1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Valeria1982

    Valeria1982 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Salve a tutti. Giorno 8 giugno 2011, dopo aver affidato 1 anno e mezzo fa ad una agenzia immobiliare la vendita del mio immobile, ho venduto casa. Il compratore a distanza di quasi due mesi lamenta un difetto "grave" alla copertura della stessa casa che aveva avuto modo di visitare (cosa che ha fatto ma non in mia presenza) proprio per mezzo del mediatore. Premesso che l'immobile risale ad un'epoca antecedente al 1967 e che per altri difetti mi era stato domandato di provvedere a piccole riparazioni altrimenti la vendita non sarebbe avvenuta, puo adesso domandarmi di ritrattare il prezzo di vendita già corrisposto o di provvedere al rifacimento della copertura? preciso pure che il tetto era ISPEZIONABILE già in sede di sopralluoghi ma questo non è stato fatto. mi domando poi, se ho profumatamente pagato un mediatore immobiliare perchè si occupasse della vendita, perchè adesso il compratore accusa me di aver taciuto un difetto assolutamente rilevabile in sede di sopralluogo? mancanza mia o leggerezza dell'acquirente?
     
  2. MIAOMIAO

    MIAOMIAO Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    L'acquirente ha tempo un anno dal rogito di rilevare vizi OCCULTI cioè non rilevabili e visibili al momento dell'acquisto e chiedere eventualmente anche la risoluzione del contratto. Da quanto esponi, la problematica del tetto era gia' nota (mi auguro che tu abbia conservato documentazione probante) per cui non ritengo che vi siano i presupposti sia per chiedere un risarcimento sia per l'annullamento del contratto.
     
  3. Valeria1982

    Valeria1982 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Precisazione

    In verità non so se l'agente che si è occupato di far visitare la casa abbia espressamente detto di ESAMINARE la copertura che tra l'altro fin quando ci abitavo io (un anno e mezzo fa) non era certo in condizioni precarie come dicono adesso loro (non ci avrei mica vissuto altrimenti)... sembra che le travi siano tarlate, ma esaminando la copertura non è imbarcata, incurvata o che so io... sta di fatto che sia il tetto che la botola d'accesso al sotto tetto sono li fin dal 1967... se poi l'acquirente non si è premurato di verificare cosa stava acquistando non credo sia colpa mia e tanto meno dell'agente mediatore. quando acquisto casa non mi preoccupo solo del prezzo ma piuttosto mi preoccupo di cosa compro... mi sa proprio che per la sua negligenza mi costerà di avvocati!!!
     
  4. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    L'agente non deve esser responsabile dei difetti strutturali, anche se evidenti a un occhio esperto, non fa ne il muratore ne tanto meno l'ingegnere civile. Il venditore è responsabile dei difetti del suo immobile e l'acquiente è responsabile di premunirsi, facendolo controllare da persona di fiducia, prima di acquistare "nello stato di fatto e di diritto in cui si trova". Se il vizio è "occulto", come ad esempio una servitù non apparente scoperta in seguito, l'acquirente può denunciarlo entro 8 giorni dalla scoperta. MA se il tetto è da rifare e si può provare che è "visibilmente da rifare" cioè che una minima diligenza dell'acquirente avrebbe potuto far emergere la cosa, la si può supporre compresa nel prezzo, come minus-valore, quindi prevista nella trattativa e nell'accordo raggiunto. Se il vizio, anzi, in questo caso l'usura è evidente è difficile dire poi "non me n'ero accorto": io resisterei su questo punto ad eventuali pretese dell'acquirente, proprio potendo dimostrare che lo ha visitato e veduto, grazie all'agente immobiliare e che non gli è stato affatto nascosto.
    Ribadisco che all'agente si può tacciare disattenzione o inesperienza, non certo colpe.
     
    A leonard piace questo elemento.
  5. Valeria1982

    Valeria1982 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    A naso ti tico che l'acquirente "CI STA PROVANDO"... mi sono rivolta ad un legale che mi ha detto che solo una "CAPRA" compra un immobile senza visionarlo come si deve, tanto piu se si tratta di un immobile datato... che lui riesca adesso a dimostrare che il difetto era occulto è follia... il tetto di una casa singola ad un solo piano è già in bella mostra di suo e se si parla di gravi difetti quelli sono visibili ad occhio nudo... per di piu se lo stesso è ISPEZIONABILE anche dal di dentro dire che il difetto era occulto è una presa in giro bella e buona. Mi è pure stato detto che li dove (per remota ipotesi) dovesse essere l'acquirente ad aver ragione (follia) potrei rivalermi sulla responsabilità materiale dell'agente nella poca diligenza durante le visite all'immobile (in pratica avrebbe dovuto star li come badante piuttosto che come professionista!)... che rabbia!
     
    A pensoperme piace questo elemento.
  6. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    In italia puoi fare causa a chi vuoi per qualsiasi cosa ti pare, chiaro che chi di cause campa sarà il primo a tirare fuori qualsiasi pretesto per poterle intentare. A l'intelligenza di ognuno saper valutare il rapporto/costi benefici.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina