1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Julius

    Julius Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Un edificio a Roma è sprovvisto di abitabilità. Nessuno si è mai lamentato se non un condomino che ha deciso che la vuole a tutti i costi.
    Domande:
    - E' obbligatoria?
    - Se la maggioranza dei condomini si oppone ad approvare la spesa (circa 8000€) , cosa succede?

    Grazie
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    In base ai miei ricordi ancora no.
    Se l'assemblea non approva non se ne fa niente, il condomino può intraprendere di ottenere l'abitabilita parziale cioè relativa al suo solo alloggio.
    Ti chiedo il motivo per il quale vuole ottenerla è comune a tutti o no?
     
  3. alexbgd

    alexbgd Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buongiorno. Probabilmente vorrebbe vendere suo appartamento e così la spesa la dividerebbe con tutti inquilini .
     
  4. Julius

    Julius Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Il condomino vuole aprire una casa vacanze e ha bisogno dell'abitabilità per procedere e sostiene che senza l'abitabilità dell'edificio non può richiedere quella della singola unità
     
  5. Julius

    Julius Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Pare che l'edificio sia stato completato nel 1939 ma il primo accatastamento è del 1950
     
  6. alexbgd

    alexbgd Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Si può richiedere quella della singola unità, ma i costi sono più alti perché un condomino deve sostenere da solo le spese legate al palazzo . Che potrebbero essere divise fra i condomini .
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  7. Julius

    Julius Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Quindi l'agibilità del singolo immobile è ottenibile solo se presente quella dell'intero edificio?
     
  8. alexbgd

    alexbgd Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    No, non più.
     
  9. Julius

    Julius Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ottimo.

    Ho letto che è possibile anche procedere con l'autodichiarazione. Sapete dirmi come funziona e che costi sono stimabili?
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  10. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Insomma, tieni a mente quanto dice alexbgd:

    Le spese legate al palazzo per mia esperienza sono MOLTO alte.

    Autodichiarazione di cosa scusa?
     
  11. Julius

    Julius Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ho letto di una autodichiarazione semplificata...

    Quanto alle spese, quale ordine di grandezza ci si può aspettare a spanne? Edificio del 1934, Roma, 5 piani, struttura in cemento armato. Voglio dire, ci sono delle spese in ordine alla pratica e altre immagino agli imprevisti, ovvero difformità o carenze che possano richiedere interventi molto onerosi, quasi illimitati (è una forzatura ma dà l'idea).
    Potete darmi un'idea?
     
  12. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Beh, magari qualche tecnico potrà essere più preciso.
    @cafelab , per esempio lavora a Roma.
     
  13. Julius

    Julius Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie
     
  14. crash3

    crash3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Appena finito con la richiesta di agibilità del mio appartamento, in quanto, avendo venduto, voglio essere tranquillo al rogito e corretto con il compratore.
    Premetto che tutti gli appartamenti della palazzina non hanno l'agibilità (palazzina del '95 circa) e che ai condomini non interessa averla, mi son dovuto, tramite un tecnico di fiducia, farla a mie spese.
    Totale della spesa circa 2000 euro. (sanatoria delle planimetrie al catasto, sanatoria del progetto in comune e di conseguenza richiesta di agibilità).

    p.s. Sò che per gli immobili antecedenti il '67 non è richiesta, ma conviene farla per togliersi eventuali problemi, al momento del rogito,per eventuali abusi in sospeso ed conseguenti problemi da risolvere in futuro. (e correttezza nei confronti di chi compra).

    p.s. se ci sono degli abusi da sanare, ci sono anche delle sanzioni.......tieni presente anche quelle perchè a seconda del caso possono lievitare.....
     
  15. Julius

    Julius Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Hai dovuto affrontare spese relative alle porzioni condominiali?
     
  16. crash3

    crash3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    le porzioni condominiali (il comune le chiama "parti in comune") sono le uniche parti di cui risulta l'agibilità della palazzina.....mentre gli appartamenti non hanno nulla.......
    quindi no, nessuna spesa relativa alle porzioni condominiali.
     
  17. Julius

    Julius Membro Attivo

    Privato Cittadino
    E' una regola oppure nel tuo caso è stato così?
     
  18. crash3

    crash3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    no no no che regola! è stato il mio caso! In teoria tutta la palazzina in cui abito deve avere l'agibilità compresi gli appartamenti, in comune purtroppo non esiste e ho dovuto incaricare un tecnico per farla fare.
    Nel tuo caso, essendo un vecchio edificio del 34 sicuramente la situazione sarà diversa.
    Senti in comune, meglio con un tecnico, cosa ti dicono.
    Cmq puoi far fare l'agibilità singolarmente al tuo appartamento,credo, pratica parecchio lunga ma fattibile.
    Senti cmq un tecnico perchè il tuo caso è leggermente diverso dal mio (edificio molto piu' vecchio)

    ciao
     
  19. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    @crash3 ti ha detto bene, un edificio del 1934 non è uno del 1995. per prima cosa l'edificio del 1995 avra dei calcoli depositati o certificazioni in sostituzione a questi a seconda se è stato realizzato con l'ex concessione edilizia oppure in condono.
    L'autodichiarazione di cui ho letto sopra si può fare quando esistono documenti depositati di cui non si vule riprodurre copia e l'ufficio è tenuto a riprenderli a seguito di questa da un'altra pratica esistente nello stesso ente e ovvio che si debbono conoscere tutti gli estremi.
    Un edificio del 1934 quasi sicuramente manca dell'idoneità statica che deve essere redatta mediante sopralluogo per visionare le strutture e loro consistenza ecc.ecc.
     
    A Bagudi e ab.qualcosa piace questo messaggio.
  20. Julius

    Julius Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Quanto può costare una relazione urbanistico/catastale sullo stato del fabbricato per poter formulare i costi effettivi di ottenimento dell'agibilità e della sanatoria delle eventuali difformità? Come ho detto la palazzina è di 4 piani + attico + piano cantine/garage, è del 1934, con struttura in cemento armato.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina