1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. reptor

    reptor Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ho ereditato un appartamento piu un terreno edificabile quota 50% con altri due fratelli al 25%+25% ora gli stessi vogliono vendere l'eredita oppure mi dicono o di acquistare la loro quota ma io non voglio e pretendo la mia quota o appartamento o terreno in quanto secondo me il bene e' divisibile .Per legge secondo voi potrebbero obbligarmi a vendere oppure ad acquistare la quota?grazie
     
  2. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ponete in vendita e basta.

    Con i quattrini comprerai a tua volta quello che vorrai.

    Hai considerato il fatto che nel mentre che ingaggi una (lunga) battaglia di divisione coi tuoi coeredi, potrebbe pure capitare che uno dei tuoi congiunti morisse a sua volta..?

    Se poi qualcuno di questi abbia figli "di secondo letto"..?

    I beni che ti hanno lasciato finiscono ad estranei:

    Un classico.

    A @PROGETTO_CASA a @Tobia e a tutti gli altri che ancora fanno della facile ironia su questo argomento, lo dico e lo ripeto:

    La morte è la prima causa di vendita.
     
    A gmp piace questo elemento.
  3. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    lo dici a me?
    io sono proprietario anche di una casa di riposo 5stelle e di un forno crematorio a pellet !!
     
    A Bastimento, gmp, PROGETTO_CASA e 1 altro utente piace questo messaggio.
  4. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    A parte il suggerimento di pyersilvio, rispondo alle tue domande.
    - Non puoi essere obbligato a comperare
    - Potresti essere obbligato a vendere se non trovate un accordo sulla divisione: peggio. potreste essere obbligati a vendere all'asta se non trovate un accordo, perdendoci tutti.

    Mi pare tu dica che i beni sono divisibili: questo va bene e facilita la divisione, sia concordata che giudiziale.

    Cosa però da stabilire è il valore dell'appartamento, e quello del terreno, che quasi sicuramente non si equivalgono: servirà quindi una compensazione in denaro per pareggiare le quote e procedere alla divisione (atto notarile)

    Se i valori non si discostano enormemente, un compromesso è sempre più conveniente di una lite.

    Se non tieni nè all'appartamento nè al terreno, la soluzione più pratica e conveniente è mettere in vendita le due cose e spartirsi gli introiti, come consiglia Pyersilvio.... che per l'occasione ha già pronto l'abito scuro di circostanza :^^:
     
  5. reptor

    reptor Membro Junior

    Privato Cittadino
    grazie per la risposta i valori non coincidono il terreno vale di piu' (+40000 )tengo affettivamente a questa proprieta' ma non sono in grado di liquidare l'altro cinquanta per cento vorrei solamente avere la mia parte in natura poi chiaro gli altri eredi la loro parte in natura possono farne cio' che vogliono in questo caso si preoccuperanno loro di venderla .Grazie
     
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non so cosa intendi per "parte in natura": se l'appartamento vale X e il terreno vale X+40K, tu hai diritto all'appartamento + 20k, oppure tieni il terreno liquidando ai cugini +20k.
    Se nessuno dei tre è in grado di sborsare i 20k in questione, sarete costretti a vendere tutto, e dividere il ricavato. Sia i beni immobili che i beni mobili (denaro) sono fanno parte della "natura di questo mondo"
     
  7. reptor

    reptor Membro Junior

    Privato Cittadino
    in natura intendo in beni immobili poi se si tratta di 20k non ci sono problemi potrebbero esserci su 120k(per rilevare la loro quota)
     
  8. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non so come siano state ricavate le stime di valutazione dei due immobili: ma ricorda che le stime rimangono stime. I ricavi veri possono essere diversi e soprattutto dipendenti da situazioni anche casuali.

    Il valore della differenza è ancora più labile: puoi considerare la differenza tra le due valutazioni massime, quella tra le due minime, ma anche la Max-min o min-max: in sostanza se orientativamente state parlando seriamente di una difefrenza che oscilla tra 20K e 60k €, ricordando per compensare la controparte occorre sborsare la metà della differenza, non state parlando di grandi cifre: un accordo è sempre possibile trovarlo; costa meno di una lite.
     
    A reptor piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina