1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. andreac

    andreac Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    buona sera a tutti Voi; come vedete sono un nuovo arrivato. Vorrei esporre un problema che mi è sorto di recente.
    Come agente immobiliare faccio sottoscrivere ogni qualvolta effettuo un appuntamento, un foglio visita con i dati cel cliente, del venditore e, ovviamente dell'immobile visitato. Mi sono accorto, da un controllo presso la conservatoria dei registri della mia zona che, la madre di un mio cliente ha acquistato l'immobile che ha visto il figlio qualche mese prima (il figlio appunto che ha firmato il foglio di visita). Come faccio ora io, a tutelarmi nel caso appunto che, un parente, in questo caso il genitore procede all'acquisto dell'immobile scavalcando l'agenzia? (premetto che con il figlio non siamo mai addivenuti ad alcuna trattativa formale, solo 2 visite sullo stesso immobile perché "interessato"). Sentendo i pareri di alcuni miei legali di fiducia, li ho trovati moltodiscordanti, anche forse superficiali. Il dubbio che mi ha messo uno di questi ultimi, sarebbe proprio quello di dimostrare in sede di dibattito, proprio la frode e la simulazione dei clienti, anche se ho in mano questo "pezzo di carta di foglio di visita". Vi è mai capitato un caso del genere. Sarei grato di parlarne insieme. Grazie e Buon Lavoro!!!
     
  2. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    No mai capitato, ma forse non me ne sono accorto.
    Il foglio visita non tutela molto da queste persone che ci prendono come accompagnatori alle visite ma poi ci scavalcano :triste: .
    Se puoi dimostrare che il figlio è intervenuto in nome e per conto della madre puoi prendere una penale ma la difficoltà sta nel dimostrarlo e lui lo sa bene (si sarà informato); una raccomandata con la richiesta io la invierei, così tanto per far sapere che te ne sei accorto e vedi cosa succede.
     
  3. mariacristina

    mariacristina Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    In effetti non hai stipulato alcun accordo e dovresti dimostrare in sede processuale la mala fede de questa persona e il nesso di causalità tra la tua attività e l'acquisto del bene, una prova difficile considerato, poi, che l'acquisto è stato fatto da altri...Tuttavia una richiesta ben formulata la invierei, non si sa mai.
    Comunque giro due interessanti sentenze, una del Tribunale di Genova, l'altra della Cassazione , anche se in materia di lavoro, che assume notevole significato nella fattispecie che tu hai evidenziato.
    T. Genova, 31-03-2005.
    Anche se l’affare è portato a termine alcuni giorni dopo la revoca dell’incarico, è innegabile che fu proprio il mediatore a portare a conoscenza dell’acquirente l’opportunità di acquisto dell’immobile e anche l’identità dei proprietari, pertanto, sussistendo il rapporto di occasionalità necessaria tra l’opera svolta dall’agente immobiliare e la conclusione dell’affare, la committente è tenuta al pagamento della provvigione.
    Cass., sez. lav., 01-04-2004, n. 6482.
    L’attività tipica dell’agente non richiede necessariamente la ricerca del cliente ed è pur sempre riconducibile alla prestazione dedotta nel contratto di agenzia anche quando il cliente, da cui proviene la proposta di contratto trasmessa dall’agente, non sia stato direttamente ricercato da quest’ultimo ma risulti acquisito su indicazioni del preponente (o in qualsiasi altro modo), purché sussista un nesso di causalità tra l’opera di promozione svolta dall’agente nei confronti del cliente e la conclusione dell’affare cui si riferisce la richiesta di provvigione" nella stessa leggi il "cliente", da cui proviene la proposta di contratto trasmessa dall'agente, non sia stato direttamente "ricercato" da quest'ultimo ma risulti acquisito su indicazioni del preponente (o in qualsiasi altro modo), purchè sussista nesso di causalità tra l'opera di "promozione" svolta dall'agente nei confronti del cliente e la conclusione dell'"affare" cui si riferisce la richiesta di provvigione.
    E' evidente che si porrà, come già detto, un problema di prove da ben articolare.
     
  4. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Il problema della prova è relativo, l'acquirente è la madre di chi ha visitato l'immobile, non un amico o soggetto estraneo.
    Invia una raccomandata A/R ultimamente i giudici si sono un pò rotti le scatole di queste frodi ai mediatori e anche se tendono a compensare comunque qualcosa dovresti spuntare; oltre alla grande soddisfazione di dire: ci hai provato e ti ho sgamato :D
     
  5. Massimo Brancaleoni

    Massimo Brancaleoni Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Condivido il parere di Cristina, il problema è dimostrare il nesso di causalità, se l'importo in ballo è alto direi di insistere con un contenzioso altrimenti se non ne vale la pena direi di incassare.
    In bocca al lupo andreac...............
     
  6. Sandro 7942

    Sandro 7942 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Quoto il buon Roberto!
    Raccomandata subito, anche perchè se non ho capito male, il foglio visita "lega" anche i parenti più stretti del soggetto... Ergo mamme, papà, sorelle e fratelli vari dovrebbero essere compresi.
    Eccheccavolo, non è giusto che la gente si comporti in questo modo... E' davvero una truffa, bella e buona...
    In bocca al lupo Andrea


    Ah, ricorda di completare la tua iscrizione con il n° di ruolo e la C.C.I.A.A. di appartenenza, avrai accesso a più aree del forum!
     
  7. Akros

    Akros Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ciao a tutti,
    epserienza vissuta...coppia di fatto ( non sposati ,non stesso stato di famiglia ) visita con il compagno...dopo mesi mi accorgo che ha comprato la compagna . raccomandata ...picche,lettera avvocato...picche. tribunale...testimonianza del vecchio proprietario che confermava la visita eseguita col compagno ...mi ha dato ragione e abbiamo transato al 70 %. un successone penso cmq. che motlo dipenda dall'intelligenza del giudice. sono convinto che con un giudice diverso, era piu' facile perdere che vincere.
    andrea
     
  8. Massimo Brancaleoni

    Massimo Brancaleoni Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Sono assolutamente daccordo con Akros, l'indipendenza del giudice è croce e delizia in questa giungla di norme.............
    saluti CasaMax Immobiliare (Tn)
     
  9. lami

    lami Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Una consiglio che può esserti utile da ora in poi è: sul FOGLIO DI VISITA scrivici .....
    "in caso di acquisto/locazione dell'immobile sopra citato (effettuato/a direttamente o indirettamente) il sottoscritto si obbliga a riconoscere a ..... . per l'opera di intermediazione prestata ..... ecc ........"
    Sperando che in questo modo sia più facile tutelarsi dai "furbetti" ;) ;)
     
  10. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Quoto ROberto una bella raccomandata non fa mai male, hanno fatto i furbi io vi creo quanto meno un problema e sinceramente la invierei anche al evnditore, volgio vedere se non si è pure trovato il figlio al preliminare ad assistere la madre che dite??

    A me successe anni fa il contraio portai la madre e poi fece tutto il figlio, quando me ne accorsi chiamai il vendiotore il quale mi disse:
    MI spiace tanto mi son trovato un signore da privato a consegnarmi una congura caparra confirmatoria poi al preliminare ho visto al madre ma ormai avevo incassato che voleva che facessi?

    Io ai tempi ero in procinto di andarmene da quell agenzia informai il titolare e non sò dirvi come finì.
     
  11. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    D'accordo sulla raccomandata... Nei fogli di visita metti che anche in caso di acquisto di un parente entro il terzo grado (tutti i franchising lo fanno) ti è dovuta la mediazione ed inserisci l'importo o la percentuale. Spesso le CCIIA hanno percentuali inferiori a quelle reali, quindi in caso di procedimento legale rischi di essere penalizzato in partenza (esperienza personale). :stretta_di_mano:
     
  12. italcasa

    italcasa Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    A me è successo un caso analogo... le parti nonostante il foglio di visita si sono accordate per fare preliminare e rogito di nascosto all'agenzia. Il tribunale non sappiamo se ci darà ragione, però ce l'ha data sicuramente l'Agenzia delle Entrate questa mattina, intimandoci di pagare la mancata registrazione del preliminare (che non abbiamo fatto noi) . Questa è l'Italia !
     
  13. Sandro 7942

    Sandro 7942 Membro Attivo

    Agente Immobiliare

    :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto:


    (le testate sono indirizzate al muro dell'agenzia delle entrate in questione, n.d.r.)
     
  14. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ... ma se hanno fatto preliminare e rogito di nascosto, non credo che abbiano menzionato l'agenzia in atto. Come ha fatto l'agenzia delle Entrate a collegare a voi la compravendita? (in ufficio dovreste avere un foglio di visita, e non una proposta accettata ..... o no? :? )

    ;)
     
  15. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ...stavo proprio per chiedere la stessa cosa... :stretta_di_mano:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina