1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Valeriogio77

    Valeriogio77 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera, ho un quesito da porre.
    Un contratto di locazione regolarmente registrato in data anteriore al pignoramento di una casa all'asta può subire delle modifiche, ad esempio un subentro, prima che la stessa sia venduta?
     
  2. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Perché non dovrebbe.
     
  3. Valeriogio77

    Valeriogio77 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il mio dubbio è questo:se la casa è all'asta il vecchio proprietario ha diritto di modificare un contratto di locazione di una casa di cui non ha più proprietà? Attualmente l'affitto lo percepisce il tribunale.
     
  4. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Tutti gli atti effettuati sull'immobile successivamente al pignoramento non hanno alcun tipo di valore...
     
    A brina82 piace questo elemento.
  5. Valeriogio77

    Valeriogio77 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Anche se il contratto è antecedente al pignoramento?
     
  6. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Anche un subentro in contratto?
     
  7. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Io so che sono opponobili le locazioni antecedenti. Inopponibili le successive. Da una rapida ricerca ciò mi è confermato. Quindi se apporti una modifica ad un contratto già esistente non vedo problemi in merito. Non siamo innanzi ad un nuovo contratto.e al subentrante è opponibile tutto ciò che il suo antecedente cedente ha firmato.
     
    A Irene1 piace questo elemento.
  8. Valeriogio77

    Valeriogio77 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
  9. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    I poteri di amministrazione del bene a partire dal pignoramento vengono conferiti al custode, quindi qualsiasi ulteriore scrittura successiva al pignoramento viene sottoscritta dal custode e non dal vecchio proprietario (teoricamente il custode potrebbe coincidere con il locatore, ma nella pratica normalmente è un avvocato che si mette immediatamente in contatto con il conduttore e stabilisce direttamente con lui un rapporto diretto anche per l'incasso dei canoni).

    La ratio della norma è quella di salvaguardare l'eventuale conduttore che inconsapevolmente abbia sottoscritto un contratto di locazione prima del pignoramento, garantendo i diritti del medesimo.

    I diritti riguardano anche alcune forme di subentro come ad esempio quelle successive alla morte del conduttore a tutela della moglie/marito convivente.

    Se per subentro, intendiamo un atto da sottoscriversi tra proprietario e conduttore, ad esempio per sostituire uno degli inquilini, trattandosi di un atto che esula la salvaguardia del conduttore e rientra nell'amministrazione del bene, detto subentro, secondo me, dovrebbe essere autorizzato dal custode sentito il giudice e non dal vecchio proprietario.

    In un caso simile a Rimini il conduttore (che stipulò all'epoca tramite la nostra agenzia) si interfaccia con il custode anche in ordine al pagamento delle spese di condominio e per altre necessità....

    Comunque non è tanto importante che un atto venga sottoscritto tra inquilino e proprietario. Nessuno lo potrà effettivamente escludere (i due si vedono a casa di uno e firmano un pezzo di carta!). Quello che è importante sottolineare è che la scrittura sottoscritta non potrà portare alcun pregiudizio all'aggiudicatario e non sarà a lui opponibile...

    Se vuoi avere maggiori informazioni al riguardo contatta il custode dell'immobile ed informati direttamente con lui.
     
  10. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Certamente all'aggiudicatario nulla potrà essere opposto al di fuori del vecchio contratto.
     
  11. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Si ma il custode avvocato arriva dopo diverso tempo dal pignoramento.
    Il subentro potrebbe essere avvenuto subito dopo il pignoramento senza che fosse aperta alcuna procedura del tribunale.
     
  12. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    In questo caso l immobile essendo abitato da terze persone non può che avere un custode terzo rispetto al proprietario stante il disposto del cpc all'art.che non ricordo il numero. Spetta al custode fare ogni singola operazione sul contratto in essere tra cui quelle inerenti il contratto medesimo. Inoltre alla normale scadenza il custode deve essere autorizzato dal giudice per effettuare il rinnovo di quello in essere. In sostanza...ok subentro ma a scadenza scio' se il giudice non autorizza il rinnovo.
     
    A PROGETTO_CASA piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina