1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. DottBr

    DottBr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve, vorrei sapere quali diritti ha il nipote sull'eredità dei nonni, nel caso di genitore "incapace" di fatto.

    Mi trovo nella seguente situazione:

    -NONNI (marito e moglie ancora vivi) - una media impresa intestata 20% ad una società fiduciaria, e 80% ad un'altra società fiduciaria, non so per quale motivo sia stata intestata in quel modo + 1 immobile intestato penso a loro.

    -4 FRATELLI (i figli dei nonni), di cui mia madre. Mia madre ha avuto problemi di natura psichiatrica, dai quali per fortuna è uscita, ora ha "solo" un ritardo mentale piuttosto grave che non le permetterebbe la gestione di un simile patrimonio. Tuttavia (che io sappia) non è stata interdetta, probabilmente non lo sa nemmeno lei, quindi non posso chiederglielo ed aspettarmi alcun tipo di risposta giuridicamente esaustiva. Mi ha detto di aver firmato un foglio con il quale affidava la gestione del patrimonio che avrebbe ereditato a suo fratello, (mio zio). Fatto sta che potrebbe benissimo rifiutare l'eredità in quanto non capace di intendere e di volere. Trattasi di incapacità di fatto. A mia madre sono intestati inoltre 2 immobili, gestiti da mio zio di cui lei "si fida". Uno di essi è in comodato gratuito, cosa che non mi sembra economicamente ben gestita nell'interesse familiare.

    -IO, 22 ANNI (NIPOTE DEI MIEI NONNI) - sono all'oscuro di tutto e non mi è mai stato detto niente da parte di nessuno, né dei nonni, né degli zii, ho solo qualche informazione inaffidabile da parte di mia madre che è la "pecora nera" della famiglia e non è in grado di capire concetti giuridico-economici. Non so nemmeno se abbiano fatto testamento, se abbiano fatto una successione inter-vivos o cosa. Ho come l'impressione che io abbia il diritto di conoscere quali siano le carte in tavola e di contribuire insieme a mio zio alla gestione del patrimonio nell'interesse di mia madre che non lavora, e nel mio interesse.

    Fin ora non ho osato chiedere nulla agli altri parenti, anche perché non sono così in confidenza con nessuno di loro e ho paura che si sentano "offesi" da una simile richiesta. Siamo una famiglia che non ha problemi economici, e vorrei che questa situazione continuasse per sempre.

    Ciò detto, nella mia situazione, volendo tutelare l'interesse di mia madre (che va necessariamente mantenuta) ed il mio, senza voler offendere nessun dei parenti (in quanto non li conosco e quindi non mi fido), voi che fareste?

    Grazie
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sei figlia unica ?
     
  3. DottBr

    DottBr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    sì, figlio
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina