1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. giampiero mazzalupi

    giampiero mazzalupi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Siamo 3 condomini con le ns case che danno su una corte comune; alla corte si accede dalla strada comunale sulla quale la corte ha un lato totalmente aperto;le ns case insistono sui due lati lunghi della corte;
    l'altro lato corto della corte confina con una proprietà esclusiva di mio fratello, il quale lungo il breve tratto di confine ha realizzato un marciapiedi a protezione delle fondamenta della sua casa: ma la proprietà di mio fratello è aperta, senza recinzione sul confine tra la ns corte e il suo fondo;
    c'è un cancello ma più dentro, non sul confine.
    Chiedo a chi ne sa più di me, se io posso attraversare il confine della corte
    comune e recarmi da mio fratello, purchè mio fratello sia d'accordo ed apra il cancello,o se è necessario anche l'accordo degli altri condomini perchè io possa passare dalla corte comune alla proprietà di mio fratello. E può mio fratello passare dal suo fondo alla corte comune solo con il mio accordo o necessita- come temo-l'accordo di tutti e tre i condomini ?
    Ringrazio del parere di qualcuno che ci capisce un pò di più.
    Sono nuovo
    Grazie
    Giampiero:shock:
     
  2. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    In breve: NO

    Avevo un problema molto simile: ti giro quanto mi è stato risposto.

    Ogni fondo (lotto di terreno) nasce e muore con le proprie caratteristiche (titolarità, diritti, servitù attive e passive ecc.
    E' il fondo stesso titolare dei suoi diritti, non il proprietario o i proprietari.
    Anche se tu fossi di qua condomino, e di là proprietario esclusivo (al posto di tuo fratello) non potresti scambiare i diritti di passaggio: se la corte comune non ha la servitù del passaggio a favore del lotto di tuo fratello, questa non può essere imposta. (Questo in diritto: altra cosa è la tolleranza, che non deve essere confusa con la concessione implicita)

    Solo se tu fossi proprietario esclusivo sia del lotto A che del lotto B, potresti far unificare le parcelle e conseguentemente stabilire un unico passaggio.
     
  3. giampiero mazzalupi

    giampiero mazzalupi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie ! Quindi per passare solo io condomino al lotto di mio fratello , devo avere l'ok esplicito degli altri due condomini ?
     
  4. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Teoricamente SI: e anche da parte di tuo fratello, che indirettamente concede un passaggio a terzi.

    Tieni presente ad esempio che se tu possedessi due alloggi combacianti ma facenti parte di due condomini diversi confinanti, non potresti aprire una porta di comunicazione tra i due alloggi.

    In pratica il tutto potrebbe essere tollerato se occasionale e fino a che i rapporti sono amichevoli: da aggiungere anche che l'abuso potrebbe proprio deteriorare questi rapporti.
     
  5. giampiero mazzalupi

    giampiero mazzalupi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ma in questo modo non si lede il mio diritto di proprietà sulla corte comune, della quale a norma art. 1102 CC
    ho piena disponibiltà, con l'unico limite di non appropriarmene e di permettere agli altri condomini
    di goderne ugualmente ?
    Inoltre, in campagna non si può - per esempio- liberamente entrare in un fondo non recintato ? Da un campo ad un altro ?

    Grz
     
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Cosa sia giuridicamente lecito in campagna non ti so dire: ma volendo credo sia possibile vietare l'accesso ad un fondo privato, ancorchè non recintato. Credo i cacciatori (giuridicamene informati) ne sappiano meglio di noi

    Ho premesso che non ho la pretesa di essere professionalmente competente in materia: solo ti ho rigirato una risposta che ho avuto a fronte di una mia situazione molto simile alla tua.

    Non sono sicuro di esprimermi correttamente: ma il diritto di cui parliamo, non è quello della tua propreità, ma quello connesso al fondo stesso. Se il fondo non è soggetto a servitù passive, i suoi proprietari non possono imporglielo o costituirlo. E' chiaro invece che se non esiste una comunione di proprietà ed i due fondi confinanti appartengono allo stesso proprietario, questo può unificare i due appezzamenti e quindi in pratica unificare anche le servitù attive e passive.

    In caso contrario occorrre l'unanimità dei consensi: e poi per opporre a terzi (eredi, acquirenti ecc) questo accordo, credo vada stipulata e registrata una nuova costituzione di servitù.

    Per la verità questa norma non mi sembra così strampalata. Vero però anche che il tempo e l'uso finiscono per far sbiadire questi vincoli, e se non si incontrano opposizioni, si crea di fatto una servitù per usucapione.

    Per tua informazione il nostro caso riguaerdava due corti confinanti.
    La corte A apparteneva ad un figlio a. La corte B apparteneva al padre, al cui decesso sono successi i due figli (a e c).
    Entrambe le corti avevano un accesso carraio e pedonale alla strada.
    Il figlio a ha mantenuto la comproprietà sulla corte B col fratello c, ed ha diritto di passaggio dall'accesso B per la parte di U.I. ereditate in B.

    Sarebbe stato molto utile per il figlio A eliminare l'ingresso A , e dare accesso alle sue U.I. del lotto sia A che B, dal passaggio B.
    Conosci la risposta.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina