1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. emme

    emme Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao avrei bisogno di aiuto: sto affittando un ufficio ad una società con sede legale in Olanda qiundi senza partita IVA italiana ma con VAT straniero.
    Firmerà contratto legale rappresentante olandese con codice fiscale italiano.
    Dovrò fatturare con IVA al 21% e ritenuta acconto come se la società fosse italiana????
    Grazie a tutti
     
  2. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    no...niente IVA e niente ritenuta, ma devi essere abilitato a fatturazione estera.Vai AgE RICHIEDI ABILITAZIONE, 30 GIORNI DI SILENZIO ASSENSO e poi puoi farlo.
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  3. emme

    emme Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Grazie Andrea,
    per fortuna ho inviato richiesta di abilitazione all'ADE l'anno scorso (c'è stato il silenzo quindi presumo anche l'assenso!). Quindi devo fatturare solo importo mediazione ma devo indicare qualcosa oltre all'importo in fattura (es. esente Dpr...?) grazie
     
  4. enzo6

    enzo6 Ospite

    SI se l'appartamento è in italia.
     
  5. enzo6

    enzo6 Ospite

    Non capisco perchè le prestazioni effettuate su territorio italiano per appartamento in italia dovrebbero esenti IVA
     
  6. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    dove sia l'appartamento non conta...se la fattura deve essere fatta a societa' e sede estera devi avere la p.IVA abilitata per l'estero...
    se io sono cittadino italiano ,prendo casa in italia, ma chi ti paga ha sede e tu devi fatturare in francia;)
     
    A Limpida piace questo elemento.
  7. enzo6

    enzo6 Ospite

    Non sono d'accordo, tu ti riferisci a mediazioni effettuate in francia o all'estero non in Italia.
    Cosa diversa è l'import merce da UE.
     
  8. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    NO..io mi riferisco a chi intesto la fattura.
     
  9. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    di solito l'IVA segue il bene non la società.
     
  10. enzo6

    enzo6 Ospite

    Torniamo a monte, prima (Post 2) hai scritto che se la società è olandese ma la mediazione è fatta in Italia (locazione immobile in italia) non si deve emettere fattura con IVA.
    A me risulta il contrario.
     
  11. enzo6

    enzo6 Ospite

    Nel caso specifico è un servizio (mediazione>) prestato in Italia.
    Fino al 2007 la fattura era certamente soggetta ad IVA, nel 2008 sono state fatte delle modifiche IVA che non ho ben compreso.
     
  12. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    nel 2010 ho venduto un appartamento in Italia ad un residente in Lussemburgo. La fattura di mediazione aveva regolare IVA al 20%.
     
  13. enzo6

    enzo6 Ospite

    Sono d'accordo con te sulla necessità di fatturare con IVA.
    Tuttavia il fatto che nel 2010 hai fatturato con IVA non significa sia giusto.
    Boschini al post 2 scrive il contrario quindi fattura senza IVA.
     
  14. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Lui dice che deve emettere fattura a societa' olandese con sede in Olanda e nulla in Italia....senti l'uffico IVA;)
     
  15. enzo6

    enzo6 Ospite

    Mi spiace Andrea ma non mi hanno dotato della macchina enigma.
    Per favore spiegati. Cosa significa nulla in italia?
     
  16. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    NOVITA’ 2010 – PRESTAZIONI DI SERVIZIO NELL’INTRASTAT
    Dal 2010 l’Intrastat considera anche le prestazioni di servizi; più in particolare:
    includerà: le prestazioni di servizi territoriali nel paese del committente e pertanto:
    • in generale: quelle verso operatori UE che “assolvono” l’IVA nel proprio Stato con applicazione del
    reverse charge
    • sia quali operazioni attive (servizi prestati) che passive (servizi ricevuti).
    non conterrà: le operazioni territoriali nel paese del prestatore e pertanto:
    • sempre quelle verso i soggetti “privati” o assimilati
    • alcuni servizi verso soggetti passivi nei casi di deroga
    NUOVI SOGGETTI OBBLIGATI: sono pertanto obbligati alla presentazione degli elenchi riepilogativi:
    1. i soggetti passivi IVA (società, imprenditori o professionisti) che effettuano cessioni o acquisti di beni con soggetti passivi d’imposta in altri Paesi dell’UE;
    2. i soggetti passivi IVA (società, imprenditori o professionisti) che prestano o ricevono prestazioni di servizi con soggetti passivi d’imposta in altri Paesi dell’UE;
    3. gli enti non commerciali (senza partita IVA) che effettuano acquisti
    intracomunitari soggetti all’imposta.

    Nota: l’Intrastat diviene obbligatorio:
    • non solo per tutte le attuali “prestazioni di servizi intracomunitarie” dell’art. 40 DL 331/93 (trasporti,
    prestazioni accessorie ai trasporti e lavorazioni intracomunitarie)
    • ma anche per tutte le altre prestazioni di servizi per le quali l’IVA è assolta con il meccanismo del “reverse charge” da parte del committente comunitario (con riferimento ai committenti italiani, sono le operazioni
    per le quali l’art. 7 dispone che l’operazione è territoriale in Italia e va pertanto “autofatturata” dal
    committente ove si tratti di soggetto con Partita IVA)
    • ad esclusione delle prestazioni non imponibili perché rivolti a paesi extraUE.
    PROROGA: i singoli Paesi membri potranno non introdurre fin dal 1 gennaio 2010 tali obblighi, recependo in modo
    progressivo i precetti delle direttive UE.
    Per quanto attiene l’Italia è certa una proroga (probabilmente di 6 mesi, facendo slittare i primi Intra‐servizi a
    luglio 2010); attualmente infatti non è neppure disponibile la modulistica definitva, né il sistema informatico per
    acquisire i flussi di informazioni.​
    Quindi da quel che mi risulta, e che e' quello che mi fafare il commercialista dopo essersi informato all'ufficio preposto e' questo...per il principio servizi per le quali l’IVA è assolta con il meccanismo del “reverse charge” da parte del committente comunitario (con riferimento ai committenti italiani, sono le operazioni per le quali l’art. 7 dispone che l’operazione è territoriale in Italia e va pertanto “autofatturata”....ai posteri la sentenza:maligno:
     
    A Limpida piace questo elemento.
  17. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    beh Enzo leggiamo gli stessi post no? io ho inteso che l'immobile e' in italia, ma chi paga ha sede e tutto quanto il resto fuori dall'italia
     
  18. enzo6

    enzo6 Ospite

    Ti ripeto fino a pochi anni fa l'addebito delle provvigioni era soggetto ad IVA se la prestazione era effettuata in italia (mediazione su bene locato in italia) con fattura a società estera. Principio della territorialità art.7 dpr 633/72.
    Siccome da oltre tre anni ho cambiato lavoro sono fermo alle norme vecchie.
    Tuttavia ero curioso di sapere quale fosse la verità odierna che pero' non comprendo dal tuo post 16.
    L'intrastat è altra cosa perchè si tratta di prestazioni fatte all'estero o merce proveniente dall'estero. Noi parliamo di prestazioni in italia.
    In sostanza:
    Mi risulta se fai mediazione in francia (locazione casa in francia) non fatturi con IVA. Ma se fai mediazione su locazione casa Italiana a cliente estero devi emettere IVA.
     
  19. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Io sto' parlando di societa'...com'era il quesito.
     
  20. enzo6

    enzo6 Ospite

    Certo.
    Stiamo parlano di una società estera che paga la fattura per prestazioni fatte in italia.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina