1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. eckhart

    eckhart Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Buonasera. Ho acquistato un appartamento nel 2006 tramite agenzia, costruito negli anni 70. La planimetria catastale corrisponde allo stato di fatto dell'immobile, ma sono stati effettuati dei lavori dal costruttore in corso d'opera, senza denunciarne le modifiche. Ora che mi trovo a vendere l'immobile, l'agenzia a cui mi sono rivolto, mi ha comunicato che devo ripristinare lo stato precedente. Così facendo dovrei venderlo al prezzo di un monolocale, anzichè bilocale come è e come l'avevo pagato io. Cosa posso fare? Il contratto è da ritenersi nullo? Grazie per la cortese risposta.
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    ha ragione l'agente...........se non metti a posto, il notaio non rogita.
     
  3. eckhart

    eckhart Membro Junior

    Agente Immobiliare
    volevo capire lo strumento urbanistico mediante il quale mettere a posto, oltre che una indicazione dei tempi e dei costi...
     
  4. puntoimm

    puntoimm Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Sicuramente l'agente ha ragione. Oggi la normativa dice che deve esserci linearità fra quello che è lo stato dei luoghi e quanto riportato sulla piantina planimetrica, in caso contrario il notaio non rogita perchè si rischia la nullità dell'atto. Il mio consiglio è quello di parlare con un tecnico del luogo per capire se, e come, poter intervenire al fine di sistemare la situazione anche dal punto di vista urbanistico. Se c'è questa possibilità allora potresti lasciare l'appartamento com'è e modificare soltanto i documenti. Penso che quest'ultima, ammesso che possa essere percorsa, sia la strada più conveniente.
    Auguri.
     
  5. manolis

    manolis Membro Attivo

    Altro Professionista
    Devi prima verificare la planimetria che risulta al comune dal titolo autorizzativo (conessione edilizia). Se le difformità rientrano tra le opere oggi fattibili con la S.C.I.A., puoi risolvere tutto con una S.C.I.A. in sanatoria paganda la sanzione prevista (devi vedere se la Regione Piemonte ha legiferato in tal senso). Se invece si tratta solo di opere interne puoi presentare una C.I.L. per lavori già eseguiti, pagando € 258. Se invece sono stati comessi abusi non sanati (ampliamento) allora puoi solo ripristinare lo stato rispondente alla concessione edilizia oppure ........ sperare nel futuro.

    Aggiunto dopo 1 :

    Ovviamente devi incaricare un tecnico che rediga gli elaborati e ASSEVERI il tutto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina