1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    secondo gli operatori immobiliari italiani sarebbero i prezzi alti e la stretta creditizia i principali fattori che frenano la ripresa del mercato. è questo il sentiment rilevato dall'ufficio studi idealista.it, il primo marketplace immobiliare italiano, che ha raccolto la valutazione di 303 professionisti sull'attuale fase del mercato. ma a prevalere è l'ottimismo fondato su due buone idee

    se tra gli operatori, infatti, sembrano prevalere le preoccupazioni per l'incerto quadro economico generale, tanto che l'uscita dalla crisi viene percepita ancora lontana, ma la maggior parte di essi si dice anche fiducioso per il futuro

    sono i dati a parlare: per il 43% degli intervistati, infatti, nella prima metà dell'anno l'andamento delle compravendite è andata peggio dello stesso periodo dell'anno scorso, con una contrazione degli affari che nel 29% dei casi ha superato il 20%

    i motivi? dalle risposte dei panelisti si scopre che mettono al primo posto le pretese esagerate dei proprietari (52%), la stretta operata dalle banche (26%) e acquirenti con disponibilitá sempre più ridotte o disposti ad offrire meno di quanto richiesto (22%)
    articolo completo

    Va bene agli Agenti Immobiliari che si pubblichino tali articoli?
    Personalmente ritengo questa analisi molto superficiale e poco documentata.
     
  2. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino

    Quindi? Quali sarebbero i motivi più profondi che frenano la ripresa? Quali i documenti?

    Smoker
     
  3. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    :stretta_di_mano::stretta_di_mano:
     
  4. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Quindi personalmente non la ritengo attendibile.
    ... nel titolo si parla di agenti immobiliari mentre nel testo di 303 operatori del mercato immobiliare. Mi fa pensare che si voglia metter in bocca agli agenti immobiliari qualcosa che gli stessi non hanno affermato, ho l'impressione che gli AI vengano "usati", tutto qua.
    ... è attendibile poi un campione di 303 operatori del mercato immobiliare per fare certe affermazioni?
    ... a me poi non sono mai piaciute le percentuali non sostenute da numeri precisi.
    Sono delle mie riflessioni che pongo agli utenti del forum con spirito di confronto, niente di più.
    Non ho invece capito qual'è la tua opinione
     
  5. vdetommaso

    vdetommaso Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    gentile carlo, sono vincenzo de tommaso, addetto stampa di idealista.it

    mi confronto volentieri in merito allo studio di idealista.it da te gentilmente menzionato, anche per far luce su certi aspetti tecnici non precisati dall'articolo

    nel testo del comunicato e nel report diciamo chiaramente che sono stati coinvolte agenzie immobiliari

    303 è un panel di tutto rispetto, anche se non rappresentativo (campionamento casuale)

    detto questo
    >gli AI vengano "usati"
    non è assolutamente nostra intenzione "usare" nessuno. negli anni ci siamo guadagnati la fiducia degli agenti nostri clienti e non, per questo hanno risposto così numerosi al nostro questionario

    il nostro intento è comprendere il mercato anche grazie al loro aiuto

    dall'indagine abbiamo riportato quello che è il "sentiment" di molti professionisti rispetto alla fase attuale di mercato e lo abbiamo comunicato perchè abbiamo ritenuto di rilievo alcune cose emerse dallo studio

    sono a tua/vostra disposizione per tutti i chiarimenarimenti che vorrai
     
  6. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Il campione di 303 agenzie è attendibile quanto i dati espressi dai vari studi dei franchising, spesso basati sui dati di 1/2 agenzie affiliate operanti in zona.
    Sarebbe opportuno che ogni tanto fossero le federazioni, forti di numeri veramente importanti, a presentare un pò di dati.
     
  7. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ed anche se il campionario (303 agenti immobiliari) è abbastanza limitato, lo scenario è abbastanza reale.

    Come sopra.

    Se le fanno partecipi anche a noi, grazie.
     
  8. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    gentile de tommaso (non comprendo il nome),
    con sincero piacere rilevo la disponibilità al confronto costruttivo della Vostra testata e mi sembra sia stato compreso il senso della mia critica e, nella speranza di rendere un servizio a voi e agli utenti del forum, proseguo nella specifica delle mie osservazioni:
    Gli operatori del mercato immobiliare non sono solo gli agenti immobiliari ma pure tutti gli altri professionisti che vi operano. Capisco l'intento di cercare il sinonimo ma diamo agli agenti onori e oneri in maniera chiara ed inequivocabile.
    Non tutte le compravendite passano attraverso gli agenti immobiliari (oltre 20.000?) e di questi ne sono stati considerati 303. Ripeto, personalmente ritengo poco attendibile una analisi così impostata, come altre svolte anche da altri, non solo da voi.
    Pongo queste questioni perchè poi siamo noi AI a confrontarci con tutti i clienti che prendono per buone queste analisi e le usano a sostegno delle loro idee. Il mio intento è quello di stimolare l'approfondimento dei problemi, la dimostrazione, la verifica, la prova ... di parole e parole e articoli superficiali sono stufo.
    Ognuno espone la propria analisi con metodologie personali e guarda caso è ovviamente la migliore di tutte, chiaro.
    In questa maniera non si offre, a mio parere, un buon servizio a nessuno, nè ai clienti, nè agli AI, nè a tutti quanti operano a vario titolo nel mercato immobiliare perchè si genera confusione e non si va a fondo del problema, non si va verso la vera trasparenza del mercato, esigenza quanto mai chiara e pressante ma altrettanto disattesa.
    rimango a disposizione per qualsiasi chiarimento e sono disponibile per cercare di contribuire a migliorare la percezione del servizio svolto dagli AI e per migliorare la trasparenza del mercato immobiliare.
    saluti
     
  9. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Ringraziamo Vincenzo De Tommaso per la giusta precisazione
     
  10. vdetommaso

    vdetommaso Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    intanto grazie ad alessandro :)

    seguo spesso le vostre conversazioni e trovo molto istruttivo per chi fa il mio lavoro partecipare in maniera attiva (non solo quando chiamati in causa)

    a carlo dico che comprendo la sua critica. questo genere di rilevamenti in genere prestano il fianco a considerazioni come le tue. però sono il punto di partenza per approfondire, confermare o confutare. in tanti si possono rispecchiare nelle considerazioni dei propri colleghi, tanti altri no

    >Va bene agli Agenti Immobiliari che si pubblichino tali articoli?
    la nostra analisi vuole essere funzionale, non è strumentale
     
  11. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non condivido questo modo di operare "giornalistico" e non certo fondato su alcun elemento scientifico, ritengo questo modo di operare dannoso per il mercato per i motivi precedentemente esposti. d'altra parte sembra sia il solo a rilevarlo e allora vuol dire che alla maggioranza va bene così. Non lamentiamoci poi se gli agenti immobiliari vengono altrettanto superficialmente giudicati ... o pure questa è una richiesta di approfondimento?

    Come può essere funzionale una analisi presentata in tale maniera? Sarà un mio limite ma proprio mi sfugge ...
    ma vediamo di approfondire:
    Questi 303 operatori del mercato come sono distribuiti territorialmente? Quali le loro dimensioni?
    E' possibile, come già richiesto, avere i numeri da cui avete elaborato le percentuali?
    Chi ha condotto questa analisi? Quale era lo scopo?
    Da chi viene riconosciuto questo procedimento di elaborare analisi su 303 intervistati su più di 20.000 AI?
    Ringrazio anticipatamente per la collaborazione nell'approfondimento.
     
  12. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non è vero, in questo articolo i dati vengono interpretati non analizzati, non vengono neppure illustrati completamente ...
    il rimanente 57% come la pensa?
    in pratica è stata trascurata la maggioranza degli intervistati (volutamente o meno si tratta di una grave mancanza!)
    Come mai alcune "analisi" (termine evidentemente improprio) vengono sostenute da un grafico e questa no? Problemi di spazio pure sul web?

    Cito dal testo dell'articolo:
    "la soluzione? i professionisti sembrano d'accordo su questo punto: che le banche riaprano i rubinetti, e che i proprietari capiscano che i tempi sono cambiati e i prezzi anche"
    qui evidentemente non serve esporre percentuali e neppure allegare immagini o grafici ... mah!

    Comunque lo scopo di tutta questa "bella analisi" è riportato correttamente verso la fine dell'articolo:
    "ma se la stretta creditizia è indipendente dalla volontà dei professionisti immobiliari, suli prezzi possono intervenire. anche se la soluzione più accreditata sta sul web"

    "l'indagine ha evidenziato che la fiducia nel web è ben risposta: vi destinano parte del budget di marketing praticamente 99 agenzia su 100 e per un terzo di queste, più della metà delle vendite proviene proprio dai contatti via internet"
    e qui i grafici si sprecano.

    PERSONALMENTE smentisco categoricamente questa conclusione, con la pubblicità sui portali non ho MAI concluso una vendita ed i contatti / segnalazione non mi hanno portato a nessun beneficio. Le segnalazioni di richieste sono male impostate e quasi sempre incomplete, non c'è quindi la possibilità concreta di stabilire un contatto ed avere un riscontro ...
    Confrontandomi con i miei colleghi locali anche loro hanno gli stessi risultati e qualcosa di meglio ottengono gli AI delle grosse città, probabilmente per una questione di numeri, non per altro.

    Concludendo:
    E' un evidente messaggio promozionale, lecito, messo in bocca genericamente agli AI italiani sulla base di una indagine non dimostrata su un campione di 303 operatori immobiliari su più di 20.000 AI
    Per i motivi riportati nella discussione lo ritengo superficiale e che quindi "non fa bene" al mercato immobiliare, soprattutto agli operatori seri che poi si trovano a dover smentire queste conclusione di fronte ai clienti normali che prendono per buono tutto quanto viene pubblicato.
    Ho preso questo articolo ad esempio ma tutte le analisi di tutti i portali hanno gli stessi problemi e hanno lo stesso scopo pubblicitario, mettessero tutti all'inizio, come avviene in TV, la scritta "messaggio promozionale" e tutto sarebbe a posto, invece si spacciano per vere indagini che non hanno alcuna base forte di partenza.
    Il colmo sapete qual'è?
    Che gli AI sostengono queste "analisi" finanziando con i propri abbonamenti, adattandosi agli schemi proposti, accettando queste conclusioni ...
    Alla maggioranza degli AI va bene tutto questo? A me no.
     
  13. Mil

    Mil Membro Senior

    Altro Professionista
    Scusami Carlo, ma stavolta credo che Idealista abbia abbastanza ragione.
    Tu contesti il campione rappresentativo, cioè dici che è un campione troppo limitato per poter generalizzare. Potrebbe anche essere giusto, però a livello statistico si procede così e di solito si estendono i risultati alla totalità dando per scontato che per inferenza ci si avvicini molto a un dato preciso.
    Ora io dubito che Idealista abbia proprio sbagliato in pieno la scelta del campione, sia numericamente che per tipologia. Certo si può sempre fare di meglio, magari potrebbero ripetere la ricerca con un campione un po' più vasto. Però non mi sembra che dicano castronerie, il risultato mi sembra giusto. Che i prezzi siano ancora alle stelle e la gente fuori di cranio è ancora un dato di fatto, specie nelle grandi città. Che non ci sia da tempo una realistica vicinanza delle richieste del mercato alla reale capacità di spesa delle persone è una constatazione che purtoppo bisogna fare. I mutui si danno col contagocce, è vero, perchè dipendono appunto dalla sempre maggiore difficoltà delle persone nell'onorare il prestito, ma c'è anche un effettivo problema di sovrastima degli immobili che credo i periti delle banche conoscano bene. Dobbiamo solo prenderne atto, nient'altro.
    Per quanto riguarda il web sono d'accordo con te: in assenza di una qualche regolamentazione e soprattutto di una qualche responsabilità dei portali per la presenza di vera e propria pubblicità ingannevole la gente si fida sempre meno, di tutti indistintamente.
    Il web è una giungla dove monolocali diventano attici e cavedi diventano giardini d'inverno. Le metrature, le fotografie, le descrizioni...tutto assolutamente arbitrario. Questo è un grosso problema: crea asimmetria informativa, per l'utente medio è impossibile scovare l'Agenti Immobiliari serio dal filibustiere.
    Ma su questo sono gli A.I più di tutti gli altri che dovrebbero chiedere regole e responsabiltà più serie, anche una corresponsabilità dei portali stessi, come ho sempre detto, altrimenti in assenza di informazioni certe la clientela si disperde. Chi deve comprare ha già l'onere di stabilire più o meno a buon senso se un immobile è valido oppure no (perchè un eventuale parere tecnico lo si richiede solo in uno step successivo). Se per di più deve trovare l'ostacolo di non poter accedere a informazioni serie (dati catastali, tabelle millesimali, fotografie, planimetrie...) e trova solo informazioni incomplete e farlocche o mezze reticenze sempre per inferenza perde completamente fiducia sia negli Agenti Immobiliari ( e privati) che nei siti collegati.
    Risultato: spese inutili e pessimo ritorno pubblicitario. :rabbia:
     
    A ccc1956 piace questo elemento.
  14. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    non solo, anche l'esposizione parziale dei risultati, il metodo ... vedi tutto il mio commento
    E' un evidente messaggio promozionale spacciato per ricerca di mercato messa in bocca agli AI commentando dati parziali.
    a me non va, ad altri sì ... e si va avanti lo stesso
    ciao
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina