1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. stepp

    stepp Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve, vivo in un appartamento sito al quarto piano di un edificio condominiale e sono interessato a costruire una terrazza abitabile.

    È necessario, oltre al consenso comunale, l'accordo dei condomini??
    Potrei iniziare i lavori anche senza assenso dei condomini ma munito del lasciapassare comunale?

    Sono indeciso perchè una sentenza recente della giurisprudenza pare non richiedere il consenso condominiale, salvo il rispetto degli artt. 1102-1122 c.c.

    Grazie
     
  2. geomanera

    geomanera Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    domanda : una terrazza al posto di cosa?

    parere: se non erro le parti comuni possono essere modificate solo con il consenso del condominio

    considerazione: io la giurisprudenza la lascerei agli avvocati ... è il loro pane.... per il quieto vivere chiederei il consenso, magari se mi può servire porto in assemblea un parere legale che perori la mia causa.... ecc ecc
    auguri ... di buone feste
     
  3. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    Se chiedi il permesso al condominio, cedi al condominio il tuo diritto di farlo
    limitati a comunicare che costruirai il balcone

    non lo puoi fare se:
    - crei un danno alla statica del fabbricato
    - impedisci ad altri di fare un balcone e/o usare la parete esterna
    - crei un danno all'estetica del fabbricato


    Sul cortile comune, costruire un balcone si può

    "In tema di condominio negli edifici, la costruzione di balconi e pensili sul cortile comune è consentita al singolo condomino, purchè - ai sensi dell'art. 1102 cod. civ. - non risulti alterata la destinazione del bene comune e non sia impedito agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto".
    Lo ha stabilito la Cassazione (sent. n. 12569/'02, inedita), in una decisione con la quale ha rigettato il ricorso avverso una sentenza in cui il giudice di merito aveva ritenuto che l'edificazione, nel cortile comune, di due balconi alterasse la destinazione del cortile medesimo, diminuendo l'utilizzazione dell'aria e della luce che il bene era destinato ad assicurare.



    l'unico limite possibile che vedo è nel caso questo balcone tolga alle u.i. soprastanti il diritto di veduta inappiombodel cortile/strada sottostante ma questo te lo saprà dire il tecnico a cui ti rivolgerai
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina