dove lei ha stipulato il preliminare per l'appartamento.
    5) Il legale rappresentante dell'Impresa Y conferma a mia Zia l'esistenza di un procedimento penale in fase di conclusione delle indagini preliminari (con avviso di conclusione delle indagini già notificato) a carico della sua Impresa, ma non vuole risolvere consensualmente il contratto in quanto dice di non avere i soldi della caparra da restituire.
    6) Mia Zia, infatti, a 70 anni, vorrebbe indietro solo i soldi della caparra e nulla più.
    7) Mia zia adesso, vedova, pensionata, anche un pò depressa (con tanto di certificati medici) in condizioni economiche non floride, ha paura di rimanere senza i soldi della caparra, senza la sua casa ad un piano che nell'ottobre 2013 verrà ceduta e senza proprio una casa non sapendo come finirà la questione giudiziale.
    Cosa possiamo fare?
    Se mai ci rivolgessimo a un legale, ci sarebbero gli estremi per agire?
    Grazie dell'aiuto!
     
  2. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Il fatto che l'impresa Y abbia un procedimento giudiziario in corso non indica che non possa mantenere fede ai propri impegni ... (per dirlo, bisognerebbe guardare le carte e capire di che tipo di procedimento si tratti, ma questo non rientra nella domanda, ma serve per capire come muoversi)... il fatto che prendere provvedimenti precauzionali in merito, mi sembra più che opportuno ... pertanto, come hai ben detto, rivolgersi ad un legale di fiducia è passo più che corretto e cautelativo... inoltre è da tenere presente che se il contratto di prevendita è stato sottoscritto dalle parti dopo che le procedure giudiziarie erano già in corso, non è detto che il tuo legale possa impugnare la nullità dello stesso per violazione delle procedure previste dal D.Lgs. 122/05 ... il legale sicuramente sarà molto chiaro in merito ... ;)
     
  3. irma

    irma Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Condivido l'urgenza di rivolgersi ad un legale.
    il preliminare è stato regolarmente registrato?
    L'abuso edilizio riguarda anche l'appartamento promesso in vendita? l'impresa Y non ha disponibilità di un altro appartamento "regolare" su cui girare la caparra e concludere l'affare?
    il preliminare potrebbe considerarsi nullo anche per molteplici altri motivi...che carte in mano l'avvocato saprà valutare.
     
  4. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Attivo

    Altro Professionista
    Se mai vi rivolgeste ad un legale ..... vista la problematica non da poco il se mai non ha senso e non sarebbe una spesa avventata... anzi potreste cautelarvi senza aspettare che la situazione degeneri.;)
     
  5. daniele testardi

    daniele testardi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao Serpico 80. Il tuo caso mi pare veramente serio. Nella mia attività di legale ed amministratore di condominio ho sviluppato una certa esperienza sul tema.
    Nello studio in cui lavoro c'è un giovane esperto in diritto immobiliare con trascorsa esperienza in un noto studio di Milano.
    Ha affrontato casi analoghi e ce n'è uno proprio simile in Abruzzo.
    Sarà in grado di affrontare la tua problematica.
    Operiamo in tutto il centro Italia (isole comprese).
    Puoi contattarmi al forum privato.
    Saluti.
    Daniele Testardi
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina