1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. markitos

    markitos Ospite

    Buongiorno a tutti,

    Io devo acquistare un immobile del valore di 125.000 euro insieme alla mia compagna. Tuttavia, io pagherò la metà dello stesso come anticipo (65.000 euro) mentre per i restanti 60.000 verrà chiesto un mutuo. Ora, il mutuo sarà di 80.000 euro, in modo da poter avere qualche soldo in più per spese e mobili. Io vorrei fare in modo che la suddivisione delle quote dell'immobile fosse al 50% ma solo relativamente al suo prezzo decurtato del mio anticipo, ossia 60.000 euro e non del valore complessivo dell'immobile.

    In pratica vorrei che fossimo al 50% del 50%, di modo che nel caso in cui prendessimo strade diverse io rientri sia del mio anticipo che della quota pagata fino al momento della separazione.

    Si può fare una cosa del genere?

    Grazie in anticipo.
     
  2. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    se lei è d'accordo puoi chiedere al notaio di intestare la proprietà al 75% a te e al 25 a lei......il mutuo a chi verrebbe intestato?
     
  3. markitos

    markitos Ospite

    Il mutuo verrebbe intestato a entrambi. A meno che non ci siano controindicazioni. Avevo pensato anch'io a questa soluzione. Ma il fatto è che se, per assurdo, ci lasciassimo subito dopo il rogito, a lei andrebbe comunque il 25% senza aver versato una rata. E io dovrei aprire un altro mutuo di 25.000 euro per riscuotere la sua quota. (Che, per vari motivi non mi concederebbero).

    Ovviamente parlo per assurdo perché non succederebbe. Ma sono già reduce di una separazione e non voglio lasciare nulla al caso.
     
  4. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    beh....se accadesse l'eventualità che dici, nemmeno tu avresti pagato alcuna rata.......comunque restereste coproprietari e avreste la possibilità di scegliere cosa fare della casa: tu riscattare la sua quota oppure vendere la casa e dividervi il ricavato; a mio avviso, visto che, mi sembra di capire, il mutuo lo paghereste entrambi, la cosa fondamentale è che salvaguardi quello che tu solo paghi...cioè la quota contante, che corrisponde al 50% del valore della casa.....l'altro 50% lo pagate insieme finchè siete insieme.....
    tieni presente che la banca metterà ipoteca sul 100% se il mutuo è cointestato, mentre lo metterà sulla quota se intestato solo a uno (ma non vi darà 80000 se l'intestatario del mutuo è proprietario solo al 25%)...
    io la vedo così:
    - lei si intesta tutto il mutuo ma acquista il 50% della casa (e il mutuo lo paga lei);
    - mutuo cointestato ma proprietà 75-25;
    - compri il 100% intestando a te il mutuo.
    alternative non ci sono.....eventualmente consigliati col notaio

    ps: se decideste di vendere la casa, al prezzo di x andrebbe tolta la quota di residuo mutuo ancora non pagata e il netto verrebbe diviso in base alle quote di proprietà.......è un rischio a cui si va incontro se la casa la si acquista insieme ad altri ;)
     
  5. markitos

    markitos Ospite

    Mmmh. Bel casino. A me il mutuo al 100% non lo concedono perché sono considerato precario. In realtà sono un libero professionista che ha optato per il contratto a progetto anziché la partita IVA e lavoro continuativamente senza nessun problema da anni in questo regime con una busta paga molto alta.

    In realtà lei si è offerta di farmi da garante (dato che è a tempo indeterminato) ma in questo modo di assumerebbe solo un rischio (per remoto che sia) e questo non mi va. per ciò le ho proposto una compartecipazione nell'acquisto della casa di modo che possa essere un investimento per lei.

    Domanda: si possono rivedere le quote in un secondo momento? Se si con quali modalità e costi?

    Grazie delle risposte
     
  6. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    si....si può, ma o con compravendita (quindi acquistando una parte o tutta la quota) o con donazione (con tutti i rischi del caso)....
    forse, parlando con un notaio, riesci a trovare una formula dove vi potete impegnare entrambi, restando entrambi tutelati, ma stabilendo che la quota per contanti che tu versi non venga un domani toccata dalla sua quota di proprietà.....teoricamente non dovrebbero esserci problemi, basta trovare la formula giusta (tenuti presenti la tua quota di 65.000, le eventuali rate già pagate e l'eventuale rivalutazione o svalutazione dell'immobile)
    una cosa forse più semplice, potrebbe essere quella di pagare in contanti il meno possibile, cercando di pagare quasi tutto con mutuo: questo secondo me è l'unico vero modo per tutelarvi entrambi alla pari (magari pattuendo che i mobili acquistati col mutuo li considerate a rimborso del tuo anticipo in contanti, valutando le proporzioni visto che comunque pagheresti la tua quota anche su quelli.............direi ogni 10.000 di pagamento in contanti tuo 20.000 di mobili di entrambi.....)
    tipo:
    125.000 acquisto casa cointestata
    12.500 contanti tuoi
    12.500 contanti suoi ( o il doppio se pagato con mutuo cointestato)
    100.000 mutuo cointestato

    in questo caso, in qualsiasi momento voi doveste vendere, dal prezzo andrebbe tolto il residuo mutuo e il netto, supponiamo 50.000, verrebbe diviso equamente a metà (a fronte però di un'esposizione iniziale paritaria)
     
    A Bagudi piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina