1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Gli statali non si toccano!
    Parola della Corte dei Conti.
    Con l’abituale linguaggio giuridico involuto e tortuoso, la Corte dei Conti nella sua relazione annuale sui costi del lavoro pubblico ha, infatti, oggi stesso, affermato: “i reiterati tagli lineari agli organici obbligano le amministrazioni a una continua attività di revisione degli assetti organizzativi che impedisce il consolidamento di procedure, competenze e professionalità, con inevitabili riflessi negativi sulla quantità e qualità dei servi erogati”.
    I tagli al personale della pubblica amministrazione, per dirla semplice, secondo il Giudice Contabile, peggiorano la qualità dell’erogazione dei servizi pubblici.
    Quindi gli statali non si licenziano.

    Siete d’accordo su questa analisi e su queste conclusioni?
    Ritenente che vent’anni fa, quando gli organici della Pubblica Amministrazione erano strapieni, la “somministrazione” delle prestazioni lavorative pubbliche fossero di qualità più elevata?
     
  2. immpittaro

    immpittaro Ospite

  3. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Io penso che i tagli indiscriminati nel settore pubblico possono peggiorare i servizi, bisognerebbe quindi fare un'analisi obiettiva di tutto l'apparato statale, togliendo le ragnatele di un sistema vecchio e burocratico che complica e non semplifica, togliendo privilegi che non hanno più motivo di esistere e che le altre categorie di lavoratori non hanno, oltre ad aggiungerci un po' di rischio di impresa anche per loro:), sarebbero più stimolati a far funzionare questo carozzone. Infine bisognerebbe togliere la politica dagli uffici, e pensare solo a lavorare seriamente.
     
    A STUDIOMINUCCI e Graf piace questo messaggio.
  4. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Quando andavo alle elementari eravamo in 34 in classe con una maestra
    adesso in classe sono in 20 con tre maestre !

    Fatto 100 il numero degli statali, se ne lasci a casa 40 non succederebbe nulla, anzi..., solo che poi hai 40 disoccupati in più, abituati a non rischiare nulla, ad avere lo stipendio al 27, ferie e malattia pagate, permessi retribuiti, 13a mensilità e tutte le feste comandate... quindi persone irrecuperabili !
     
    A STUDIOMINUCCI piace questo elemento.
  5. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Avendo avuto una discreta esperienza nel settore pubblico posso, con cognizione di causa, rispondere ( o meglio sfogarmi ) alla questione... il settore pubblico è un settore che soffre di una serie di mali endemici storici, il primo tra tutti è la Politica, che purtroppo è come un virus micidiale... attacca e distrugge tutto ciò che tocca, il settore pubblico non deve funzionare e questo è voluto, ricercato e doveroso, solo in questo modo la politica ne può trarre i suoi benefici e vantaggi in termini di piaceri, connivenze, voti ed altro... non è giusto generalizzare e dire... gli impiegati pubblici non lavorano e non sono in gamba... personalmente ho conosciuto tanti impiegati , di tutti i livelli , e tante sono le persone in gamba che lavorano negli Enti molto preparati e validi ... è grazie a questi che la macchina funziona un pò anche se a macchia di leopardo... molti però sono messi nella condizione di non lavorare e perdono anche lo stimolo , perchè purtroppo nella macchina pubblica non viene gratificato ... economicamente e lavorativamente ... chi realmente vale ma molto e troppo spesso chi meglio sà gratificare il potente di turno. La ricetta perchè tutta la macchina possa funzionare è molto semplice e alla portata di chiunque voleese e potesse farlo, mandare via la politica dalla settore, eliminare le varie posizioni apicali e funzianali sottomesse alla politica e sostituirle con chi realmente ha i " numeri " per occupare il posto, gratificare le persone e restituirgli la dignitità di lavoratore... perchè le leggi per farlo ci sono , solo che purtroppo in Italia c'è il problema che non si applicano. Fabrizio
     
    A Bagudi, STUDIOMINUCCI e Limpida piace questo elemento.
  6. STUDIOMINUCCI

    STUDIOMINUCCI Membro Assiduo

    Amministratore di Condominio
    Ho inserito il mio "mi piace" a tutti e lo rifarei, anche se i vari interventi possono sembrare su fronti opposti.
    Io non credo che lo siano, su fronti opposti.
    Mai stata dipendente e figurarsi statale .
    Ma mi infurierei se oggi, essendo statale Con Coscienza e Professione, dovessi pagare il discredito meritato da tanta gente senza alcun merito e inserita a libro paga per pura ottica clientelare..o parentale da monnezza.
     
    A studiopci piace questo elemento.
  7. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    IL discorso del settore pubblico è molto articolato e purtroppo non riassumibile con interventi brevi... però credetemi che molti ma molti dipendenti pubblici, non meritano il misero stipendio di 1.300/ 1.500 euro al mese, pensiamo alle forze di Polizia per esempio... c'è una grossa sperequazione tra forza dirigenziale ( che guadagna minimo 6.000 euro al mese oltre incentivi fine anno ) e forza lavoro ( che ne guadagna appunto 1.500) anche se sia nell'uno che nell'altra vi sono validi personaggi. Purtroppo molto spesso i primi sono inadeguati, inadatti ed impreparati al ruolo che ricoprono ma perfettamente accondiscendenti ed i secondi se non appartengono a nessuna " chiesa " sono mal pagati e devono svolgere il lavoro degli altri .
     
    A Alessandro Frisoli e STUDIOMINUCCI piace questo messaggio.
  8. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Conosci il settore?
     
  9. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Purtroppo si.. ho lavorato nel settore per 25 anni come funzionario specializzato, ho svolto servizio e girato svariate Amministrazioni Pubbliche perchè poco avvezzo a questi discorsi clientelari... all'inizio porte aperte ... tutti erano contenti che arrivassi poi come si capiva di che pasta ero fatto mi si faceva capire che era gradita una mia domanda di trasferimento... alla fine prorio perchè mi ero opposto ad un'esplicita richiesta ...mi sono ritrovato senza scrivania e senza incarico allora preso dalla rabbia e dalla delusione ...sono andato via perchè stomacato dall'andazzo, ma ripeto ci sono tanti impiegati a tutti i livelli che valgono , solo che come mi soleva dire mio padre " ricordati che più fai e più dai fastidio" Fabrizio
     
  10. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    A me dicevano : Collè... pensa alla salute e al 27!
     
  11. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    A parte il fatto che ho sempre rifiutato il solo pensiero di aspettare il 27 ... sarebbe come quello che si siede ed attende la morte... un agonia infinita... tieni presente che non ho mai portato un giornale in ufficio... oggi però in alcuni momenti non posso negare di pensare che forse avrei fatto meglio ad essere furbo...purtroppo in Italia l'onesta non paga ... quantomeno i conti del salumiere. Fabrizio
     
  12. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Anch'io ho avuto esperienza nel settore pubblico e la responsabilità del mal funzionamento la darei alla massima Dirigenza, manderei a casa prima di tutto loro e poi dietro tutti quelli che in orario di lavoro vanno a farsi la spesa o i fatti loro, li sostituirei con precari e disoccupati, ma tirerei a sorte, forse la sorte é più giusta!:occhi_al_cielo:
     
    A STUDIOMINUCCI, Alessandro Frisoli e studiopci piace questo elemento.
  13. leonard

    leonard Membro Senior

    Altro Professionista
    .......di solito per buon senso quando un politiico và a casa nel pubblico dovrebbe seguirlo pure il dirigente se non riconfermato, ma per questa semplice idea da inserire negli ordinamenti si viene gentilmente "presi per matti"....... ma chiaramente la colpa e di chi si scorda di essere italiano....................:D
     
  14. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Per quanto riguarda la mia esperienza, nel pubblico impiego, i politici si scelgono il loro dirigente fra i dipendenti della pubblica Amministrazione e deve fare quello che dicono i politici, altrimenti lo smammano ad altro ufficio.
    In genere però il politico trova sempre il "suo" Dirigente con le stesse idee politiche.....che strano:occhi_al_cielo: e danno addosso agli impiegati che non la pensano come loro oltre che farli lavorare anche per quelli che non lavorano.
    Quando si cambia colore politico per via delle elezioni, i nuovi arrivati distruggono tutto quello che é stato fatto con i precedenti amministratori, anche se si é impiegato anni e soldi per arrivare ad ottenere lunghe archiviazioni di dati. Ecco dove sta lo spreco. Il motto é:
    - Disfare, fare e rifare e così via:shock:
     
    A Bagudi e Graf piace questo messaggio.
  15. leonard

    leonard Membro Senior

    Altro Professionista
    ....i dirigenti solitamente sono inamovibili, restano a capo dei vari settori finchè morte non li separi..............:)
     
    A Graf piace questo elemento.
  16. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare


    Che squallore....
     
  17. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Se non fate o non avete fatto parte del sistema " pubblico " è difficile comprendere le logiche generali ed in particolare della scelta del personale interno specie degli apicali. Faccio un esempio : partendo dal presupposto che non è il singolo politico ma il partito che si "cresce " l'impiegato, il funzionario o il dirigente tramite concorso o assunzione fiduciaria a contratto , questi ( il partito ) lo colloca nei posti chiave dove serve per sbrigare una pratica o tenere d'occhio l'avversario o dirigere e convogliare gare, appalti o altro che possa servire all'abbisogna... poi sarà il singolo consigliere , assessore o altro politicante a gestire il tutto... logicamente i vari impiegati , funzionari o dirigenti, saranno ricompensati con i vari progetti, straordinari, avanzamenti di carriera e piccole briciole dei vari banchetti. Sarà da inorridire ma purtroppo la macchina funziona così. Fabrizio
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina