1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    La disciplina del condominio è stata, oggi, definitivamente approvata, in sede deliberante, dalla Commissione Giustizia del Senato.
    Si può sicuramente parlare di riforma storica. La normativa del condominio, che incide quotidianamente sulla vita di milioni italiani, risale, infatti, al 1942 e, da allora, non è mai stata sostanzialmente toccata.
    Da oggi, finalmente, si cambia.
    In meglio, si spera.
     
  2. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Animali. Il regolamento condominiale non potrà "vietare di possedere o detenere animali domestici".
     
  3. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Riscaldamento. Chi si vuole 'staccare' dall'impianto centralizzato può farlo senza dover attendere il benestare dell'assemblea, ma a patto di non creare pregiudizi agli altri e di continuare a pagare la manutenzione straordinaria dell'impianto condominiale.
     
  4. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Barriere architettoniche.Per la messa a norma in sicurezza e per l'eliminazione delle barriere architettoniche del palazzo basterà che in assemblea siano presenti i condomini che rappresentano un terzo dei millesimi condominiali e sarà sufficiente la maggioranza favorevole del 50 più uno.
     
  5. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non si riesce a pubblicarlo tutto?
     
  6. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Pubblicato daImmobiliare Centocase.

    (trovato dall'agente immobiliare SGTorino)
    NEWS: LA RIFORMA DEL CONDOMINIO
    Il Testo approvato alla Camera il 27/09/2012, di riforma alle norme che regolano la materia del condominio negli edifici è approdato, in data 13 novembre 2012, alla Commissione Giustizia al Senato (Scheda di seduta) dove non dovrebbe subire ulteriori sostanziali modifiche.
    Il Disegno di legge, con la sua approvazione definitiva, andrà a novellare, dopo 70 anni (aggiungendone anche di nuovi), quasi tutti gli articoli del Libro Terzo Capo II del nostro Codice Civile, (art.li da 1117 a 1139 c.c.), alcuni articoli delle disposizioni di attuazione del Codice Civile ed alcune disposizioni contenute nelle Leggi speciali.
    Tra le tante novità introdotte, volte a dare un volto nuovo al concetto di condominio ed al ruolo attivo che dovrà rivestire nel contesto urbano, spiccano le seguenti:
    1. Art. 1117 c.c. - tra le parti comuni degli edifici verranno inseriti, riprendendo l'ormai prevalente giurisprudenza, "i sottotetti destinati, per le caratteristiche strutturali e funzionali, all’uso comune".
    2. Art. 1118 c.c. - in materia di diritti dei partecipanti sulle cose comuni, è stato previsto l'inserimento del comma 4: " Il condomino, ove venga oggettivamente constatato che il proprio immobile non gode della normale erogazione di calore, a causa di problemi tecnici dell’impianto condominiale, e questi, nell’arco di una intera stagione di riscaldamento, non sono risolti dal condominio, può rinunciare all’utilizzo dell’impianto centralizzato di riscaldamento o di condizionamento, a condizione che dal suo distacco non derivino squilibri tali da compromettere la normale erogazione di calore agli altri condomini o aggravi di spesa. In tali casi il rinunziante resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese di manutenzione straordinaria dell’impianto e per la sua conservazione e messa a norma".
    3. Art. 1120 c.c. - con maggioranza semplice (ex art. 1136 c. 2 c.c.) le assemblee condominiali potranno disporre le innovazioni riguardanti " ...(omissis)... la produzione di energia mediante l’utilizzo di impianti di cogenerazione, fonti eoliche, solari o comunque rinnovabili".
    4. Art. 1122-bis c.c. - di nuova introduzione, consentirà "...l’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili destinati al servizio di singole unità del condominio sul lastrico solare, su ogni altra idonea superficie comune e sulle parti di proprietà individuale dell’interessato".
    5. Art. 1129 c.c. - in materia di nomina e revoca dell'amministratore. In particolare l'articolo disponeche:"In caso di revoca da parte dell’autorità giudiziaria, l’assemblea non può nominare nuovamente l’amministratore revocato. L’amministratore, all’atto dell’accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l’importo dovuto a titolo di compenso per l’attività svolta. L’amministratore non ha diritto a compensi ulteriori salvo diversa deliberazione dell’assemblea che ne ha deliberato la nomina"
    6. Art. 1134 c.c. - è aggiunto, in calce, un ultimo comma:" L’assemblea può autorizzare l’amministratore a partecipare e collaborare a progetti, programmi e iniziative territoriali promossi dalle istituzioni locali o da soggetti privati qualificati, anche mediante opere di risanamento di parti comuni degli immobili nonché di demolizione, ricostruzione e messa in sicurezza statica, al fine di favorire il recupero del patrimonio edilizio esistente, la vivibilità urbana, la sicurezza e la sostenibilità ambientale della zona in cui il condominio è ubicato".
    7. Art. 1138 c.c. - una interessante novità, oggetto ancora di discussioni, è stata introdotta dall'ultimo comma proposto, ove prevede:" Le norme del regolamento non possono porre limiti alle destinazioni d’uso delle unità di proprietà esclusiva né vietare di possedere o detenere animali da compagnia".
    8. Art. 63 disp. att. c.c. - il nuovo testo prevederà che "Chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato solidalmente con questo al pagamento dei contributi dovuti alla data del subentro".
    9. Art. 66 disp. att. c.c. - il nuovo testo, in materia di convocazione dell'assemblea condominiale disporrà: "L’assemblea in seconda convocazione non può tenersi nel medesimo giorno solare della prima; inoltre l’assemblea, sia in prima sia in seconda convocazione, non può svolgersi in un giorno in cui ricorre una festività religiosa riconosciuta come tale dalla Chiesa cattolica o dalle confessioni che, ai sensi dell’articolo 8, terzo comma, della Costituzione, hanno stipulato intese con lo Stato".
    10. Art. 67 disp. att. c.c. - "Nudo proprietario e usufruttuario rispondono solidalmente per il pagamento dei contributi dovuti all’amministrazione condominiale".
    11. Art. 71 disp. att. c.c. - questo articolo novellato disporrà l'istituzione, presso ogni ufficio provinciale dell'Agenzia del Territorio, il Repertorio dei condomini nel quale saranno annotate una serie di informazioni volte ad identificare fiscalmente l'edificio nonchè la sua attività tra cui le delibere, i bilanci, le liti, gli atti modificativi del regolamento condominiale ed i contratti stipulati dal condominio con terzi, di valore superiore ad euro 10.000.
    12. Art. 71-bis disp. att. c.c. - di nuova istituzione. Imporrà l'obbligo della creazione, sempre presso ogni ufficio provinciale dell'Agenzia del Territorio, di un Registro degli amministratori di condominio, indicando anche i requisiti soggettivi necessari per potervi essere iscritti.
    13. Art. 71-ter disp. att. c.c. - di nuova istituzione. "Su richiesta dell’assemblea, che delibera con la maggioranze di cui al secondo comma dell’articolo 1136 del codice, l’amministratore è tenuto ad attivare un sito internet del condominio, ad accesso individuale protetto da una parola chiave, che consente agli aventi diritto di consultare ed estrarre copia in formato digitale dei rendiconti mensili di cui all’articolo 1129, settimo comma, dei documenti di cui all’articolo 1130, numeri 7), 8), 9 e 10), del codice e degli altri documenti espressamente previsti dalla delibera assembleare. L’aggiornamento del sito avviene con cadenza mensile, salvo diversa previsione dell’assemblea. Le spese per l’attivazione e la gestione del sito internet sono poste a carico dei condomini".
     
    A Limpida piace questo elemento.
  7. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    "Su richiesta dell’assemblea, che delibera con la maggioranze di cui al secondo comma dell’articolo 1136 del codice, l’amministratore è tenuto ad attivare un sito internet del condominio, ad accesso individuale protetto da una parola chiave, che consente agli aventi diritto di consultare ed estrarre copia in formato digitaledei rendiconti mensili di cui all’articolo 1129, settimo comma, dei documenti di cui all’articolo 1130, numeri 7), 8), 9 e 10), del codice e degli altri documenti espressamente previsti dalla delibera assembleare. L’aggiornamento del sito avviene con cadenza mensile, salvo diversa previsione dell’assemblea. Le spese per l’attivazione e la gestione del sito internet sono poste a carico dei condomini".

    Il condominio, dopo 70 anni (il Codice Civile è del 1942) diventa digitale e internettiano.
    Si prevede nuovo lavoro per webmaster e gestori di siti?
    Oppure l'assemblea non delibererà mai un simile aggravio di spesa e tutto procederà come prima?
    Un parere da parte del Custode?
     
    A La Capanna e Limpida piace questo messaggio.
  8. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ad oggi quindi per essere amministratore di condominio bisogna fare un corso?????:)
     
  9. il Custode

    il Custode Custode del Forum Membro dello Staff

    Penso di no. Si prevede il solito software porcata all'italiana fatto dai soliti cagnottari per fantastiliardi di milioni di euro che farà pietà (vedi registri anti riciclaggio), non funzionerà e sarà promosso come la rivoluzione.
     
    A Tommaso Badano e Umberto Granducato piace questo messaggio.
  10. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Chi inizia ad amministrare adesso deve essere in possesso di un diploma di scuola superiore e deve seguire un corso di formazione iniziale, ma senza sostenere esami abilitativi.
    Per chi amministra condomini già da tre anni tutto resta come ora, non gli sono richiesti né scolarità superiore né corsi di formazione. Ma, naturalmente, si deve adeguare, per il resto, alle nuove norme.
     
  11. tempozero

    tempozero Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    esiste un elenco dei "deputati/abilitati" a tenere il corso di formazione previsto?
     
  12. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Se non esiste, si creerà con la velocità della luce.....

    A parte gli scherzi, mi pare una buona riforma, equilibrata, al passo con i tempi, senza inutili corporativismi ed eccessivi burocraticismi e che tiene in giusta considerazione i punti di vista di tutte le parti. I costi della polizza assicurativa contro eventuali errori professionali dell'amministratore non dovrebbe gravare in modo eccessivo sul bilancio condominiale.

    Il Parlamento italiano, se ci si mette, riesce ancora a licenziare buoni leggi.
     
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Guardate che il corso di abilitazione per amministratori condominiali esiste da almeno 25 anni !
     
  14. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Graf, scusa, non avevo ancora visto il tuo post e ne ho aperto un altro oggi...

    Adesso li unisco.
     
  15. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    L'approvazione, avvenuta senza modifiche rispetto al testo della Camera, è definitiva. Al centro della riforma il codice deontologico e la certificazione degli amministratori di condominio.


    L'approvazione, avvenuta senza modifiche rispetto al testo della Camera, è definitiva.

    Le principali novità del provvedimento prevedono procedure più snelle e la valorizzazione della figura dell'amministratore qualificato, ma anche la "liberalizzazione" della presenza dei piccoli animali domestici.

    La riforma interviene sugli aspetti più controversi della "vita comune" degli italiani, con regole che dovrebbero riportare ordine nei condomini.

    Innanzitutto il regolamento condominiale non potrà "vietare di possedere o detenere animali domestici".

    In quanto al riscaldamento, chi si vuole 'staccare' dall'impianto centralizzato potrà farlo senza dover attendere il benestare dell'assemblea, ma a patto di non creare pregiudizi agli altri e di continuare a pagare la manutenzione straordinaria dell'impianto condominiale.

    Il nuovo testo prevede anche che per decidere il cambio di destinazione d'uso dei locali comuni basteranno ora i quattro quinti, mentre è soppresso il repertorio dei condomini presso ogni ufficio provinciale dell'Agenzia del Territorio.

    In quanto all'amministratore, esso dovrà aver conseguito un diploma di scuola secondaria di secondo grado e dovrà frequentare un corso di formazione iniziale.
    L'amministratore, inoltre, all'atto della nomina dovrà presentare ai condomini una polizza individuale di responsabilità civile che copra gli atti compiuti nell'esercizio del mandato.

    Infine, un punto del nuovo regolamento riguarda un campo totalmente nuovo, ovvero quello digitale: l'assemblea potrà disporre la creazione di un sito internet del condominio, ad accesso individuale e protetto, per consultare tutti gli atti e i rendiconti mensili.
     
  16. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Ma era facoltativo.
    (Una ventina d'anni fa, ne ho fatto anche io uno).
    Ora, per chi inizia ad amministrare condomini in modo professionale, diventa obbligatorio.
    Espletato le formalità del corso, ci si può immediatamente iscrivere all'erigendo registro degli amministratori di condominio previsto dalla nuova legge, senza sostenere alcun esame abilitativo.
     
  17. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ERA ORA !:ok:
     
  18. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    E per la sua conservazione e la messa a norma!
    Cosa vuol dire conservazione?
    - MANUTENZIONE ORDINARIA!:triste:
     
  19. luberto

    luberto Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ma se un condominio di 7 unità non nomina (revocando quello attuale) un nuovo amministratore ma un "factotum" si incarica di pagare le bollette , luce e pulizia scale, rimane l'obbligo delle eventiali ritenute di acconto e quindi del 770 , del quadro AC di Unico, dich. a fornitori ?
     
  20. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino

    Il condominio ugualmente rimane sostituto di imposta ..........

    Smoker
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina