1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pesagio

    pesagio Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Un proprietario, moroso per le spese condominiali da 4 anni vende un suo appartamento in condominio. Lo stato di morosità risulta annualmente sui verbali di consuntivi, ma l'amministratore non ha fatto atto ingiuntivo per il pagamento di quanto dovuto.
    Per il nuovo amministratore (subentrato) quale è il termine di prescrizione per effettuare l'atto ingiuntivo contro il nuovo proprietario? 1 anno (residuo del precedente termine di prescrizione) o 5 anni (nel senso che si determina verso il nuovo proprietario una "novazione" del debito?
     
  2. miciogatto

    miciogatto Membro Supporter

    Privato Cittadino
    Il cambio di amministratore credo sia ininfluente.

    Quello che so e' che il nuovo proprietario e' tenuto al pagamento delle quote relative all'anno in corso (anno del rogito) e all'anno precedente.
    (art 63 disposizioni attuazione codice civile)
     
  3. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    .... salvo l'alternativa di chiedere al notaio di trattenere dal prezzo di vendita convenuto, il credito vantato dal condominio.
     
    A miciogatto piace questo elemento.
  4. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    l nuovo condomino (acquirente) risponde in solido col precedente proprietario per l'anno fiscale precedente e quello in corso, se compra oggi, quindi per 2014 e 2015, questo in assenza di contenziosi già in corso, in quel caso li "eredita".
     
  5. pesagio

    pesagio Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Non avevo detto che risponde in solido con il precedente proprietario per i debiti condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente perchè lo ritenevo assodato. Domandavo, invece: il termine di prescrizione per l'azione legale verso il nuovo proprietario (per il pagamento del debito riportato nel nuovo consuntivo a suo nome) è dei "normali" 5 anni, ovvero in misura inferiore, in quanto si deve considerare il tempo trascorso per la non intentata azione verso il precedente proprietario? Grazie.
     
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Il tuo quesito mi risulta piuttosto incomprensibile. (forse)
    Quando si è originato il debito? Col vecchio o col nuovo proprietario?

    Prendendo alla lettera la tua frase capirei che il debito è stato lasciato dal vecchio proprietario, il condominio non ha fatto nessuna azione ed oggi imputa a te arretrati che coprono un quinquennio, o che risalgono ad un quinquennio fa.

    Io risponderei ancora che tu risponderai solo per l'anno di acquisto e per l'anno precedente, purchè rientrino ancora nei termini dei 5 anni dei termini di prescrizione.
     
  7. pesagio

    pesagio Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Il vecchio proprietario aveva 1.500€ di debito.
    Ha venduto.
    IL nuovo proprietario ha aggiunto al debito precedente 800€ di debito suo successivo.
    Pertanto, all'ultimo consuntivo, dell'ultimo bilancio approvato, ha presentato un debito di 2.300€.
    Gli è stato notificato atto ingiuntivo di pagamento per l'intero importo.
    Il dubbio é: avendo ereditato il debito ed avendo ricevuto notifica ingiuntiva per complessivi 2.300, risponde di tutto l'importo, per una "novazione" del debito, adesso imputato a suo nome, ovvero è da ritenere che i 1.500€ del precedente proprietario sono prescritti (essendo per essi trascorsi 5 anni), mentre risponde di certo per gli 800€ (certamente nel quinquennio suo)?
    Grazie.
     
  8. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Uhm! Qui è terreno per avvocati: ma potrebbe essere corretto il comportamento dell'amministratore.
    Baso questa risposta sulla base di questo ragionamento (è una ipotesi di lavoro):
    Il vecchio proprietario aveva lasciato un debito di 1500€: il nuovo proprietario è subentrato nel debito; negli anni ha versato acconti per le spese condominiali, (certamente superiori a quell'importo) e l'amministratore ha sempre scalato annualmente dagli acconti i debiti pregressi. (prassi normale...)
    Per cui il residuo si è ogni anno "rinnovato": ad oggi quindi il residuo cumulato risulterebbe di 2300€, e non cadrebbe nelle tenaglie della prescrizione.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina