1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. luca72

    luca72 Membro Junior

    Agente Immobiliare
    salve,
    sono un agente immobiliare e questa non mi era mai successa:
    - faccio vedere una casa ad una signora che in effetti sembrava interessata all'acquisto, ; dopo qualche
    giorno chiamo e mi dice che essendo saltata la vendita della propria abitazione non può andare avanti
    con l'acquisto; ok purtroppo accade; ma adesso vengo a sapere che la casa che le ho fatto vedere
    ( non avevo l'esclusiva) è stata acquistata dalla sorella della mia cliente; ho sentore di essere stato
    raggirato ,cosa posso fare? ho qualche diritto da far valere?
    grazie
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Hi qualche documento a favore del fatto che la signora l'ha vista con te ?
     
  3. panzer

    panzer Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    magari se avessi fidelizzato un minimo il venditore,non sarebbe successo..
     
  4. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Il venditore potrebbe essere all'oscuro di tutto. Non necessariamente è complice del "raggiro".
    Cosa puoi fare? Bah... :occhi_al_cielo:
     
  5. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A malincuore...ma a mio parere la perdi:triste:
     
    A EnCa78 piace questo elemento.
  6. luca72

    luca72 Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Purtroppo quel giorno ero di fretta e non ho fatto firmare niente, ma la signora ammette che l'ha vista con me , ma dice anche che la sorella è venuta a sapere della casa in vendita per altre vie; specifico che il venditore era all'oscuro ( ne sono certo) della mia visita con la signora, la casa è vuota ed ho le chiavi
     
  7. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    giusto per appurare la buona fede della tua cliente, per consolazione personale:
    - E' la signora che ti ha messo al corrente del fatto o lo hai scoperto tu per caso?
    ( ciao Enrikon:^^:)
     
  8. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Analisi di un presunto e raffinato scavalco.

    L’ evento delineato da Luca72 mi puzza di bruciato; é facile che la signora che tu hai accompagnato alla visita abbia parlato della casa alla sorella...
    A questo punto, le circostanze che si sono potute originare sono disparate:
    la signora voleva realmente acquistare l’immobile ma ha desistito perché non è riuscita a vendere, la sua, di casa. A questo punto la sorella, già con la pulce nell’orecchio ( aveva sentito parlare bene della casa …) è subentrata nell’affare, è andata a visitare l’appartamento per conto suo e, avendolo trovata di suo gusto, decide di acquistarlo direttamente dal proprietario.
    Però non sono affatto convinto che la vicenda sia andata proprio così: mi sembra una strana coincidenza che ambedue le sorelle avessero intenzione di comprare casa nello stesso periodo di tempo; strano anche il fatto che, ad entrambe, sia piaciuta lo stesso appartamento. Poi c’è un particolare importante che non mi è chiaro: dai fatti si evince che l’immobile in questione era disabitato ( l’agente immobiliare aveva la chiave ) quindi il proprietario viveva da un’ altra parte; ora, la prima visitatrice poteva benissimo annotarsi mentalmente l’indirizzo della casa con il suo numero civico e il numero dell’interno e comunicarlo alla sorella ma come faceva a conoscere l’identità e la residenza attuale del proprietario se non l’aveva mai visto? La seconda sorella, infatti, si presuppone abbia visitata la casa da sola e con il proprietario come accompagnatore; quindi o le sorelline conoscevano già da prima di persona il titolare dell’immobile ( magari la strana vicenda si svolge in un piccolo paese dove tutti si conoscono) o la sua identità è stata rivelata in modo alquanto incauto dallo stesso mediatore oppure le “diaboliche” sorelline si sono date da fare al catasto o in qualche altro ufficio pubblico per scoprire l’identità anagrafica e appurare il domicilio attuale del titolare dell’immobile, manifestando, però, in questo modo, la loro astuzia e la loro ferma volontà di scavalcare il mediatore….

    Però, sospetto, che le cose siano andate diversamente: è la seconda sorella quella che REALMENTE aveva adocchiato l’appartamento su internet ( magari si era fatta anche un bel viaggio virtuale dentro di esso) o in qualche inserzione o direttamente in bacheca in agenzia; poi, gradendone le caratteristiche e il prezzo, ha mandato in avanscoperta, insieme al mediatore, la sorella, adeguatamente catechizzata, per dare una prima occhiata all’immobile, per valutarne le caratteristiche e soprattutto PER INDIVIDUARNE L’ESATTA UBICAZIONE, dopodiché, avendo ricevuta la notizia della sua collocazione, riesce a scoprire, in un modo o in un altro, il nome del titolare e si affretta a presentarsi al suo odierno indirizzo rigorosamente da sola e a chiedere di visitare la casa.
    E Il gioco è fatto . Mediatore agilmente e, se mi permettete, astutamente scavalcato il quale, giustamente, si rosicchia le unghia perché si sente vagamente turlupinato da due “diaboliche” sorelle contro le quali non ha nemmeno uno straccio di prova da far valere in giudizio. Solo la sua “sensazione” di essere stato ingannato contro il sicuro diniego dei fatti da parte delle sorelle. La sua sensazione contro le parola di due donne. In un eventuale contenzioso civile a chi darebbe ragione il Magistrato?
    L’unico senza colpe, per me, è il proprietario della casa. Non aveva avuto nemmeno notizia della visita fatta alla sua casa in vendita dalla prima sorella insieme al mediatore ( perché il mediatore non ha fatto subito un resoconto della visita al titolare dell’immobile?...) e, quindi, la cliente che si è presentata al suo portone per visitare la casa era, per lui, una signora qualsiasi, magari figlia unica….
    L’unica versione dei fatti alla quale non credo è che la prima sorella non abbia parlato affatto della casa in vendita alla seconda e che questi, in modo del tutto casuale, ne sia venuta a conoscenza attraverso altri canali….Ma ho la netta impressione che sia questa la versione dei fatti sostenuta dalle due care sorelle.

    (Si ha, per caso, notizie di una ostilità inestinguibile tra le due sorelle? Ci sono beghe familiari? Non si parlano da quanti anni?)
     
    A Limpida, STUDIO MAROCCO e redx piace questo elemento.
  9. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Non sono un agente immobiliare. Se la ricostruzione dei fatti, realizzata nel post precedente, é carente di logica, troppo fantasiosa oppure superficiale me ne scuso in anticipo...
     
  10. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Succede invece, non è troppo fantasiosa. Ma non salva dalla causa di frode al mediatore, che può comunque esser fatta e se ci sono elementi anche vinta. Il problema è la scarsa fiducia che il mediatore avrà nel diritto, cosa tra l'altro più che fondata, direi anzi, certa, specie nei casi dove ci si affida in toto al giudizio del giudice essendoci mancanza di certezze la lungaggine e la scarsa possibilità di un giudizio illuminato rende il tutto, secondo me, poco conveniente. Per questo orde di delinquenti vanno a delinquere in codesto paese, sano che non funzionando il diritto è chi ruba che la spunta. Ricordatevi che in italia il 98% e delle truffe minori dei furti rimane impunito.
     
    A STUDIO MAROCCO e Bagudi piace questo messaggio.
  11. ferraro massimo

    ferraro massimo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    si sono inventati anche questo, pur non pagare l'agenzia immobiliare.
     
    A lisamorganti piace questo elemento.
  12. monicaprudente

    monicaprudente Membro Junior

    Agente Immobiliare
    purtroppo non credo....già il fatto di non avere l'esclusiva su un immobile ti porta a correre certi rischi...se per di più non hai alcuna firma di presa visione dell'immobile la vedo impossibile....anche se nel caso specifico non ti sarebbe servita a tanto visto che la sorella di questa signora non ha mai avuto rapporti diretti con te...:sad:
     
  13. balestr

    balestr Membro Junior

    Privato Cittadino
    Perfetto
    finalmemente ho trovato un modo per sfruttare le agenzie
    e aggiungo che avendo due fratelli la cosa si fa interessante
    :sorrisone:
     
    A enrikon piace questo elemento.
  14. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Beh, come ti ho detto non è privo di rischi, anzi... se vieni scoperto è frode piena e quindi il giudice ti addebita anche la soccombenza di spese al 100% ;) ... uso queste argomentazioni perché con un italiano parlare di onestà nei confronti del prossimo è inutile e tirerebbe fuori un milione di scuse. ;) :^^:
     
    A utenteimmobiliare piace questo elemento.
  15. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non vedo proprio come si possa sperare di vincere una causa del genere. Onestamente non ci vedo nemmeno la possibilità di arrivare a un patteggiamento. Questo, purtroppo, è uno dei punti deboli della nostra professione e non possiamo farci niente. C'è solo da sperare che casi come questi rappresentino la minoranza.
    Le ipotesi di Graf sono tutt'altro che campate in aria, però ho notato che raramente nel cliente scorretto c'è premeditazione; il più delle volte all'idea dello scavalco ci arriva successivamente alla visita.
     
  16. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ciao, potrebbe trattarsi di Mediazione e sostituzione di persona nella conclusione del contratto, in quanto c'è un legame tra la parte a cui è stato proposto l'affare e chi lo ha concluso.Io ho avuto lo stesso problema e mi stò informando, ho trovato questo (trib. Padova Sez. II 25/10/2010).;)
     
  17. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Interessante, ma mancano le prove. Senza quelle e col solo sospetto che..., non so se un giudice arriverebbe a condannare l'acquirente, se non (forse) al pagamento di una parte della provvigione.
     
  18. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Anche il proprietario é in ballo!;)
     
    A enrikon piace questo elemento.
  19. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Giusto ;) (ciao Limpiduccia).
     
    A Limpida piace questo elemento.
  20. sorridi sempre

    sorridi sempre Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    un mio collega ha portato in tribunale un'altra simpatica famigliola: la mamma ha visto un appartamento spacciandosi per la possibile acquirente, poi dicendosi non interessata, e dopo qualche mese si scopre che il proprietario ha venduto direttamente alla figlia della gentile signora. Causa persa perchè non è stato possible dimostrare che la signora ha volutamente aggirato l'AI, che non aveva l'esclusiva - la signora ha detto che davvero cercava qualcosa per sè, se poi dopo qualche mese la figlia ha deciso di comprare casa e quell'appartamento faceva al caso suo.... beh, è tutta un'altra faccenda :triste:
    Io ho sempre il terrore che mi freghino, quando viene la moglie e mi dà il cognome da nubile cerco di scoprire quello del marito, se viene la mamma per un figlio mi scrivo sempre tutto, ma servirà a qualcosa? mah.....! Lo scavalco è lo sport nazionale!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina