1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. prossi

    prossi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve, ho un quesito da porre:
    nelle dichiarazioni rese nell'atto di compravendita di immobile è stato commesso un pasticcio, risultato: il prezzo dichiarato è inferiore al reale (i pagamenti sono stati effettuati tutti con assegni).
    Scoperto il tutto ho intimato al venditore di provvedere a rettifica del rogito, ma non ne vuole sapere (pagherebbe ulteriori tasse sulle plusvalenze).
    E' passato più di un anno dal rogito e non riesco a sbloccare la situazione, nonostante mi sia rivolta a legali, al Consiglio Notarile ed ultimo alla Procura, dove ho presentato un esposto.
    Vorrei sapere se è possibile dichiarare all'Agenzia delle Entrate l'errore presente sul rogito, senza però essere sanzionata.
     
  2. prossi

    prossi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Scusatemi se insisto; purtroppo la situazione è molto delicata. Non c'è nessuno che sa dirmi come si comporta l'Agenzia delle Entrate in questi casi? Intendo, nel caso si denunci un'irregolarità, pur non essendone responsabili di fatto?
    Ho letto che la legge prevede la non punibilità per i contribuenti, qualora vi sia una denuncia presso l'Autorità giudiziaria. Pensate possa essere il mio caso?
    Grazie a chiunque possa aiutarmi.
     
  3. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Prova a chiamare direttamente l'ufficio delle entrate a volte danno consigli anche per telefono, se trovi una persona competente ti dirà subito cosa devi fare e cosa rischi.
     
  4. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    scusami...acquisto tutto pagato con assegni... :shock: ...e la somma degli stessi e' superiore al dichiarato? come e' possibile?? preliminare e' stato registrato se c'e'?
     
  5. prossi

    prossi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per le vostre risposte.
    E' una storia di ordinaria disonestà: il notaio ed il venditore hanno concordato di dichiarare un prezzo inferiore per non far pagare al venditore troppe plusvalenze... solo che io non ero stata interpellata! In pratica nell'atto è stato inserito solo uno dei due assegni da me versati. Durante il rogito io, all'oscuro di tutto, avevo specificato perfettamente prezzo ed estremi degli assegni. Firmando non ho fatto caso al prezzo: quando ho ritirato la copia conforme mi sono trovata la sorpresina!
    Il preliminare c'è, ma non era stato registrato; in ogni caso in esso era dichiarato il prezzo reale.
     
  6. Diego Zucchini

    Diego Zucchini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ciao prossi,
    se ho capito bene, sommando gli importi degli assegni riportati in atto, si ottiene una cifra superiore a quella dichiarata? :shock: Se è così, il Notaio cosa controllava??
    Altra domanda: come ti sei comportata con l'antiriciclaggio?
     
  7. Diego Zucchini

    Diego Zucchini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Scusate, ero rimasto al messaggio di Roby e non avevo letto gli ultimi aggiornamenti...
    Non ho capito, prossi, se tu sia l'acquirente o il mediatore.
     
  8. Diego Zucchini

    Diego Zucchini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Sei l'acquirente... stamattina sto ancora dormendo... :confuso:
     
  9. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    si può sapere cosa ai comprato, un lotto di terra o un'abitazione? da privato o società,impresa,ecc. sono dati importanti, se ai acquistato da un privato un'abitazione, non è importante, mentre se è soggetto a IVA, la faccenda è grave, come minimo se la cosa è provata dai pagamenti in assegni, minimo devi pagare la differenza dell'IVA+ multa che puoi trattare
     
  10. prossi

    prossi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao Diego ed Elio.
    No, nell'atto è stato riportato solo un assegno, l'altro è stato occultato apposta dal notaio. In pratica dall'atto non si capisce che c'è una dichiarazione errata. Io ho pagato tutto in regola, con assegni: non ho versato assolutamente nulla in nero! Solo che così l'illecito c'è ugualmente e non per mia volontà.
    L'acquisto riguarda un appartamento da privato; solo che avendo pagato con assegni i pagamenti sono rintracciabili ed un controllo incrociato dell'Agenzia dell'Entrate potrebbe sanzionarmi pesantemente.
    C'è poi la questione che sono stata bellamente imbrogliata e non mi va giù...
     
  11. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Prima di firmare l' atto il notaio non ha dato lettura del medesimo?
    saluti

    Smoker
     
  12. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    te sei salvo, anche se sull'atto pubblico dovevate riportare il prezzo per intero, te avresti pagato sempre sul valore catastale, mentre chi vende se ha rivenduto prima di 5 anni deve pagare le plusvalenze, salvo che non vi aveva portato la residenza, all'ora non dovrebbe pagare nulla, per te se vai a parlare con il responsabile dell'ufficio imposte te la dovresti scappare senza dover pagare nulla, c<omunque non dire che il venditore ci ha marciato, ma mettilo come un'errore del notaio nello scrivere.
    saluti elio
     
  13. prossi

    prossi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao Smoker. Il notaio non ha letto completamente, ha detto "Non lo leggiamo tutto, tanto è uguale al preliminare". Io ho dovuto correggerlo in vari punti, specie quando ha parlato del prezzo. Ho immaginato quindi che avesse corretto tutte le imprecisioni nell'atto definitivo.
    Elio, purtroppo so per certo che in casi di accertamento io subirei pesantissime sanzioni; per questo vorrei chiarire all'AdE il prima possibile.
     
  14. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Insomma un errore del notaio che omette apposta un assegno circolare e abbassa il dichirato è una bella carognata, d'altronde hai un preliminare anche se non registrato e hai dei corcolari incassati dal proprieraio che certificano il raggiro, se metti in atto una bella causa non sò se se la cavano tranquillamente.

    é chiaro che se hai capito che il venditore schivava plusvalenze per lui era una seconda casa, il problema a mio parere è che andrebbe fatta una rettifica dell'atto e dipende dal notaio farla a costi zero, perchè ilp iù delle volte rispondono: Lei c'era quando ho letto l'atto? ha firmato? va bene cosi allora.
     
  15. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Testimoni erano presenti?

    Smoker
     
  16. prossi

    prossi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sì, mia sorella, che era lì per un altro acquisto, ed il mio coniuge (che però acquistava con me); guarda, la prima cosa che avevo pensato di fare era denunciare venditore e notaio, ma tutti me l'hanno sconsigliato per l'eventualità di una controquerela per calunnia. Ho riparato su un esposto in Procura, ma il PM ha chiesto al GIP l'archiviazione perché non vede gli estremi della truffa. Io comunque non dispero, finché il GIP non si pronuncia.
    Vorrei risolvere la cosa direttamente all'Agenzia delle Entrate. Che ne pensi?
     
  17. prossi

    prossi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Roby, purtroppo la questione è dfficile, sono mesi che ci combatto; il venditore è un disonesto incallito e si sente in una botte di ferro per via delle molte conoscenze che ha. Con una gran faccia tosta rifiuta categoricamente la rettifica, non lo smuove nulla!! Anzi, mi ha minacciato di andare lui a denunciare alla Gurdai di Finanza!! Allucinante! Tra parentesi... alla GdF ho già domandato, ma anche lì mi hanno sconsigliato di querelare.
     
  18. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Caro Elio non sono affatto d'accordo.
    Una delle più pesanti conseguente della dichiarazione mendace relativa al prezzo è che non si può più prendere come base imponibile la rendita catastale ma la compravendita viene tassata sull'effettivo importo di vendita, oltre a sanzioni fino al (vado a memoria) il doppio dell'imposta.
    La cosa è grave ed è necessario interpellare il consiglio del notariato (segnalando l'operato poco da notaio) e fare un esposto alla Agenzia delle Entrate dicendo che se voleva fare il nero non avrebbe rilasciato assegno non trasferibile.
     
  19. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Prima di andare all' Agenzia delle Entrate a denunciare qualsivoglia cosa penserei bene a tutte le conseguenze che scaturirebbero da tale atto.
    Quale vantaggio, secondo te, otterresti cambiando il prezzo dichiarato in atto?

    Smoker
     
  20. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    il tuo è un errore veniale,se dichiaravi per intero non pagavi nulla di più, contatta un bravo fiscalista,vedrai che non paghi nulla-auguri
    p.s. non fare causa a nessuno, spendi solo soldi e non ne vieni più fuori
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina